IK Multimedia - GrooveMaker 2.0
di "Newton"

GrooveMaker 2.0 è la nuova versione di un software che permette di produrre istantaneamente tracce musicali (con orientamento dance ma non solo ) e creare groove di alta qualità.
Il groove è una combinazione di suoni che provengono da collezioni di campioni chiamate "song". Nella confezione, oltre al CD con l’applicazione vera e propria, troviamo un secondo CD-ROM con song di tutti i tipi e, volendo, è possibile acquistare a parte altre collezioni (“librerie”) prodotte dai creatori del programma.
L’applicazione offre l’accesso ad un riproduttore di otto tracce e permette di inserire e rimuovere loop in tempo reale. I loop sono presi da gruppi di campioni chiamati "song" e tutti i loop di una "song" possono essere ricombinati all' infinito per produrre tutti i groove che si desiderano.
E’ possibile sfruttare un arpeggiatore da utilizzare dal vivo ed i groove creati possono essere salvati e messi in sequenza facilmente, permettendo di creare composizioni con pochi click e senza una specifica consocenza di tecniche musicali.

Si comincia!
Aperto il programma, appare la finestra di dialogo “Song” che permette di caricare immediatamennte una delle librerie installata nella cartella principale oppure delle librerie extra dal CD-ROM (la confezione contiene due CD-ROM). Inserito il CD, infatti, appare la lista delle canzoni disponibili: cliccando sul titolo prescelto è possibile visualizzare una breve descrizione della canzone, il BMP della song e sentirne un preview audio (in modo da capre se è di proprio interesse o meno).
Selezionata la canzone di proprio interesse si fa click sul pulsante “Copy to Disk” e si copiano i campioni nell’hard disk. Successivamente sarà possibile caricare la canzone, facendo click sul pulsante “Carica” all’interno di GrooveMaker.

All’interno di quest’ultimo, tra le altre cose, è presente un pulsante “Net” che, come è facilmente intuibile, permette di collegarsi automaticamente al sito dell’applicazione e scaricare o ordinare ampie gamme di canzoni.
Per cominciare a creare la propria musica, si comincia facendo click su uno dei qtarro pulsanti di generazione casuale del groove (sulla sinistra dello schermo). Questa combinazione potrà essere utilizzata come base oppure si piò cominciare assegno alle otto tracce a disposizione vari loop delle librerie.
I loop assegnati alle tracce sono organizzati per categorie di strmenti e sono visibili nel display della tracce che si trova sull destra. Le tracce attive sono mostrate su un apposito indicato che indica con dei LED azzurri le tracce che stanno suonando. Ogni loop è riprodotto con un volume preregolato chiamato “volume di apertura”. Le tracce attive possono essere selezionate facendo click sul pulsante delle tracce oppure usando il tastierino numerico.
Per ogni traccua è possibile impostare volume e bilanciamento cliccando e trascinando il controllo e, volendo, è possibile creare gruppi di tracce.
Randomix


Il bottone “Randomix” permette di genearare un numero di groove illimitato cambiando casualmente e simultaneamente i loop su diverse tracce. L’applicazione creerà una combinazione casuale di loop a seconda dello stile selezionato consentendo di avere milioni di combinazioni di stili diversi.

Sync e sincronizzazioni
Quando si fa click sul bottone “randomix” oppure quando si richiama un grovve, si ha la possibilità di iniziare nuovamente l’ascolto del groove, senza prestare attenzione alle 4 o alle 8 battute. Se si vuole maggiore controllo si può attivare la funzione “Sync” che consente di sincronizzare il cmabiamento con l’inizio successivo del groove (dopo 8 battute).
Per sincronizare i propri groove con lettori CD o griradischi è anche possibile controllare in diversi modi diversi la velocità (BMP) dei groove.

Arpeggiatore
Facendo click sul bottone “Arp” si aprirà la finestra dell’arpeggiatore synt virtuale con un certo numero di banchi di suoni precaricati per default. Per aprire i banchi di suoi, basta fare click sul bottone “Open” del sysnt, inserire il CD e vedere l’elenco di sioni synt disponibili che è possibile caricare nell’arpeggiatore virtuale. I synt disponibili sono molti: dai tipici arpeggiatori synt analogici a suoni di bassi e percussioni.
Caricati i suoni nell’arpeggiatore è possibile iniziare a suonare. Per aiutare l’utente a trovare le note giuste, il synt mostra dei LED azzurri che indicano tutte le note compatibili con l’armonia della canzone aperta. E’ possobole cambiare il voume ed il bilanciamento del sysnt usando appositi slider e premendo più tasti è l’arpeggiatore suonerà le note selezionate in sequenza.
E’ possibile sperimenti con suoni differenti, modi di arpeggiatori (arp) e progressioni (prog) cliccando semplicemente sul display (appare un menu a tendina che permette di selezionare le variazioni volute).
E’ possibile memorizzare gli arpeggi synt (note+suoni, aggiungere fino a 99 marcatori ed esportare gli arpeggi come file audio.

Creare il proprio remix
Per creare un remix basta marcare i groove favoriti e metterli in sequenza in una lista. Cliccando sul bottone “Play” è possibile riprodurre la composizione finita (sequenza) e ripetuta in loop. E’ possibile cambiare la posizione iniziale della lista dei groove da suonare cliccando sul numero da cui si vuol iniziare il play sequenza.
Dopo aver creato la lista delle sequenze dei groove è possibile mixare il remix sull’hard disk come file audio. Il file può essere salvato in diverse modalità: Stereo o Multitraccia e nei formati Aiff, uLaw, Wave, System 7, Sound.
L’applicazione è dotata di un opzione(V-Mix) che permette di simulare un DJ vituale in grado di produrre con pochi click album copleti di remix.

Varie
Ogni sessione di lavoro può ovviamente salvata includendo: groove marcati, groove in sequenza, synth marcati, file usati durante la sessione.
E’ possibile ottenere l’aiuto on-line a fumetti (in italiano se si è scelta la nostra lingua in fase di installazione) facendo click sul bottone “?” e spostando il mouse su un qualsiasi bottone.
Il manuale è in varie lingue e quello nella nostra lingua (italiano) è di 44 pagine. E’ scritto forse un po’ frettolosamente e alcuni argomenti sono trattati superficialmente ma, ad ogni modo, dopo un po’ di tempo si riesce a capire bene le caratteritiche e le varie funzionalità del programma.

Conclusioni
Il difetto (o il pregio, dipende dai punti di vista) di questo programma è l’interfaccia: i pulsanti, le finestre e qualsiasi altro elemento non è standard Mac OS (un po’ come accadeva con le applicazioni di MetaCreations).
Questo significa che per prendere confindenza con i comandi vi servirà un po' di tempo ma poi, aiutati anche dal manuale in italiano, vi troverete presto a vostro agio...
L’applicazione è solidissima: più volte abbiamo provato a mandare il programma “in bomba” ma (è questo è un bene!) non ci siamo riusciti.
Come tutte le applicazioni musicali di recente produzione che si rispettino, anche GrooveMaker 2.0 permette di importare file MP3 e quindi tutto ciò che non possiamo fare con questa applicazione lo possiamo eventualmente realizzare con un’applicazione esterna, importanto successivamente i file all’interno di GrooveMaker.2

Prodotto da:
IK Multimedia

Distribuito da
Edirol

Melaeffe

Prezzo indicativo:
Base: 156.0000 lire + IVA
Versione DJ Box: 252.000 + IVA
lLbrerie su CD: 97.000 + IVA cad.

Configurazione minima:
Mac Os 8 - Power PC 601/603/604 con 32Mb di memoria RAM, monitor colori 640x480, lettore CD-ROM, 100Mb di spazio libero su disco.