Philips CDR/RW "Jackrabbit" masterizzatore "trasportabile" USB-FireWire
Impressioni d'uso di Andrea Benni Kalin
2 Aprile 2002

Alla ricerca di un Masterizzatore multipiattaforma ho pensato di orientarmi su questo modello di Philips, f
resco di importazione a metà febbraio dopo aver verificato in negozio che WinXP lo riconoscesse alla prima connessione USB e per accertare il funzionamento di alimentatore, cavo USB e piastra.

La confezione
Il prodotto viene fornito in un box compatto di cartone che contiene il masterizzatore, l'alimentatore universale con presa per il cavo dotato di spina Schuko, i due cavi USB e FW (quest'ultimo non standard 6-6 poli ma 4-6 poli perche' il JackRabbit si alimenta solo dalla rete), un CD PC/MAC di installazione e due mini CD da 8 cm di cui uno RW.

La garanzia è quella europea di due anni.
I manuali sono in varie lingue tra cui l'italiano e si limitano ad un pieghevole e a due fogli volanti per gli utenti PC.

Costruzione solida
Il masterizzatore è un 12x8x36, come riportato sul box, PC e Mac Compatibile.
Il modello in mio possesso, costruito in Cina in Gennaio, risulta strutturato ad ostrica bicolore: marrone scuro la base, grigio argenteo il coperchio.
Si intona bene coi portatili Mac vecchi e nuovi.
Interamente di metallo (e si sente) riporta sulla base quadrangolare due spie triangolari disposti a rombo, due pulsanti romboidali, una trackball trasparente che in un senso funge da volume, nell'altro da track-seeker.

Il JackRabbit funziona anche da MP3-CD player (senza necessita' di collegare un computer) e riporta sul lato destro della base la presa minijack per cuffia.

Sempre sul lato destro troviamo l'interruttore a slitta, la presa di alimentazione a 12V, la FW e la USB, ambedue di tipo "B".
La parte superiore, riporta oltre al marchio una piastrina con su serigrafato un coniglio stilizzato, da cui il nome del prodotto.
L'apertura del coperchio può essere azionata sia via software, sia premendo l'apposito pulsante.
L'altro pulsante serve per iniziare/fermare la masterizzazione.
È presente pure la apertura mediante una clip per i casi di emergenza
All'uso pratico risulta essere un trasportabile più che un portatile, per peso e soprattutto obbligo di alimentazione.

Collegamenti a Mac e PC
Dal lato PC è utilizzabile praticamente via USB, dal lato MAC unicamente via FW, il che ci evita la lentezza dello standard USB 1.1.
Purtroppo non vi sono port replicator e quindi in una catena sia FW che USB può solo essere l'ultimo anello.
Altro lato negativo è la lunghezza dei cavi, che sono 1,10m, un po' pochini soprattutto pensando alla rigidità del cavo FW.
Personalmente ho risolto usando il mio HD VST esterno come "prolunga" con i suoi 2m di cavo...
Il sofware in dotazione è soprattutto per PC, limitandosi alla versione lite 5.0.1 di Toast come dotazione MAC, subito da me upgradata a 5.0.2.
Dal lato PC non ho fatto in tempo a verificarne le prerogative.
All'avvio il Mac lo vede ma Disc Burner non lo implementa (forse perche' troppo recente).
Poco male: eliminandone le relative estensioni, come consigliato in fase di installazione, viene bene sostituito da Toast.
Il modello è un BurnProof in grado di masterizzare un CDR da 650Mb in 6'30", le fasi di scrittura sono testimoniate oltre che da sibili anche dai led che illuminano le due spie: verde per l'alimentazione, blu per la presenza del disco e rosso per la masterizzazione.
Al termine l'ostrica si aprirà con un campanellino esponendo la sua perla.
Sono supportate le modalità DAO,TAO,SAO, Multisessione e IPW.

Pregi: bello nel suo genere, facile da usare e relativamente veloce; doppia piattaforma e con il plus della riproduzione MP3.

Difetti: non portatile, cavo FireWire corto, standard USB1.1 quando già esiste il 2.0 (ma attualmente questo standard non e' compatibile con il Mac)
Il mio modello ha pure evidenziato un difetto di gioventù legato probabilmente ad un leggero disassamento del perno: in fase di lettura (32x) emette talvolta un fortissimo sibilo, che si zittisce dando un
colpetto secco al telaio. Interruttore poco ergonomico.

Costo 319 Euro Iva compresa: allineato alla concorrenza.

Viene distribuito sul mercato Italiano da OpenGate.