MacModem Magic 5.5.1

di "Newton"
06-10-2002

La qualità degli script modem che accompagnano i nostri Mac non deve essere da tutta ritenuta sufficiente se, com’è vero, esistono moltissimi script alternativi in grado - almeno secondo quanto dichiarato dai produttori - di migliorare la velocità di connessione ad Internet.

L’utility oggetto di questa recensione è, in effetti, una raccolta di 246 script per modem di tutte le marche e di tutti i tipi. Prima di addentrarci e verificare se e vero o meno, quanto dichiarato dai produttori, cerchiamo di spiegare ai meno esperti che cos’è uno script.

Gli script modem non sono altro che file di testo contenenti una serie di comandi che servono ad inizializzare il modem, e altri comandi ancora che consentono, ad esempio di modificare particolari impostazioni della porta seriale.
Gli script-modem forniti di default da Apple o altri produttori, non sempre sono efficienti come dovrebbero essere: esistono schiere di appassionati che rilasciano in continuazione script alternativi con i quali, in molti casi, si riescono a risolvere tanti problemi.

La raccolta di script più diffusa è forse Modem Puppet Show, un lunghissimo e completo elenco di script altamente ottimizzati per centinaia di modem di decine di marche diverse (scaricabile dai tanti siti che distribuiscono shareware).

Il Puppet Show è gratuito, mentre la raccolta di script oggetto di questa prova costa ben 55 dollari. Il costo, a detta degli autori, è giustificato dal fatto che, per creare e testare gli script in questioni sono stati necessari tre anni di prove in varie condizioni di utilizzo.

Funziona?
L'installer funziona sia sotto Mac OS 9, sia sotto Mac OS X.
Attivato l’installer sotto quest'ultimo, però, ci troveremo (non sappiamo se è un errore o se la cosa è voluta) tutti i nuovi script in una cartella denominata “Modem Scripts”, anziché nella cartella “Script modem” della Cartella Sistema (basterà però copiare manualmente gli script di proprio interesse nella giusta cartella di destinazione). Dopo l’installazione basta selezionare dal Pannello di controllo Modem, uno dei nuovi script e il gioco è fatto: siamo pronti per effettuare le prove.
Con molto scetticismo, abbiamo deciso di effettuare un test dalla casa di un minuscolo paesino di provincia nel quale abbiamo sempre avuto tanti problemi con i collegamenti. Il primo computer che abbiamo provato è stato un iMac rev. B (233MHz) con il suo modem interno e Mac OS 9.1. Con lo script di default fornito da mamma Apple non riuscivamo mai a stabilire velocità di connessioni superiori a 28/29.000 bps. Con il nuovo script, invece, il modem gracchia ed emette dei suoni nuovi, ma alla fine riusciamo a strappare ben 49.933 bps.

Vero o falso?
Come sa bene chi smanetta con questi apparecchi, la velocità di connessione iniziale è un parametro puramente indicativo. Durante la navigazione su Internet, la velocità effettiva spesso differisce da quella stabilita inizialmente. Se le condizioni operative consentono un collegamento a velocità maggiori, il modem cercherà di incrementare la velocità di trasferimento dati; viceversa, se durante la connessione la qualità del collegamento tende a deteriorarsi, il modem imposterà man mano velocità più basse; questi “assestamenti” sono piuttosto frequenti durante tutto il collegamento e l’utente non sempre s’accorge di quanto sta accadendo.
Come fare, allora, per sapere se effettivamente gli script in questione sono migliori di quelli forniti da Apple o dal produttore del nostro modem?Il DTR (Data Transfer Rate) misura il troughput ovvero quanto velocemente i dati sono trasferiti, ed è un’unità di misura espressa in bit per secondo. Grazie ad una serie di calcoli non troppo complessi (sui quali torneremo magari con un apposito articolo) è stato possibile rendersi conto se e quanto effettivamente era veloce la nostra connessione. La conclusione alla quale siamo giunti è che, almeno nel caso illustrato prima, la velocità di collegamento è effettivamente migliorata. In città, invece, con un iMac diverso e in una casa non lontana dalla centralina telefonica, la velocità effettiva di questi script-modem alternativi è invece diminuita leggermente (in compenso è però divenuta più stabile). In altri casi ancora, e con modem di varie marche, la velocità sembra essere sempre piuttosto buona anche se l’incremento di veloctà ottenuto è spesso stato modesto.

Comprare o no?
Se con il vostro modem ottenete collegamenti poco stabili, velocità sempre inferiori ai 33.6 bps, se avete effettuato tutti i possibili controlli sua linea telefonica ma non riuscite lo stesso ad ottenere velocità decenti, potete farci un pensierino. Il costo ci sembra in ogni caso eccessivo (è vero che sono presenti centinaia di script, ma alla fine ne useremo uno solo!).
Il produttore del software spiega in un file di testo quali siano le cause che spesso impediscono ad un modem di funzionare alla massima velocità possibile: danni e disturbi sul percorso della linea telefonica, incompatibilità, errate impostazioni e così via.. In conclusione: non esistono script-alternativi miracolosi: è solo risolvendo prima questi problemi che, in effetti, si riescono ad ottenere velocità maggiori.


Categoria: Softwarere
Tipo prodotto: utility per modem
Nome prodotto: MacModemMagic
Voto: 7/10
Info: MacNtosh
Sito web: http://www.macntosh.com
prezzo: 79.95$ USA (36.95$ fino al 9/10/2002)

pro: alcuni script sono effettivamente migliori rispetto a quelli forniti da tanti produttori

contro: prezzo elevato; non sempre è possibile ottenere miglioramenti evidenti (molto dipende dal provider, dal modem usato e dalla qualità della linea telefonica).