Rayming TN-200 GPS USB per Mac e Windows
di Settimio Perlini
01.11.2003

dscn4444dscn4443Un semplice pod esterno con cavo USB in grado di funzionare con tutte le applicazioni GPS per Mac e Windows e su Mac anche con Virtual PC.
Per la navigazione stradale e marittima, abbinabile ai più diffusi programmi di cartografia desktop e portatili come Route 2004.

Alla fine è arrivato. Chi segue il nostro sito da tempo sa che un dispositivo USB come questo compatibile Windows e basato sui chip Crux esiste da tempo ma che non era mai stato possibile collegarlo al Mac. Ora con il Rayming in prova cade anche l'ultima barriera del GPS economico su Mac e soprattutto è possibile utilizzare un dispositivo del genere anche sugli economici e portatilissimi iBook oltre che sui PowerBook 12" che non dispongono di porte PCMCIA.

Avevamo già provato in passato un ricevitore GPS su format Compact Flash e adattatore PC-Card con ottimi risultati ma la soluzione che vi presentiamo ora, anche se meno "accessoriabile" con antenne esterne presenta, oltre alla compatibilità con un maggior numero di portatili anche il vantaggio di essere molto più economica.

La confezione

Il prodotto si presenta nel classico blister da esposizione: il GPS è ormai un prodotto da supermercato visto il prezzo e la diffusione che sta avendo anche tra gli utenti meno esperti.
Dall'esterno è possibile vedere il ricevitore vero e proprio e la spina USB.
Sul retro troviamo le indicazioni di compatibilità che partono da Windows 98 per arrivare a XP sul lato Win e da Mac OS 8.6 a Mac OS X sul lato Apple.
dscn4447E' in fondo questa la vera caratteristica nuova: già dalla casa si dichiara la compatibilità con il mondo della mela grazie ai driver che permettono di interfacciarsi alla USB come una seriale virtuale e riescono cosi' a comunicare con tutti i software GPS per Mac.

Aperto il blister troviamo due CD, uno dei quali in formato ridotto, contiene anche i driver per Mac.
Non fatevi passare per la testa l'idea di inserire questo nel lettore slot in del portatile!
Non capiamo la necessità di usare un supporto ottico ridotto che e' leggibile solo negli iBook o vecchi PowerBook con drive a cassetto.
In ogni caso i driver sono disponibili direttamente su Internet su questa pagina: potete scaricarli in qualsiasi momento evitando di dare in pasto al vostro PowerBook un disco indigesto.

Il ricevitore è molto piccolo ed ha un lato "magnetizzato" per agganciarlo alle parte metalliche di auto o barche.
Su un fianco un piccolo led rosso che ha tra modalità: spento, lampeggiante quando il segnale satellitare è scarso, acceso quando 3 o più satelliti sono agganciati.
Dal "pod" parte il cavo USB che porta i segnali e alimenta il ricevitore.

rayming2Installazione su 9, X e Windows con Virtual PC
Installiamo quindi i driver scaricati da Internet su Mac OS X 10.2, Mac OS X 10.3 e Mac OS 9.2.2 facendo ogni volta un riavvio.

E' il momento di verificare la funzionalità con le applicazioni che gestiscono il GPS.
Naturalmente la prima candidata al test è Route nella vecchia versione che gira anche su Mac OS 9 e nella recente 2004 di cui vedrete a breve la recensione e che gira solo su Mac OS X.
Basta andare semplicemente nelle opzioni di configurazione del ricevitore GPS e come ci si aspettava questo viene visto come un dispositivo seriale grazie al driver installato, sia su Mac OS 9 che Mac OS X,

Non solo, visto che alcune applicazioni interessanti per GPS (soprattutto nella navigazione marittina) non sono disponibili per Mac ,abbiamo verificato la compatibilità anche con Virtual PC. In questo caso con la versione 6.1 su Mac OS X 10.3 che faceva girare Windows 98 su un Titanium da 1 Ghz.

Il GPS anche in questo caso viene riconosciuto senza problemi e comunica con le applicazioni.
E' sufficiente impostare nelle preferenze di virtual PC con la sessione Windows non avviata, che la porta COM 1 corrisponde alla USB-seriale virtuale che il driver per Mac passa senza problemi al PC virtuale.
rayming4Non serve installare il driver per Windows all'interno della sessione Windows!
A questo punto le applicazioni riconoscono il GPS sulla porta COM1 e funzionano perfettamente con le sole limitazioni di velocità dell'emulazione.

Prova su strada

Della prova in abbinamento a Route 2004 vi riferiremo più ampiamente nella specifica recensione, quello che possiamo dirvi è che il ricevitore GPS si è comportato analogamente all'insieme GPS Haicom su CF + antenna che avevamo provato a suo tempo.

In questo caso l'aggancio dei satelliti non e' velocissimo, viene garantito un "cold start", una partenza a freddo media di circa 45 secondi e noi abbiamo cronometrato circa 1 minuto perlomeno dall'area semicoperta da dove siamo partiti, ma poi la ricezione è buona soprattutto in aree in cui palazzi molto alti impediscono la copertura satellitare.

In ogni caso siamo riusciti a navigare in città come Milano perdendo solo occasionalmente l'aggancio: fondamentale è la posizione dell'antenna, in questo caso tutt'uno con il ricevitore. Nell'immagine a fianco vediamo come vengono gestite le informazioni del GPS all'interno di Route 2004 (e dalla versione precendente): sulla carta abbiamo un simbolo che segue l'itinerario prestabilito e ci mostra la nostra direzione attuale rispetto ad esso.

gpsrouteGrazie al GPS questa posizione viene costantemente aggiornata e vi viene segnalato un eventuale "fuori pista". Oltre a longitudine, latitudine e altitudine avrete anche velocitÓ e distanza in tempo e km dalla destinazione calcolata sulla velocitÓ media che avrete stabilito nelle preferenze di Route.

L'antenna andrebbe posizionata sul tetto dell'auto: rischiare di perdere il ricevitore per l'alta velocità sembra impossibile vista la tenacia del magnete ma lasciare un filo che esce dal finestrino può essere sconveniente e sopratutto introduce rumore se procedete ad alta velocità

A meno che non procediate a bassa velocità e siate in estate senza necessità di aria condizionata vi consigliamo di utilizzare la possibilità di aggancio magnetico del ricevitore solo per stabilizzarlo su qualche parte metallica del veicolo, o magari usare la piccola ventosa per appicicarlo ad un vetro, meglio se dal lato guidatore che si trova nella parte di strada meno "in ombra" dei palazzi e con più accesso ai satelliti.

dscn4452Qui scopriamo l'unica vera pecca del prodotto: il cavo USB è corto, non cortissimo, ma non lungo abbastanza per collocare il ricevitore sul sedile di fianco al guidatore e posizionare il ricevitore sul vetro posteriore magari a sinistra.

Per questo sarebbe opportuno, se non fate gestire la navigazione ad un passeggero sul retro, dotarsi un cavo di prolunga USB che non dovrebbe dare problemi di connessione ed alimentazione.

Se siete da soli non guardate il portatile durante la guida: è pericolossisimo! Sfruttate magari le soste ai semafori o fermatevi per fare il punto della situazione ed orientarvi rispetto al percorso e ai dintorni.
Finchè non sarà disponibile un software di navigazione assistitata vocalmente per Mac la soluzione Route 2004 è la migliore sul mercato.

dscn4454Per tornare al ricevitore, la rimozione del dispositivo dall'auto è facilissima e veloce e le piccole dimensioni permettono di riporlo in tasca o anche nella borsa del portatile senza problemi.

Non dimentichiamo che una soluzione del genere risolve tantissimi problemi di cavi, alimentatori, batterie di cui necessiterebbe un ricevitore GPS standalone.

L'unico problema a questo punto è l'alimentazione del portatile per lunghi viaggi ma potete procurarvi un alimentatore per auto dedicato al vostro iBook o PowerBook utile non solo per il GPS ma anche come fonte di intrattenimento per i vostri passeggeri, per collegarvi ad internet con il cellulare in sessioni di lavoro piu' lunghe etc etc.
Un alimentatore per portatili Apple, MadsonLine Auto Air Adapter è stato recensito su questa pagina di MacProf e nei prossimi giorni vi parleremo di un nuovo interessante modello multifunzionale.


Altri Software
L 'abbiamo provato anche se non a fondo anche con altre applicazioni GPS per Mac OS come GPSNavX (applicazione per la nautica) e TrueNav per carte georeferenziate: viene riconosciuto senza problemi. Funziona anche con software per PC come OZI Explorer

Caratteristiche
- SiRF Star-II, alte performance e chipset a basso consumo
- Abilitazione WAAS - EGNOS
- 12-channel parallel processing
- Antenna attiva interna
- Cold start sotto 45 secondi, dato medio
- Prestazioni superSuperior urban canyon performance
- FoliageLock e SuperCap .
- Comandi NMEA 0183 supportati: GGA, GSA, GSV, RMC, GLL, VTG

Pro: economico, efficiente, occupa poco spazio e non necessita di accessori. Compatibile Mac OS 9 e X e Windows da 98 SE in poi.
Utilizzabile anche con Virtual PC.
Contro: cavo di media lunghezza.

Prezzo al pubblico: 138 Euro + IVA
Distribuzione: Upware


Altre risorse su MacityNet:
faqIntroduzione al GPS
faqTest Hardware su MacProf
risorse1 Canale GPS/Viaggiare di ilmioMac
forummessages/4161/63664.shtml">Forum MacityNet GPS