Masterizzatore FreeCom Traveller Firewire
di Settimio Perlini

MacProf ha testato a lungo il lettore Freecom Traveller nella nuova versione Firewire: si tratta un di masterizzatore per CD-R e riscrivibili 4-4-20x che ha come dote principale la compattezza e la trasportabilità, adattissimo a chi usa un portatile ma con buone chance di farsi strada anche al servizio di iMac DV e G3/G4.

(click sull'immagine per ingrandire)

 

Premessa
Nell'era dei masterizzatori 8,12 e 16x a chi può essere utile un piccolo 4x?
Sicuramente a chi masterizza principalmente CD-Audio (é sempre consigliabile farlo alle velocità piu' basse), a chi usa il masterizzatore 1 o 2 volte al giorno, a chi condivide con amici l'apparecchio per il backup dei propri dati e soprattutto a chi vuole utilizzarlo per registrare in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo i dati presenti sul proprio portatile in maniera veloce, efficiente e sopratutto compatibile con qualsiasi tipo di PC o Mac.
Con il costo dei supporti ormai ridotto ai minimi termini, (vediamo ormai i CD registrabili a meno di 1.000 L. per confezioni bulk in vendita nei supermercati) non ha più molto senso distribuire file su prodotti limitati in spazio e velocità di lettura come i floppy e sicuramente il CD è piu' "universale" di tanti sistemi removibili che hanno si, la possibilità di cancellazione e riscrittura veloce ma devono utilizzare media costosi e soprattutto per questo obbligatoriamente da recuperare nel caso di prestito o di spedizione.

Ecco allora che il nostro CD-RW lillupuziano diventa uno strumento per mille usi...

La confezione

Il manuale in 7 lingue tra cui l'italiano spiega l'utilizzazione di questo modello e di tutti quelli utilizzano lo stesso case (sono disponibili sia un lettore CD che un lettore DVD)
Oltre al cavo firewire che é dotato di un robustissimo connettore (Berlin blu trasparente in linea con il case) dedicato che ha all'altro capo (dopo 1 metro e mezzo) il classico 1394 a 6 poli.
Il masterizzatore é veramente piccolo..17,3 x 1,9 x 13,6 cm e pesa 450 gr. senza batterie e 600 gr. con batterie ricaricabili al NIMH integrate.
E' disponibile anche con la versione 4.1 di Toast.

L'uso
Dobbiamo dire che l'abbiamo proprio maltrattato! Portato con noi nello zaino, caricato in valigia per una trasferta con aereo all'estero, attaccato a portatili con Firewire, a G4, nuovi iBook ed anche ad un PowerBook Wallstreet con scheda Firewire Keyspan PCMCIA (in prova presto su queste pagine): il Traveller si é sempre comportato impeccabilmente, sia con Toast 4.1 che con la nuova versione 4.1.1 che assicura una maggiore compatibilità con i dispositivi Firewire.
Non ha bisogno di particolari driver visto che viene riconosciuto attraverso le estensioni Firewire e USB che Toast va ad inserire nella Cartella Sistema.

Puo' essere utilizzato sia in verticale che in orizzontale: l'importante e' non spostarlo mentre esegue la masterizzazione.

Lato sinistro e fondo del masterizzatore (sulla destra la batteria ricaricabile al NIMH

Nella versione "Premium" é presente una batteria NIMH
(ricaricabile in circa 5 ore), grazie a circuiti di questa versione il masterizzatore si spegne e si accende automaticante con il computer, la durata é di due ore e la ricarica automatica quando il Traveller é alimentato dalla rete.

 

 

Da sinistra a destra:
- scelta alimentazione (AC o Batteria / PC)
- presa audio per cuffia
- alimentione AC
- connettore proprietario a cui vanno collegati i cavi Firewire e USB per Mac/PC e PCMCIA e Parallelo (solo PC)

 

 

Non sappiamo se raccomandare l'acquisto della batteria... l'alimentatore é tanto piccolo che il peso e l'ingombro non si fanno assolutamente sentire, in piu' é difficile valutare quanto lo stato di carica sia sufficiente per terminare una seconda masterizzazione, e con i computer desktop l'alimentazione puo' essere tranquillamente fornita dalla Firewire (é necessario avere 5V/1A sulla presa).
La batteria é comoda a nostro parere in abbinamento alla versione del traveller con drive di lettura (CD o DVD) ma può essere considerata utile per la masterizzazione solo in particolarissime situazioni ed occasioni in cui una presa di corrente e' introvabile e la masterizzazione riguarda una piccola quantità di dati.
In ogni caso per tutta la durata della batteria si puo' masterizzare alla massima velocità e la batteria stessa permette la possibilità di alimentazione dal portatile gestendo in qualche modo anche l'erogazione di corrente dalle prese firewire

Grazie Toast!
Con la versione 4.1 fornita che abbiamo aggiornato alla 4.1.1 non abbiamo avuto problemi di sorta a masterizzare alla massima velocità, ad utilizzare il freecom come lettore esterno con tutte le macchine dotate di Firewire dall'origine o aggiuntiva (su PCI o PCMCIA).
Finalmente il software ha raggiunto quella maturità necessaria a gestire qualsiasi tipo di interfaccia.

Firewire o USB?
Dicevamo all'inizio della possibilità di gestire il masterizzatore "in comproprietà"...
Potendo disporre di due tipi di connessione, USB e Firewire, presenti su tutti i modelli dei nuovi Mac da 2 anni a questa parte, il Traveller può diventare l'apparecchio da comprare in società con gli amici sopratutto per coloro che dispongono, come sui primi iMac non DV e iBook senza firewire, della sola presa USB.
In questo caso sarà sufficiente acquistare l'apposito cavo e utilizzare il Freecom degli amici.
Vi ricordiamo che abbiamo già pubblicato le impressioni d'uso della versione USB su questa pagina di MacProf.
Inoltre sono disponibili anche connettori con possibilità di collegamento PCMCIA e parallelo, non utilizzabili con il Mac ma sfruttabili da amici con un PC che potrebbero essere interessanti a condividere l'uso del prodotto.

Conclusioni
Uno strumento tuttofare adattissimo anche a chi ha pensato ad un masterizzatore interno per il proprio powerbook, in questo caso si avrà si un peso aggiuntivo ma la possibilità di collegamento sia alle cpu in ufficio che a quelle portatili.
Il costo é sicuramente superiore ai modelli home di ingombro e peso maggiore e maggiore velocità ma viene compensato dalla notevole versatilità e possibilità di interfaccia del prodotto.
Sicuramente non sfigurerà di fianco al nuovo iBook con Firewire, il colore Indigo si avvicina molto a quello del Traveller!

 

Compatibilità
Mac OS 8.5, Macintosh con Firewire (anche su scheda PCI o PCMCIA)

Produttore
Freecom

Distribuzione Italiana
Turnover

Prezzo medio rilevato su Internet (Ottobre 2000)

Versione USB Premium con Batteria e Toast = L. 920.000 + IVA
Versione Firewire Premium e Toast = L.
Solo cavo USB + Toast = 160.000 + IVA
Batteria Supplementare = L. 60.000 + IVA

Solo cavo Firewire = L. 170.000 + IVA
Cavo Firewire + Toast = L.210.000 + IVA


Vai su questa pagina per l'elenco degli ultimi Test Hardware di MacProf

Aggiungi /messages/39/535.shtml?martedigrave29agosto20000954">commenti e quesiti sul prodotto nel forum di MacProf...