Mac e Cellulari: farli comunicare
di Newton e Settimio Perlini

Come si collega il Mac ad un telefono cellulare quando non avete IRDA o Bluetooth? Quali sono le applicazioni che permettono di gestire la rubrica telefonica della SIM e della memoria del telefono? Qual'è il principio di funzionamento di questi software? A queste e ad altre domande, rispondiamo in questo breve ma interessante articolo...

Collegare un Mac ed un telefono cellulare, non è un’impresa difficile. Dalle lettere ed email che riceviamo, abbiamo però notato che c’è molta confusione e sono molte le persone che non hanno la minima idea di come fare per collegare un cellulare al proprio computer. In quest’articolo spiegheremo come procedere, indicando alcune delle tante soluzioni possibili, i software esistenti per la gestione della rubrica del telefono della SIM e il principio di funzionamento di quest’ultimi.

Perché collegarli?
Perché qualcuno dovrebbe avere l’esigenza di collegare un telefono cellulare al proprio computer? I motivi sono molteplici. Il più semplice è la possibilità di poter aggiornare, modificare e disporre di un backup della rubrica con gli indirizzi ed i numeri contenuti sulla SIM e sull'apparecchio: operazione molto seccante con alcuni telefoni e che, invece, con molti software è possibile effettuare con sicurezza e comodità in pochi istanti. Un secondo motivo è la scrittura dei brevi messaggi di testo SMS: il computer permette di effettuare l’operazione in modo più pratico e veloce rispetto a quanto permesso dalle lillipuziane tastiere di molti telefoni portatili.

Altro motivo per il quale può essere utile collegare un cellulare al proprio computer, è la possibilità di sfruttare il telefono per leggere la posta elettronica e consultare pagine web. Certo, la maggior parte degli utenti dispone ancora di telefoni GSM (i quali, consentono velocità di 9600bps e, solo in alcuni casi, di 14.400bps) ma anche quest’ultimi, possono essere comodi per leggere o scrivere brevi messaggi e consultare pagine web non eccessivamente complesse (magari sfruttando browser che ignorano tutta la parte grafica del sito).

Vari metodi
Esistono vari sistemi che consentono di collegare un telefono cellulare al proprio computer. Quello maggiormente conosciuto è probabilmente il collegamento tramite porta a raggi infrarossi (IrDA): se sia il vostro telefono, sia il vostro computer mettono a disposizione questo tipo di porta, è possibile effettuare la connessione in pochissimo tempo.
Sfortunatamente non tutti i computer prodotti da Apple dispongono della porta IrDA. I Mac che dispongo di questa porta sono: il PowerBook G4 Titanium prima e seconda serie serie (non la recente con presa DVI), tutti i PowerBook G3, il PowerBook 2400/3400 e i primi iMac rev. A e B.
Per sfruttare l’IrDA, è necessario che il Mac disponga di Mac OS 8.6 o superiore e che l’estensione “Infrarossi” sia presente nella Cartella Sistema.
Se avete un cellulare con l’IrDA ma possedete un Mac sul quale non è presente tale porta, è possibile acquistare dei particolari cavi (costano dai 40 ai 60 euro): esistono convertitori IrDA/USB che potete trovare sia in Italia che all'estero, consultate questa pagina con le segnalazioni dei nostri lettori.


Cavi e adattatori
Tra le società produttrici di cavi e accessori che permettono di collegare il telefono cellulare al computer, una delle più prolifiche è certamente Keyspan, la quale produce: un adattatore seriale/USB, un adattatore USB/PDA che MacProf ha provato nella vecchia versione a bassa velocità (ma ora è disponibile allo stesso prezzo la versione ad alta velocità -nera - compatibile anche con Mac OS X) e un adattatore USB/seriale/parallelo recentemente presentato a Parigi.
Altre società che dispongono di accessori interessanti per i cellulari che non hanno un modem incorporato, sono: Digicom con una serie di cavi e Modem su USB e SoftRadius e SoftGSM. Quest’ultimi sono dei cavi un po’ costosi ma permettono di sfruttare il telefono anche come modem.

Adattatore Palm per i vecchi Mac e PCCARD
Il Palm Serial Adapter (costo: intorno ai 12 euro) è un dispositivo dotato di una seriale MiniDIN a 8 pin adatto ai vecchi Mac che non hanno USB che può essere sfruttato con vari telefoni (esclusi molti modelli prodotti da Nokia). I telefoni non supportati, possono essere abilitati acquistando un cavo modem per Mac (circa 10 euro) e un convertitore da DB25 femmina a DB9 maschio.(circa 5 euro).
I telefoni cellulari che non dispongono della porta IrDA tipicamente non permettono di comunicare tramite comandi AT (speciali comandi inviati dai software sulla porta seriale o sulla porta dove è connesso il telefono).

Tra i telefoni che non dispongono dell’IrDA ma che sono, ad ogni modo, supportati dai software Mac, ricordiamo: il C35 e l’M35 di Siemens, tutti gli Ericsson con connessione DRS-11 (il cavetto dati), i modelli Z7, J7, J70, Z28, J6, J18, M25, Z5, Z18, J5, J16 e CD5 di Sony, il 908, 909 Dual e 909 Dual S di Bosch e tutti i GSM di Trium.

Un ulteriore sistema che permette di collegare il telefono al Mac è quello di sfruttare le PCCARD GSM; se sulle schede in questione o sul manuale delle stesse è riportata la sigla “GSM 07.07”, la compatibilità con i vari software che permettono di gestire la rubrica del cellulare è garantita.

Software
Per gestire la rubrica del telefono con il computer, collegare l’apparecchio al Mac non basta ma è necessario sfruttare particolari software. Tra i nostri preferiti, citiamo: SimExpress, disponibile in molte lingue (italiano compreso), GSM Remote e l’italianissimo MegaCell. Questi programmi offrono funzionalità più o meno simili, anche se alcuni di essi supportano un numero maggiore di telefoni: sarà bene visitare i siti dei rispettivi produttori per sapere se il vostro cellulare è supportato o no.

Tutti i possibili collegamenti
Ecco un tabella che riassume tutti i principali collegamenti tra Mac e cellulare in funzione dell'interfaccia del tipo di Mac usato.

Modello Mac
/Connessione

Convertitore Seriale (da MiniDin 8 - Din 9) + Cavo Seriale Telefono USB Serial Adapter (keyspan o altro) + Cavo Seriale Telefono Connessione IRDA a Bordo USB - IRda Adapter
(solo per Mac OS X 10.1.2 e superiore)

Cavo USB-Cellulare (Digicom Palladio USB cable o altri)

Adattatore USB- Bluetooth (solo Mac OS X) da D-link, Mitsumi, Digicom, TDK Palladio USB GSM Modem
Vecchio Mac con interfaccia seriale MiniDin (8 Pin), senza porta IRDA e non aggiornabile con USB La soluzione più economica per questo tipo di CPU
-
-
-
-
-
-
Mac con porta IRDA di serie (PowerBook G3 e PowerBook G4, iMac Rev. A e B) e USB o aggiornabile a USB (PowerBook Wall Street) - Scegliete questa se il vostro cellulare non ha IRDA e volte collegare anche altri dispositivi seriali al vostro Mac (ad esempio un GPS)

Questo collegamento funziona sotto Mac OS 8.6 - Mac OS 9 e Mac OS X con un semplice script modem per qualsiasi cellulare che dispone di connessione IRDA.

Non vi serve, l'IRDA Ŕ giÓ presente nel vostro Mac. Scegliete questa se volete una connessione stabile anche in movimento per alcuni telefoni cellulari.
(verificate sul sito di Digicom per le ultime versioni e relative compatibilitÓ)
Anche questa connessione permette l'utilizzazione in movimento (il telefono non deve essere in fronte al computer) e permette diversi vantaggi con i telefoni Ericsson e Mac OS X 10.2 o successivi. Usate questa soluzione se il vostro telefono non ha un modem interno.
Vecchio Mac con scheda USB aggiuntiva (PCI e PCMCIA)  - Scegliete questa se il vostro cellulare non ha IRDA e volte collegare anche altri dispositivi seriali al vostro Mac (ad esempio un GPS)  -  - Scegliete questa se volete una connessione stabile anche in movimento per alcuni telefoni cellulari.
(verificate sul sito di Digicom per le ultime versioni e relative compatibilitÓ)
Anche questa connessione permette l'utilizzazione in movimento (il telefono non deve essere in fronte al computer) e permette diversi vantaggi con i telefoni Ericsson e Mac OS X 10.2 o successivi.  Usate questa soluzione se il vostro telefono non ha un modem interno.
Nuovo Mac con porte USB  - Scegliete questa se il vostro cellulare non ha IRDA e volte collegare anche altri dispositivi seriali al vostro Mac (ad esempio un GPS)  - Questa scelta è per CPU che fanno girare versioni di Mac OS X X (10.1.2 e superiori e quando avete piu' di un telefono con IRDA, Palmari, Digicamere, Stampanti altri disposivi IRDA. Scegliete questa se volete una connessione stabile anche in movimento per alcuni telefoni cellulari.
(verificate sul sito di Digicom per le ultime versioni e relative compatibilitÓ)
Anche questa connessione permette l'utilizzazione in movimento (il telefono non deve essere in fronte al computer) e permette diversi vantaggi con i telefoni Ericsson e Mac OS X 10.2 o successivi. Usate questa soluzione se il vostro telefono non ha un modem interno.


Smanettoni, a noi!
Ma come funzionano questi software? In che modo comunicano con il telefono?
Come abbiamo già accennato, molti telefoni cellulari sono dotati di modem interno.
Con i cellulari di questo tipo è possibile fare molte cose interessanti come accedere ad Internet, inviare fax, accedere alla rubrica del telefono e della SIM, gestire messaggi SMS e molto altro ancora grazie ad un set d’istruzioni comuni definito dagli standard 3GPP 27.005 e 25.007 dell’ETSI (European Telecommunications Standards Institute). Per la gioia degli utenti “smanettoni”, vedremo brevemente il principio di funzionamento sul quale si basano software come SIMExpress, GSM Remote, MegaCell e tutti quei software che permettono di modificare le melodie ed i logo dei telefoni cellulari. Ovviamente accenneremo solo qualche semplice comando: chi volesse conoscere in modo dettagliato molti altri comandi può andare nel sito web dell’ETSI e scaricare la documentazione relativa agli standard 3GPPP 27.005 (per gli SMS) e 3GPP 27.007 (per il controllo della rubrica telefonica, del livello di carica batteria e molto altro ancora).

Comandi AT
I comandi AT sono semplici istruzioni che abilitano, disabilitano e attivano particolari caratteristiche e funzioni nei modem. Il modo più semplice per comunicare con i telefoni cellulari è inviare dei comandi AT sulla porta alla quale l’apparecchio è connesso. Per farlo, basta sfruttare un qualsiasi programma d’emulazione terminale (es. Z-Term o il modulo per le comunicazioni di AppleWorks). Per proseguire, aprite una connessione seriale usando queste impostazioni:

- Data Rate: 19200 baud
- Parità: nessuna
- Bit di dati: 8
- Bit di stop: 1
- Hardware handshake: disabilitato
- Controllo di flusso: disabilitato

Attivata la connessione (se usate AppleWorks, selezionate la voce “Apri Collegamento” dal menù “Sessione”), provate a digitare il comando AT (in maiuscolo) ed a premere il tasto invio: se in risposta al comando, riceverete la scritta “Ok”, significa che il telefono risponde e può riconoscere i comandi che invieremo. Se non otterrete alcuna risposta avete probabilmente indicato delle impostazioni di comunicazione errate oppure c’è qualche problema di connessione: verificate che tutto sia impostato correttamente e riprovate.

Leggere la rubrica
Ecco un esempio di come sia possibile leggere la rubrica del telefono (i comandi indicati sono stati provati su un modestissimo Ericsson T18s e su un Nokia 7110 ma dovrebbero funzionare sulla stragrande maggioranza dei telefoni cellulari). Prima di tutto dobbiamo capire quante rubriche supporta il telefono. Digitando il comando:

AT+CPBS=?

Su un Nokia 7110 otteniamo come risposta:

CPBS: ("ME","SM","FD","ON","EN","MC","DC","RC")

sull’Ericsson T18s, invece, otteniamo solo:

+CPBS: ("ME","SM")

il motivo è semplice: quest’ultimo telefono supporta solo due memorie: la memoria interna (“ME”) e la SIM (“SM”). I parametri che compaiono tra parentesi tonde sono ad ogni modo quelli supportati dal nostro telefono. A questo punto indichiamo al telefono che desideriamo leggere la memoria interna dell’apparecchio. Digitiamo, quindi:

AT+CPBS="ME"

Il comando AT+CPBR=? permette di sapere la memoria a disposizione. Sull’Ericsson usato nei nostri test, il risultato è:

AT+CPBR=?
+CPBR: (1-99),20,18

Il numero tra parentesi è la quantità massima di posizioni di memoria supportate (in questo caso, il numero 99 indica che è possibile memorizzare fino a 99 nominativi nella rubrica del telefono). Ora proviamo a digitare:

AT+CPBR=1,99

Otterremo l’elenco di tutti i nomi memorizzati nella memoria del telefono, dalla posizione numero 1, alla posizione numero 99 (questa operazione potrebbe richiedere un po’ di tempo: cercate di avere pazienza!).

Altri comandi
Ovviamente esistono moltissimi altri comandi AT riconosciuti dai telefoni. Molti comandi sono proprietari e permettono di modificare l’ora dell’orologio interno, la data del calendario, il logo che compare quando si accende il telefono e così via. Purtroppo molti produttori non rendono pubblici questi comandi ma in Rete è possibile trovare quasi tutto, compresi elenchi con i comandi AT che volenterosi utenti hanno scoperto essere supportati da vari modelli di telefoni cellulari. Disponendo di questi comandi è possibile fare molte cose interessanti con il proprio telefono. Chi si occupa di programmazione potrà costruirsi da solo le applicazioni per la gestione della rubrica del cellulare, per modificare i loghi, mandare messaggi e così via. Bisogna solo di avere tanta pazienza, volontà e voglia di sperimentare...

Per le ultime segnalazioni di software e hardware per la comunicazioni con i cellulari consultate il canale "Cellulari" di MacProf

Per discutere di Cellulari e gestire problemi e soluzioni con altri utenti Mac consultate la /messages/4161/365.shtml?1033662318">sezione Cellulari del Forum di ilmioMac