Ffmpeg encoder 0.0.6b: da Divx e VOB a Mpeg1 e 2,
da Mpeg a SVCD e altro...
 
di Settimio Perlini

Creare VCD, SuperVideoCD, XSVCD e DVD direttamente da file DivX, Mov, VOB o MPeg ora è più facile che mai con Ffmpeg encoder su Mac OS X. Ecco le possibilità di un applicativo a lungo atteso che vi permette di trasformare i file provenienti da DVD o da DivX in un formato leggibile anche sui lettori DVD home piu' recenti e su un supporto CD anche con alta qualità. Ed è pure freeware!

Compatibile con Jaguar ( Mac OS 10.2), l'encoder open source che promette di ridurre ai minimi termini i file DivX e VOB.
Il software che scaricate da internet è in realtà l'interfaccia visuale dell'applicazione che si basa su un motore di encoding non incluso ma con una una applicazione che vi fornisce l'installazione automatica

Per far funzionare ffmpeg è necessario perciò scaricarsi l'ultima versione del codice di mpeg2enc e Mplayer in una qualsiasi cartella del vostro disco rigido seguendo i link indicati nell'applicazione "ffmpeg engines installer"

Nelle nuove versioni 0.0.6 scaricabili da questa pagina abbiamo le seguenti novità:
- visualizzazione di data e ora iniziali e finali della codifica, possibilità di visualizzare direttamente nell'applicazione file di tipo divx o mpeg1/2, eliminata la necessità del "doctoring" dei file Divx per risolvere il problema dell'audio fuori sincrono.

- aggiunto un bottone di "Preview" (anteprima) che permette di vedere il risultato in uscita (solo video)
- aggiunto uno strumento "JOIN" per unire in unico file 2 archivi mpeg-1 o mpeg-2, una volta selezionati il file risultante avra' una estensione ".joined.mpg"

- inserito il supporto per il guadagno audio nella conversione da VOB a MPEG-1/2.
- supporto alla versione piu' recente di ffmpeg del Gennaio 2003 con ulteriore accelerazione Altivec.

- aggiunto "mplayer decode" per la codifica SVCD/DVD.



Ci sono ora tre metodi per codificare un SVCD o DVD.
Il primo piu' veloce e' quello che si ottiene deselezionando sia "QT decode" che "mplayer decode": utilizza mpeg2dec o ffmpeg per decodificare ed è adatto al materiale in formato PAL e ad originali VOB con framerate non variabile (come quelli prodotti da iDVD ad esempio.
Il secondo con "QT Decode" attivato usa Quicktime per la decodifica e risolve i problemi di sincronismo audio con materiale NTSC.
Il terzo attivato con "mplayer decode" acceso usa mplayer per la decodifica e permette la codifica diretta di sottotitoli e DVD inpunt ma è 4 volte più lento degli altri sistemi.
- Nel pacchetto e' inclusa l'applicazione "ffmpegX engines installer" che indica dove scaricare gli encoder e decoder necessari (mpeg2enc, mencoder, mplayer) e li installa per voi nel posto giusto.
- Aggiunta la selezione di inizio-fine di capitoli nella sezione video per permettere la codifica di una parte di un DVD o VOB (utile per gestire la preparazione su diversi CD finali)
- L'authoring SVCD e VCD ora genera il file TOC necessario per la registrazione con Missing Media Burner invece che Toast.
- Viene utilizzato anche il motore di codifica mencoder più' lento di ffmpeg, ma risolve vari problemi del passaggio da VOB a DivX NTSC e PAL e permette l'input diretto da DVD con la codifica mp3 audio (la codifica "DivX" usa mencoder, mentre "fast DivX" usa ffmpeg)

Il software la possibilità di gestire il comando "Split in N chunks" che permette, una volta effettuata la codifica/compressione di dividere il risultato finale in modo che possa trovare posto su 2, 3 o 4 CD diversi: con l'opzione "post processing to XSVCD o XVCD" attivata, saranno preparate diverse immagini di tipo .bin/.cue o .img.



Il comando "Split in N chunks" puo' essere utilizzato con valore N=1 per ovviare ai problemi di mancato riconoscimento da parte di alcuni player DVD o dalla presenza di frame bianchi o durata scorretta sotto QuickTime Player.

Ovviamente la quantità di sezioni che verranno realizzate dipende dalla durata del video sorgente a dal bitrate utilizzato per la compressione. Utilizzando il bitrate video raccomandato per il preset XSVCD di 2000 per il video e 128 per l'audio si possono registrare 50 minuti di Video in un CD da 80 Minuti (e multipli di 50 in più CD) o 45 Minuti in un CD da 74 Minuti, Grazie ad calcolatore di bitrate incluso nell'applicazione è possibile gestire bitrate audio e video diversi (ovviamente basandosi su un bitrate costante - in caso di VBR (bitrate variabile) il calcolatore non funziona).

Per utilizzare il calcolatore e' sufficiente inserire la durata del film in minuti, il numero di CD finali desiderato, specificare se il CD su cui registrete è da 74 o 80 minuti poi cliccare su "Calculate" per trovare il bitrate corretto da utilizzare per massimizzare il risultato.

E' da notare che per avere compatibilita' con i lettori DVD da tavolo e' necessario rispettare specifici bitrate sia per il VideoCD che per il SuperVideoCD: questi si ottengono scegliendo le opportune voci presenti nella finestra principale del programma.

L'opzione "Quick Presets" in basso a destra nella schermata principale permette una rapida operazione di encoding partendo dai formati piu' diffusi a quelli per cui e' possibile prepare un CD leggibile sui DVD home o sui computer.



Con questa opzione e' infatti sufficiente scegliere un nome per il file sorgente e uno per quello compresso finale, schegliere uno dei preset presenti e poi cliccare su "Encode".

Tra le scelte presenti trovate: da VOB a DivX, da VOB o DivX a VideoCD (con la possibilita' di frazionare il risultato su 2 CD e la preparazione di 2 file di tipo .bin pronti per la masterizzazione su Toast), da VOB o DivX a XSVCD di alta qualità (2Mbps MPG1 streams) incluso il frazionamento su 3 CD e la preparazione di immagini di tipo 01.img/02.img da masterizzare su Toast con la modalità XA multitraccia.

E' consigliabile controllare il sampling rate audio e il frame rate video (25 fps per il PAL) e utilizzare gli stessi valori per la codifica per evitare o minimizzare problemi di sincronismo audio.

Attraverso il bottone "Add audio" nei setting Audio è possibile aggiungere un file audio separato in modo da codificare archivi DivX o MPG da due input separati video e audio come .asf e .wav, o .m2v e .m2a. -

L'opzione di postprocessing per i file di tipo Mpeg-1 chiamata "Create XSVCD" permette di creare un file mpeg-1 file come XSVCD (con un filesystem SVCD 1.0 dotato pero' di uno stream mpeg-1 invece che mpeg-2, in modo che possa funzionare con diversi lettori DVD da tavolo che supportano SVCD).

Il formato di uscita sarà movie.mpg_01.img e movie.mpg_02.img (in diverse parti se la divisione e' attivata) queste immagini possono essere masterizzate trascinandole sulla finestra XA multi-track di Toast.

Con la versione .4d viene aggiunta la codifica DivX e MPEG-1 in due passaggi come opzione tra quelle disponibili nella sezione Mpeg 1 e 4. (si consiglia al momento di non fa girare due codifiche in parallelo per evitare errori). -

- ffmpeg ora supporta l'input DV video in AVI container (audio e video) o .dv stream (solo audio).

- aggiunta la nuova opzione per il postprocessing "Keep elementary streams" che mantiene, durante la codifica mpeg-2 sia gli stream audio/video che quelli muxed.
Richiede ovviamente il doppio dello spazio su disco e puo' essere necessario quando volte remuxare gli stream separati o utilizzarli in altri programmi.

- Aggiunti i Tool MPEG per processare i file MPEG senza codifica. Aprite un file di tipo .m2v, .m1v or .mpv per il video o .mpa, .mp2 per l'audio, o un .mpg (muxed video e audio).
A questo punto potrete effettuare le seguenti operazioni:

a) "Mux": Muxare - (in pratica unire) gli stream separati di audio e video utilizzando un profilo gia' pronto (SVCD, XSVCD, DVD, MPEG-2 (generico), VCD, XVCD, MPEG-1 (generico), b) "Postprocess": applicare le opzioni di post processing: spezzare il file in piu' pezzi per inserirlo su CD multipli o effettuare l'autoring per SVCD o VCD.
c) "Demux" per separare video e audio "muxed" in stream separati.

Ecco 3 esempi:
Esempio #1.
Avete un archivio video .m2v video codificato con l'encoder Quicktime MPEG-2 con un bitrate di 2,5M. Avete esportato l'audio come un file .mp2 file.
Aprite entrambi i file nella vista MPEG Tools, scegliete "Author as SVCD", "Split in 3 chunks", "Mux as SVCD", "Postprocess" e poi cliccate su "Go!".
A questo punto non vi resta che masterizzare il vostri SVCD su CD multipli.

Esempio #2.
Avete un file Mpeg1 (muxed audio e video) che e' troppo grande per stare su un CD e volete separarlo in due pezzi. Apritelo con MPEG Tools (lasciate vuoto il campo audio). Scegliete "Split in 2 chunks", "Postprocess" (ed eventualmente "Author as VCD" se volete) e cliccate su "Go!".

Esempio #3.
Volete separare l'audio e il video (.mpa e .mpv) da un file .MPG "muxed".
Aprite il file .mpg in MPEG Tools ( lasciate vuoto il campo audio). Scegliete "Demux" e cliccate su "Go!". -

Nota : lo splitter è ancora in fase "alpha-selvaggia" e funziona meglio con la codifica MPEG2... l'autore sta lavorando per correggere i bug. - il calcolatore di Bitrate permette di scegliere media da 74 minuti e 80 minuti sia masterizzati in in mode-1 (con correzione di errore, meno spazio per i dati, migliore per DivX) o mode-2 (senza correzione di errore, piu' spazio per dati, migliore per VCD/SVCD).


Con le versioni "e" ed "f" del software abbiamo le seguenti novita'.
Aggiunta l'opzione "Passthrough" che permette di copiare lo stream audio o video direttamente sul file di uscita, attualmente funziona solo con in containers AVI in unscita ed è utile per trasformare i file AVI con Audio WMA in MP3 senza ricodificare il video ed effettuare una semplice operazione di remux.
Aggiunto lo strumento "Echo command line" nei Tools che replica cio' che avviene nella command line direttamente nella finestra del Terminale.

Migliorata la gestione del container mov. (si puo' convertire un .mov in formato DV in DivX: e' sufficiente esportare prima il suono in formato WAV e poi "aggiungerlo" con "ADD" nella finestra audio), migliorata la conversione dell'audio WMA partendo da un DivX.
Persistono alcuni problemi nella riproduzione di file creati in formato MPEG1 - VCD, lo sviluppatore
consiglia di utilizzare le opzioni qmin=qmax e mpeg-1 "2-pass" encoding.
Ora e' possibile realizzare processi multipli paralleli di codifica a 2 passate


Nella versione 0.4.g abbiamo le seguenti novità:
E' stato aggiunto il nuovo formato "MPEG-1 VCD".
Simile al vecchio formato MPEG-1 (ancora disponibile a menu come "fast mpeg-1"), ma vengono utilizzati i componenti di mjpegtools per la codifica invece di ffmpeg, per ottenere un stream pienamente compatibile con VCD a bitrate costante e XVCD a bitrate viariabile e la riproduzione su un DVD player.
I file creati con "mpeg-1 VCD" possono essere portati direttamente dentro Toast senza necessità di pre-authoring.
I formati di input possono essere Quicktime MOV in tutti i codec, VOB e tutti i classici formati di ffmpeg.
La codifica e la decodifica sono ottimizzate per Altivec e avvengono in tempo reale su un G4 667 per il passaggio da VOB a VCD.

Aggiunta l'opzione di codifica CBR (Costant Bit Rate) per i VideoCD con compressione mpeg-2 e mpeg-1: CBR è ruchiesto per creare un VCD mpeg1 perfettamente compatibile con i lettori DVD stand-alone o per essere masterizzati direttamente da Toast.
Se il vostro lettore DVD puo' gestire VBR (Variabile Bit Rate) e cioe' la compressione a velocita' variabile questa puo' essere preferita alla precedente perche' permette di ottenere stream di qualita' finale costante e con i settaggi appropriati di quantizzazione anche file di dimensioni piu' piccole.
Se volete -comunque- riprodurre i vostri file su computer non c'e' ragione per scegliere CBR al posto di VBR.

Quando viene effettuata una codifica da VOB a mpeg-2 o mpeg-1 VCD è possibile rinominare il file VOB con una estensione .mov per dare modo a QuickTime di decodificarlo e produrre una migliore sincronizzazione audio: in ogni caso l'audio deve essere decodificato separatamente in formato WAV ed essere inserito nella stessa cartella e con lo stesso nome prima di lanciare la codifica video così che ffmpegX lo selezioni e possa fare il mux con il video codificato.

- Sono state aggiunte le voci DVD PAL (incluso 16:9) nel menu Autosize, utile per codificare mpeg-2 con il rapporto dimensionale giusto i file anche per l'authoring DVD.

Con la versione 0.0.6h e i abbiamo le seguenti novità:
- L'encoding mpeg-2 con l'opzione "mplayer decode" ora gestisce senza problemi la codifica vbr e le opzioni minq.
- E' stato aggiunto un campo "filesize" nel calcolatore di bitrate per stabilire il bitrate necessario per addattarsi ad una specifica dimensione in MB (Calc rate), o per calcolare una durata che che si adatti ad una specifica dimensione in MB (Calc time).
- Sono stati aggiunti i preset "mp2" e "mp3" per codificare solamente l'audio.
Potete utilizzarlo per trasformare un file in input di tipo video/audio muxed (VOB, MPG o AVI) e ottenere un file audio in uscita.
- Se utilizzate un file solo audio in ingresso (AC3, mp2, mp3, wav o altro), allora attivate "Invert mapping" nel tab audio. Utile per veloci conversioni audio: da VOB -> mp3, mp3 -> mp2, ecc.
La codifica mp3 è basata sul motore Lame.
La codifica mp2 è basata sul motore superveloce ffmpeg.


Per discutere dell'uso di ffmpeg abbiamo allestito un'/messages/4160/15210.shtml?1043049709">apposita sezione nel nostro Forum

Abbiamo messo in linea un tutorial passo passo per la conversione di file DivX in SuperVideoCD su questa pagina di MacProf