fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche MACWORLD Radeon: acceleratore del futuro (forse)

MACWORLD Radeon: acceleratore del futuro (forse)

New York Non sono certo dei bei tempi per ATI ne’ dal punto di vista economico (dopo le perdite dell’ultimo quarto fiscale) ne’ dal lato Apple, secondo le ultime indiscrezioni. Quello che da anni appariva ormai come un rapporto indissolubile per la fornitura OEM dei chip video, pare essere agli sgoccioli. Come riportato ieri da Macity, un’infuriato Steve Jobs pare aver sbattuto la porta in faccia anche all’ultimo prodotto di ATI, la nuova scheda di accelerazione Radeon, forse l’asso nella manica della societa’ canadese per accorciare o addirittura cancellare il gap prestazionale nei confronti di 3DFx e nVidia (sul cui sito – per la cronaca – continua esiste una pagina con accesso riservato all’indirizzo http://www.nvidia.com/apple).Ma cerchiamo di riassumere le caratteristiche di questo nuovo prodotto che, anche se forse non apparira’ mai come opzione build-to-order sull’Apple Store, sara’ in vendita come prodotto a se’ stante.La scheda, che si basa sul nuovo chip (o per essere piu’ precisi GPU – Graphical Processor Unit) Radeon, appunto, nasce con 32MB di DDR (Double Data Ram, un nuovo tipo di memoria assai piu’ perforamte della SGRAM finora in uso sulle ATI Rage 128 GL e Pro) e vanta alcune “chicche” tecnologiche di tutto rispetto. Tra queste il Charisma Engine, una unita’ a cui viene demandata l’applicazione di luci e trasformazioni (TCL – Transformation Clipping &Lightening) e Pixel Tapestry Architecture, la prima ed unica architettura, a detta di ATI, che include 3 unita’ di texturing indipendenti per ogni rendering pipeline.Inoltre citiamo anche il Superscalar Rendering, Bilinear e Trilinear Filtering, Anti-aliasing a pieno schermo, Z-Buffering e Double Buffering.Una nota abbstanza interessante di questa nuova scheda e’ che puo’ essere installata anche negli slot PCI a 66Mhz occupati dalla Rage 128 GL all’interno dei G3 Yosemite Blu e Bianchi e dalla Rage 128 Pro all’interno dei G4 Yikes, traendo quindi vantaggio dalla maggior velocita’ (che per i normali slot PCI e’ di 33Mhz).Da citare anche la presenza di una uscita DVI-I digitale per pilotare monitor flat-panel (come quelli ai Apple), TV-Out per il collegamento a schermi e televisioni e il supporto per le accelerazioni Quicktime, Quickdraw, Quickdraw 3D RAVE e Open GL.Vedremo ATI Radeon sugli scaffali a settembre prima in versione AGP (per i G4 Sawtooth) e poco piu’ tardi in versione PCI per tutti gli altri Mac (anche per quelli con slot da 7″ come i Performa o i PowerMac 6400/6500), ma la domanda che forse dobbiamo porci e’ un’altra: in futuro continueremo a vedere schede ATI dentro i Mac? E sopratutto, fino a quando durera’ il rapporto di OEM con Apple?
[A cura di Enrico Querci]

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,985FansMi piace
93,611FollowerSegui