Mal comune…

Anche Dell annuncia che i suoi profitti non saranno in linea con le previsioni per il corrente trimestre fiscale.
Il secondo produttore di computers al mondo ieri sera a mercati chiusi ha infatti diffuso un comunicato nel quale annuncia agli analisti e agli investitori che i guadagni per il quarto saranno inferiori del 3% allo stimato. La flessione, dice Dell, sarebbe da riferire ad una domanda debole in Europa dove non solo il superdollaro ha danneggiato le vendite nello small business ma “dove – secondo il CEO Michael Dell – la gente è meno incline a spendere in prodotti tecnologici”.
La battuta di arresto di Dell è significativa per i mercati americani. Il produttore di PC, per la sua solidità  e le prospettive di crescita, è stato a lungo uno titoli più in voga tra chi cercava azioni solide e lucrose. In aggiunta a ciò ora qualche analista comincia a sospettare che, proprio per la rilevanza di Dell nel settore professionale (i due terzi del suo fatturato vengono realizzato in quell’ambito) i problemi potrebbero diffondersi anche ad altri produttori, il calo di Dell, insomma, potrebbe essere un sintomo di un malessere diffuso. Se così fosse le previsioni di crescita del segmento elaborate da PC Data e che stimano in un +14% l’aumento delle vendite rispetto allo stesso periodo dello scorso anno dovrebbero essere ridimensionate.
Dell, che aveva chiuso in rialzo la seduta a Wall Street, ha fatto segnare un calo nell’after hours di circa il 10%

Offerte Speciali

AirPods 2 con custodia a ricarica wireless al prezzo minimo: 196,90 €

AirPods 2 quasi a metà prezzo e al minimo storico, 99 euro

Su Amazon gli AirPods 2 senza custodia di ricarica wireless vanno al minimo storico: solo 99 euro.
Articolo precedenteLabView 6i per Mac
Articolo successivoRighe o spaccature?
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,939FollowerSegui