Home MacProf Office / Gestionali Microsoft e Apple, l'accordo continua

Microsoft e Apple, l’accordo continua

Nessun proclama trionfale né abbraccio storico alla conferenza stampa di ieri nel corso della quale si doveva fare il punto sui rapporti tra Apple e Microsoft.
Nessun dettaglio sconvolgente o nuovi annunci paragonabili a quelli che cinque anni fa, con Gates in collegamento diretto via satellite ad un keynote di Jobs, siglarono un patto per il porting di Office su Mac OS e l’installazione di IE come browser di default del sistema operativo di Cupertino.

L’incontro di ieri è stato solo un resoconto dell’attività  degli ultimi anni senza enfasi né particolari sorprese, ma la sostanza è quella prevista:

Microsoft continuerà  a supportare Mac anche in futuro e anche senza che l’accordo formale abbia necessità  di essere rinnovato.

Ad annunciarlo il responsabile del settore Mac di Microsoft, Kevin Browne: “Il nostro patto – ha detto – è terminato, ma la nostra attività  nel campo Mac continuerà  senza ombra di dubbio. Andrà  avanti fino a quando avrà  un senso sotto il profilo commerciale. Non è necessario alcun accordo scritto per questo”, ha aggiunto Browne, lasciando intendere che fino ad oggi Microsoft ha avuto un ritorno economico dal suo impegno nel mondo Mac.

Al momento, è stato precisato nel corso dell’evento, gli ingegneri delle Finestre stanno focalizzando la loro attenzione su Microsoft e Internet Explorer.

“In primo piano – ha detto Browne – in questo momento abbiamo un service pack Office e un nuovo MSNMessenger”

L’update, ha detto Browne, dovrebbe includere un migliaio di bug fix, ma anche garantire maggiore stabilità  e velocità . In aggiunta a questo l’update, denominato SR-1, supporterà  l’antialiasing del testo, connettività  ad Open Database che permetterà  il dialogo con server che usano database come SQL e Oracle e permetterà  di importare dati da Filemaker.

Browne ha detto che la sincronizzazione con i Palm è allo studio ma potrebbe arrivare più tardi rispetto al rilascio di SR-1.
Un aggiornamento per Office (questa volta a pagamento) arriverà  entro la metà  del 2003.
Per quanto riguarda IE Microsoft sta studiando un aggiornamento completo che andrà  dall’interfaccia al motore di rendering. “In questo momento – ha detto Browne – IE non è precisamente quello che abbiamo in mente. Vogliamo migliorare le prestazioni, implementare una infrastruttura di supporto alla sicurezza e il rendering HTML e XML”
Microsoft, oltre a Office e IE, sta studiando anche altre iniziative in campo Mac.

Tra queste l’implementazione dei servizi .NET anche sui client Mac, ha precisato Browne. Il Mac, in ogni caso, non potrà  recitare un ruolo da server in questo campo, ma permetterà  l’accesso ai servizi in quanto macchina client.
“Quello che cercheremo di fare è supportare il Mac nell’integrazione con il mondo PC e quindi anche nei servizi .NET”, ha detto Browne

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,937FansMi piace
93,806FollowerSegui