Mozilla «Microsoft che usa Chromium è una decisione pericolosa»

La nuova versione del browser Microsoft Edge sfrutterà il motore Chromium di Google. Non è una buona notizia secondo Mozilla «Cedere il controllo di fondamentali infrastrutture online a una sola azienda è qualcosa di terribile»

SAlute di Internet

La decisione di Microsoft di sviluppare la nuova versione del browser Edge (che arriverà anche su Mac) usando il “motore” Chromium sfruttato da Google, non piace a Mozilla. In un post sul blog aziendale, gli sviluppatori di Firefox spiegano che la scelta degli engine usati nei browser come Chromium per Google e Gecko Quantum per Mozilla può sembrare poco rilevante per l’utente finale ma tale componente è determinante per aspetti che consentono di decidere ciò che si può fare e ciò che non si può fare con un browser, funzionalità di sicurezza di cui tenere conto o meno, e altre che permettono di determinare in che modo l’utente può controllare i servizi sfruttabili da un sito.

Secondo Mozilla la decisione di Microsoft di usare Chromium darà a Google una maggiore capacità d’azione, decidendo unilateralmente le possibilità offerte a ciascuno di noi. «Da un punto di vista commerciale – scrive Mozilla – La decisione di Microsoft potrebbe avere senso. Google è molto vicina al controllo totale delle infrastrutture che gestiscono le nostre vite e non è redditizio continuare a combattere contro tutto questo». E ancora: «L’interesse degli azionisti di Microsoft è tutelato rinunciando alla libertà e alle scelte un tempo offerte da internet». «Google è un concorrente agguerrito, con dipendenti di grande talento, e ha un monopolio con caratteristiche uniche». «Il predominio di Google nel settore delle ricerche, dell’advertising, negli smartphone e nella gestione dei dati, consente loro di giocare su un campo ampiamente inclinato a nostro sfavore».

Firefox«Da un punto di vista sociale, civile e di responsabilizzazione individuale, cedere il controllo di fondamentali infrastrutture online a una sola azienda è qualcosa di terribile». Per questo Mozilla esiste. Siamo in competizione con Google non perché sia una buona opportunità commerciale ma perché la “salute” di Internet e della vita online dipendono dalla concorrenza e dalla possibilità di scelta. Dipendono dalla possibilità per i consumatori di scegliere qualcosa di migliore e agire».

«La decisione di Microsoft renderà più complicato far prosperare Firefox? Potrebbe. Rendere Google più potente comporta rischi su più fronti e una parte importante della soluzione dipende da ciò che fanno sviluppatori web e operatori economici che creano siti web e servizi. Se un prodotto come Chromium ha abbastanza quote di mercato, potrebbe essere più semplice per gli sviluppatori web e attività commerciali portarli a non preoccuparsi se i propri siti/servizi non funzionano con cose diverse da Chromium. È ciò che è accaduto quando Microsoft aveva il monopolio dei browser nei primi anni 2000 prima del rilascio di Firefox ed è quanto potrebbe accadere di nuovo».

Mozilla consiglia a quanti non l’hanno ancora fatto di scaricare Firefox, spiegando che la nuova release è decisamente migliore della versione di 18 mesi addietro, vantando notevoli migliorie in termini di performance. “Provate Firefox come browser di default per una settimana e decidete”. “Rendere Firefox più forte non risolverà tutti i problemi della vita online; i browser sono solo una parte di un’equazione più grande ma se riterrete Firefox un buon prodotto per voi, il suo uso contribuirà a rendere Firefox migliore. L’uso aiuterà sviluppatori web e attività commerciali a guardare al di là di Chrome, permettendo a Firefox e Mozilla a rendere la vita su internet migliore, a offrire più scelta, più possibilità sul fronte sicurezza, aumentare la concorrenza».