Home Macity In Evidenza Nuova musica in casa Apple

Nuova musica in casa Apple

Dischi da 10, 15 e 30 GB, nuovi controlli, un dock per la ricarica e il collegamento ad accessori audio e l’atteso servizio di dowload musicale. Si sono avverate tutte le previsioni dei siti dediti alle indiscrezioni e dei molti giornali che nel corso delle passate settimane si erano sbizzarriti a prevedere che cosa di nuovo covasse in seno ad Apple.

“Pezzo forte” della conferenza stampa di Jobs i nuovi lettori MP3, ora con nuovi dischi, nuovo case e la capacità  di supportare anche il nuovo formato AAC. Sono ancora tre i modelli disponibili, uno da 10 GB, uno da 15 e uno da 30 GB. Si tratta di prodotti sostanzialmente identici tra di loro ma che differiscono in maniera consistente dai precedenti sia nel case che nei controlli.

La porta Firewire è stata spostata nella parte inferiore, sono presenti bottoni (retroilluminati) tradizionali invece dei tasti che circondavano la rotella. Compare per la prima volta in un prodotto Mac USB 2.0 (per gli utenti PC, dice Jobs) che sarà  supportato con un aggiornamento firmware tra breve. Il cavo USB 2 sarà  venduto a parte. I nuovi iPod (tranne il modello da 10 GB che manca anche di telecomando) hanno un dock per la ricarica e la connessione. Il dock serve anche per connettere l’iPod a dispositivi audio, come stereo e amplificatori esterni.

Il software consente ora la personalizzazione del menù principale; sono stati aggiunti anche l’allarme e due altri giochi.

I costi restano sostanzialmente identici a quelli precedenti: 299, 399 e 499 dollari e saranno disponibili da venerdì negli USA e dalla prossima settimana al di fuori dal territorio nazionale americano.

Con i nuovi iPod è stata rilasciata anche una nuova versione di iTunes, la 4.0, che presenta numerosissime novità . La principale è il supporto di AAC “che ha una qualità  molto superiore a quella di MP3”, ha detto Jobs. iTunes però é anche in grado di salvare in DVD e di comunicare via Randezvous, riproducendo audio da altre macchine connesse in rete (senza dare accesso alla copia dei file). E’ anche possibile trascinare le copertine dei dischi che si scaricano dalla rete per farne delle cover virtuali.

iTunes è anche alla base del sistema di download di musica on line che Apple lancia oggi.

Apple, secondo Jobs, ha fatto ogni sforzo per renderlo facile da usare, sicuro e immediato. A disposizione degli utenti ci sono 200.000 differenti canzoni, frutto di un accordo con le cinque maggiori case discografiche. Tra queste anche pezzi che non sono mai stati disponibili in forma digitale per l’acquisto su Internet, come quelli di Bob Dylan e degli U2. La qualità  è garantita dalla codifica in AAC “migliore di quella del CD” dice Jobs. Ciascuna canzone avrà  un preview di 30 secondi e per acquistarla basterà  un click.

Apple ha implementato anche un sistema di protezione per i minori (le canzoni con contenuto che può essere volgare od offensivo vengono opportunamente segnalate) e un sistema di navigazione di ricerca molto evoluto e che si fonda, appunto, su iTunes.

Infine la notizia che in molti si attendevano: il servizio è in funzione per ora solo per gli USA (e solo per Mac). Altre nazioni verranno aggiunte successivamente.

Nel finale vengono mostrati dei filmati pubblicitari che vendono come protagonisti Bono, Alanis Morrissette e altri con lo scopo di promuovere il nuovo servizio

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,934FansMi piace
93,806FollowerSegui