fbpx
Home Macity Apple History & Lifestyle Oggi è storia: iMac e MacBook con Intel

Oggi è storia: iMac e MacBook con Intel

H 18.03: SPARSI PER IL MONDO
A Londra per l’Europa è stato appena annunciata la partecipazione al Bett con il rinnovo del sito educational. A San Francisco l’evento non è ancora iniziato. Molta gente nel salone del keynote; gli addetti alla sicurezza e all’organizzazione stanno cercando di far sedere tutti prima dell’inizio del discorso di Jobs.

H 18.09: ECCOCI
Partito il keynote; Steve Jobs inizia con il solito aggiornamento sui negozi e sullo “stato delle cose” in casa Apple. Il mercato ha prodotto 1 miliardo di dollari di fatturato per i negozi di Apple.

H 18.11: RECORD DI IPOD
Jobs svolge un aggiornamento sugli iPod. 32 milioni di pezzi venduti nel corso del quarto fiscale. Le canzoni vendute sono 850 milioni. Il ritmo è di un miliardo l’anno. La quota di mercato di Apple nel campo della musica digitale è dell’83% (negli USA, presumibilmente). Apple ha venduto 14 milioni di iPod nel quarto fiscale. Molti di più delle previsioni.

H 18.16: IL VIDEO SU IPOD CONQUISTA IL PUBBLICO
Jobs: “siamo molto contenti, soprattutto perché anche i nuovi contenuti, i tv show, stanno andando molto bene. Otto milioni dal 12 ottobre scorso. Un volume veramente notevole, che ci fa molto felici… Per la prima volta abbiamo anche lo sport, tramite ABC e ESPN”

H 18.19: IPOD RADIO REMOTE
Jobs annuncia un sintonizzatore radio per l’iPod . Servirà  a sentire la musica delle radio usando il lettore di musica digitale e a fare da controllo. Funziona con il nano che il video. Appare un nuovo menu, color metallizzato, che permette via software di sintonizzare quel che si vuole. Costa 49 dollari ed è in vendita da oggi. Interessante lo schermo che rappresenta graficamente la sintonizzazione.

H 18.23: NUOVI SPOT PER IPOD
Nuova pubblicità  per gli iPod, basato sulla musica di Winton Marsalis. E’ il musicista jazz che è stato ospite di apple alla presentazione di nuovi ipod alcuni mesi fa, e lo spot continua la tradizione delle shilouette riconoscibili però come quella degli spot con gli U2.

H 18.26: ILIFE 06
Dimostrazione di Aperture. Mac OS ha ora 1500 widget. Nella nuova versione del sistema operativo Apple ne ha aggiunti altri suoi: uno per fare ricerche su google (che apre safari) una nuova versione di quello per di address book (rubrica), location dove si scia, nuovo calendario nuovi di sport, con i risultati. Poi Jobs presenta iLife 06

H 18.26: NOVITA’€™ E ANCORA NOVITA’€™
Importanti aggiornamenti per le applicazioni. Nuovi album per iPhoto. Nuovi templates per creare cartoline d’auguri con iPhoto. Vari effetti speciali. Editing a pieno schermo, confronto tra foto, foto casting (condivisione con foto su Internet con password attraverso album). Aggiornamento “gigante di iLife”, dice Jobs. Funziona con anche con Windows, basta sottoscrivere un Photocast. Effetti ad un solo click. Dimostrazione: due album selezionati (uno è foto ci compleanno e l’altro vacanze in Italia) e si possono automaticamente caricare su DotMac, come i calendari di iCal. Questi album di foto, tramite DotMac, diventano album speciali che chi guarda vede attraverso iPhoto nel momento in cui li scarica.Migliore qualità  della carta e del tipo di oggetto che è possibile ordinare online partendo da iPhoto attraverso il negozio di Apple. Si possono fare calendari, con giù foto, commenti e altre cose inserite dentro. L’ideale per condividere le foto ad esempio con amici e parenti. Bisogna essere utenti . MAc per metterle online, ma dato che si usano tecnologie di base, come gli RSS, condivise da tutto il mercato, non occorre neanche essere utenti Mac per poterli guardare… Sempre più veloce, per migliorare le performance del programma più “più pigro” della scatola. Si passa da 25 mila a 250 mila foto gestibili attraverso il programma.

H 18.35: IMOVIE HD
iMovie HD (alta definizione). Temi animati, effetti in tempo reale. Possibile creare automaticamente dei podcast video.Nuovi effetti e titoli e altri strumenti di gestione della post produzione, ma in più ci sono anche i temi animati di genere diverso da quelli visti sino a questo momento. Gli effetti possono essere fatto attraverso una finestra che si sovrappone in maniera trasparente a quelle di iMovie. il filmato scelto per l’animazione racconta di un viaggio in Italia, tra Firenze e Venezia… con li sottofondo di Renato Carosone, “Tu vuoi fare l’americano”. La gestione dei temi animati consente di rendere molto più vivace il filmato, giù di notevole qualità  grazie alla migliore resa dell’HD. Il secondo filmato fatto con iMovie che Steve Jobs mostra, per illustrare i differenti effetti disponibili, riguarda invece che una gita familiare tra Firenze e Venezia, la vacanza avventurosa e sportiva di un gruppo di giovani. Nuovi iDVD con menù wide screen e supporto di masterizzatori di terze parti.

H 18.49: GARAGEBAND PUBBLICA PODCAST
Garageband presenta nuove funzioni, anche queste finalizzate alla pubblicazione web di podacast. Podcast studio per migliorare la registrazione. Può inserire foto anche nel podcast audio. In pratica, con 200 effetti liberi da royalty, 100 jingles e un effetto di ducking automatico. Possibilità  di usare iChat per fare interviste remote da registrare dentro iTunes. Di questa nuova modalità  di usare GarageBand adesso Steve Jobs fornisce una demo

H 18.57: ECCO IWEB
Di iTunes a quanto pare non c’è bisogno di parlarne, non ci sono novità . Steve Jobs introduce il fatto che sia necessario condividere, il massimo desiderio, i dati attraverso la rete. Ecco quindi che arriva la sesta applicazione che permette di condividere foto, filmati, video podcast, la musica preferita, blogs e tutti i tipi di podcast possibili. Si chiama iWeb, poprio come era stato annunciato dai siti di rumors, cosa che Steve riporta subito, criticando il fatto che ci siano applicazioni facili ma brutte, difficili ma molto belle. Quello che Steve mostra con iWeb è di creare siti in maniera molto semplice con effetti molto belli. Templates creati da Apple, media browser per girare tra i dati presenti già  sul computer, publishing di blog e publishing di podcast molto semplificato, uso di DotMac. Il risultato, nelle immagini che Steve Jobs mostra dal palco del moscone center, sono con un impatto grafico chiaro e molto grafico, per mostrare forse anche che si tratta di pagine fatte tramite un computer che comunque una lunghissima tradizione nella realizzazione di questo tipo di design. Si può anche integrare album e altri tipi di modalità  di fruizione delle immagini, sottoscrivere attraverso il meccanismo dei feed Rss. Sia per la pagina che per i vari tipi di contenuti multimediali (podcast, videocast etc). Steve fa partire un’altra demo dove mostra in pratica il funzionamento dell’applicazione, dall’interfaccia molto semplice e pulita.

H 19.05: E POI ANCHE IWORK ‘€˜06
Terminata la demo, nel corso della quale, in cinque minuti Steve ha creato il suo sito personale, con pagine di testo, blog, album di fotografie e anche la pagina di podcasting. Con grandissima semplicità  e integrazione tra le varie applicazioni di iLife e delle cose che sono contenute all’interno del Mac come dati personali. Ci sono vari template giù pronti, anche se poi si possono scegliere differenti tipi di template o crearne di nuovi. Questa è iWeb, la sesta applicazione di iLife, mantenendo lo stesso prezzo per la suite di 79 dollari, E’ disponibile a partire da oggi. In più, arriva l’opzione da 99 dollari per cinque computer. Ed è, poi, gratis su tutti i nuovi Mac. Per quanto riguarda DotMac, che cambia forma come scatola, sulla falsariga di iLife, adesso sta cominciando ad avere successo, con più di un milione di abbonati. Adesso si parla anche della nuova versione di iWork ‘€˜06, che con Keynote e Pages vede adesso miglioramenti della qualità  delle charts, tabelle con calcolo, riflessi di immagini, nuovi formati e nuovi temi. Costa 79 dollari ed è disponibile da oggi, 99 dollari per cinque computer (Family pack) e soprattutto 30 giorni di prova sui nuovi Mac.

H 19.11: RULLO DI TAMBURI
Apple aveva annunciato che i Mac con Intel sarebbero arrivati in giugno…

H 19.12: ECCO I PRIMI INTEL SU MAC
Entra attraverso una nebbia l’uomo di Intel, vestito con la tuta che porta in mano il wafer di silicio: è il ceo di Intel, Paul Otellini, che si prende in giro. DIcendo: Steve, Intel è pronta, E consegna a Jobs il wafer dorato di silicio, che contiene la base dei futuri chips. E Steve Jobs risponde: Paul, anche Apple è pronta. “Intel è pronta e Apple pure”. Steve commenta verso il pubblico: abbiamo iniziato meno di un anno fa, lasciando la nostra gente a lavorare notte e giorno, anche durante le vacanze, e vorrei ringraziare tutti per dire quanto sia stato duro e veloce il lavoro di tutti. Otellini risponde ringraziando anche lui, le migliaia di persone di Intel che lavorano al progetto di Apple. Otellini cita anche una frase del fondatore della società , che è “facciamo qualcosa di bello nel mercato”. Paul e Steve si stringono la mano, Otellini lascia il palco e steve adesso parla di quelle che sono le novità 

H 19.14: IL IMAC CON INTEL
Jobs presentaiMac con Intel, uguale al precedente ma con processore Core duo. Da due a tre volte più veloce. Sul processore da 2 GHz a confronto: Spec Rate 2000 da 10.2 a 32,6; SpecRate FP 13 a 27.1; uguale il costo. Un processore dual in ogni iMac. I nuovi intel sono strati utilizzati per fare la demo, sono quelli presenti sul palco, (e molte parti della demo andavano veramente veloci).

H 19.21: LA FEDELTA’€™ DEI (QUASI) ALLEATI
Mac OS 10.4.4 è nativo per Mac con Intel. Tutte le nuove applicazioni sono native in Universal Binary. Le applicazioni Pro saranno Universal Binary da marzo. In ogni caso le vecchie applicazioni funzionano bene grazie a Rosetta. Dimostrazione di varie suite, come Office. Tra gli altri software che funzionano sulla nuova versione di Intel Mac ci sono quelli di Quark con la prossima versione di Xpress. Sul palco sale Roz Ho, general manager della macintosh business unit che illustra i lavori per dare la versione office e messanger pronta per universal binary tutto pronta ma non viene indicato quando. In realtà  infatti, Microsoft lavora anche all’ottimizzazione di Rosetta in maniera tale che funzioni bene. Tra le piccole novità  che arriveranno con il prossimo update sarà  per entourage, con più telefono e palmari compatibili, spotlight per la ricerca, una nuova versione di messenger. Alla fine Roz Ho annuncia l’accordo con Apple, in base al quale per almeno cinque anni ci saranno versioni aggiornate di Office per Mac. Questo per testimoniare l’incredibile successo di Office per Mac. “siamo qui per restare, ragazzi”, conclude Roz Ho.

H 19.24: ENTRO FINE 2006 TUTTO SARA’€™ INTEL
La roadmap di transizione continuaerà  attraverso tutto l’anno sino ad arrivare al prossimo dicembre con tutti i computer passati a Intel. Steve Jobs adesso presenta il nuovo spot che presenta il nuovo spot che gioca sul fatto di liberare i chip di Intel dalla prigionia all’itnerNO di un Pc.

H 19.28: IL MACBOOK PRO
Arriva anche un portatile con processore Intel. Si tratta del MACBOOK PRO che prende il posto dei PowerBook. Abbiamo provato a fare di tutto per infilare un G5 lì dentro ma non ci siamo riusciti (Jobs mostra anche la foto del Papa per dire che è stato consultato chiunque per far entrare il G5 dentro un PowerBook). Il nuovo portatile ha due nuclei, ed é di 4/5 volte più veloce dei vecchi PowerBook: schermo da 15,4 pollici, sottilissimo. iSight integrata.Connettore magnetico per l’alimentatore. ATI Radeon 1600. Dischi SuperATA; 1.67 e 1.83 GHz Core duo. Disponibile da febbraio
Consumo performance per watt dei computer: attuali G4, 0,27 possibili G5 0,23. Con Core duo fatto si ha un rapportio quattro volte migliore. Mostra i risultati del test: secpntrate2000 6,7 (g4) 30,3 (duo) 4,2 virgola mobile 4,9 25,6 (5,2x). Mostra la demo della connessione con la videocamera integrata. C’è ovviamente in linea Phil Schiller, seduto all’interno della hall che fa la connessione utilizzando un nuovo portatile di Apple. E’ seduto a poche file di distanza dal palco. Integra anche FrontRow come su un iMac. Infine, MagSafe, nuova funzionalità . Si tratta di un sistema differente per legare l’alimentatore in maniera differente, in maniera tale che se viene colpito si stacca subito, senza tirarsi dietro il computer. E’ alto un pollice (circa 3 centimetri), 5,6 libbre di peso. Prezzi: 1999 dollari con 1,67 intel core duo; 2499 con 1,83 mhz, entrambi con bus da 667 mhz. Isciranno a febbraio e gli ordini si stanno prendendo a partire da adesso.

H 19.28: COMPLIMENTI PER LA TRASMISSIONE
Steve Mostra di nuovo lo spot con Intel, mentre il keynote si avvia a chiudere.
Si è trattato di un anno molto faticoso e lavorativo, dice steve jobs, che chiede a tutti quelli che hanno lavorato in Apple ai nuovi prodotti di alzarsi nella platea mentre si accendono le luci e inizia un lunghissimo applauso. A questo punto, dopo aver ringraziato ancora, Steve Jobs ringrazia anche la gente di Intel, che ha permesso di arrivare a questo risultato così velocemente.

H 19.29: VECCHI TEMPI
A questo punto Steve Jobs mostra che Apple fu fondata il 1 di aprile 1976. Nel 1 aprile 2006 saranno trenta anni. Trent’anni che si fanno i migliori computer nel mondo, mostrando una foto sua e di Woznialk giovani davanti all’Apple I

otellini e jobs

Offerte Speciali

Airpods Pro al minimo prezzo storico: sconto da 45 euro

Ultime ore Black Friday: tornano gli Airpods Pro a 199,99 €, AirPods 2 a 119 euro

Su Amazon gli Airpods Pro scendono di prezzo. Le comprate a prezzo scontato e spedizione immediata a 199,99 euro invece che 279 euro anche grazie ad uno sconto nel carrello.