fbpx
Home Macity Apple Bugs & Bug Fixes OS X 10.9 Mavericks: un grave bug colpisce i dischi esterni

OS X 10.9 Mavericks: un grave bug colpisce i dischi esterni [aggiornato]

Naturalmente numerosi utenti hanno già aggiornato al nuovo OS di Apple e hanno senz’altro utilizzato successivamente unità esterne per archiviare e accedere ai dati. Invitiamo i lettori che non hanno riscontrato problemi con i propri dischi fissi esterni e, a maggior ragione, gli utenti che invece hanno subito perdite di dati, a comunicare la propria esperienza alla redazione di Macitynet.

Nel momento in cui scriviamo Apple e i principali costruttori di dischi fissi non hanno ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali, così la situazione risulta ancora piuttosto confusa. Il grave problema della perdita totale dei dati conservati sui dischi fissi esterni sembra colpire indistintamente unità esterne collegate via Thundebolt, Firewire e in alcuni casi anche dischi fissi esterni USB.

Anche se nella maggior parte dei casi viene riportata la perdita di dati da unità WD, non mancano diversi esempi di utenti che hanno perso dati su unità di LaCie. Per il momento sono disponibili solo ipotesi: secondo molti il problema sarebbe causato dall’incompatibilità del software di gestione WD Drive Manager con il nuovo OS X 10.9 Mavericks. Secondo questa interpretazione questo software modificherebbe la configurazione delle unità RAID o in qualche modo modifica i dati essenziali di partizionamento delle unità esterne, cancellando l’intero contenuto dei dischi esterni, non solo quelli WD ma anche le unità di altri costruttori collegate ai Mac con Mavericks.

Questa versione comunque non sembra valere per tutti i casi: alcuni utenti lamentano la perdita completa di dati pur non avendo usato il programma WD Drive Manager.

Quello che appare purtroppo certo è che numerosi utenti dopo l’update a Mavericks hanno continuato a lavorare normalmente salvando e accedendo ai dati sui dischi esterni o creando backup via Time Machine o altri software di backup. In alcuni casi subito dopo l’update a Mavericks, in altri casi invece dopo un paio di giorni dall’aggiornamento di OS X, i dischi fissi esterni appaiono come riformattati e con i dati completamente cancellati. Alcuni professionisti e utenti che conservano dati importanti di lavoro dichiarano che i più diffusi software di recupero dati risultano inutili e che saranno costretti a richiedere il recupero dati professionale che può arrivare a costare oltre 1.00 dollari o euro per intervento.

Sicuramente nelle prossime ore ci saranno comunicazioni da parte di Apple o dei principali costruttori di dischi fissi. Pe il momento è consigliabile evitare di collegare qualsiasi disco fisso esterno ai Mac che funzionano con OS X 10.9 Mavericks. Così come appare ora sembra trattarsi di uno dei più gravi bug in cui gli utenti Mac siano incappati da diversi anni a questa parte. La società che riconoscerà la colpa di questo bug, se non sarà possibile un recupero dati via software eseguito dall’utente, molto probabilmente dovrà farsi carico anche di rimborsare i servizi di recupero dati sostenuti dagli utenti.

Si consiglia inoltre di non riformattare o intervenire sul disco per non perdere i definitivamente i dati con scarse o nulle possibilità di recupero.

[Aggiornamento del 31 Ottobre: il problema sembra essere relativo ad un bug non di Mavericks ma del software  di Western Digital: leggete su questa pagina le avvertenze di WD]

[Aggiornamento del 5 Novembre 2013: ecco la risposta ufficiale e le istruzioni di Western Digital tradotte in italiano: su questa pagina di Macitynet]

 

Offerte Speciali

Offerta sotto l’albero: iPhone 11 scontato di 100 euro

iPhone 11 da 128 GB verde scontato di 110 euro, altri colori sconto da 90 euro

iPhone 11 scende di prezzo. Sconto fino a 110 euro per il modello da 128 GB in colore verde, la novità dell'anno 2019/20
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,371FansMi piace
94,649FollowerSegui