Palm, succursale Apple

Palm sta diventando una vera e propria succursale di Apple. Al già  nutrito numero di top executives che hanno avuto esperienze lavorative più o meno importanti in seno alla società  di Cupertino e cui abbiamo fatto cenno qualche giorno fa, si sono aggiunte ultimamente nuove figure note al popolo della Mela.

Alla WWDC keynote di Jobs

In pochi ne dubitavano ma ora c'è anche la conferma ufficiale: sarà  Steve Jobs a tenere il discorso ufficiale di inaugurazione della WWDC di San José. La conferenza degli sviluppatori si apre il prossimo 15 maggio e si chiude il 19 al Convention Center della città  californiana. "La conferenza - dice Steve Jobs in un comunicato sarà  il più importante evento dell'anno per gli sviluppatori di MacOs X. Stiamo pogrammando la più grande e migliore conferenza per sviluppatori nella storia di Apple". Il comunicato rende noto che gli argomenti principali saranno: Mac OS X (Darwin, Cocoa, Quartz, Carbon e Aqua); Digital Media (QuickTime(TM), OpenGL e Java); Networking e Securezza (IPv6 e 802.11); Hardware (iMac, iBook, PowerBook, Power Mac G4 e Velocity Engine, AirPort, USB and FireWire), e gli strumenti di sviluppo (WebObjects, prestazioni di Velocity Engine e ottimizzazione).

SurfExpress gratuito

SurfExpress troverà  nuova vita, sfuggendo all'abbandono dello sviluppo che era stato pavenato qualche settimana fa, nel mondo delle applicazioni sponsorizzate. Lo annuncia Connectix presentando alla stampa un accordo con Radiate, una società  leader nella commercializzazione di prodotti concessi in uso dietro la visione di banner pubblicitari. In seguito a questo accordo sarà  possibile usare gratuitamente SurfExpress (che consente mediante un complesso sistema di cache e di ottimizzazione una visualizzazione più rapida ed efficiente delle pagine Web) a patto di accettare la visione di pubblicità  sul proprio desktop. La strada è stata scelta anche da alcuni grandi produttori, come ad esempio Eudora che concede il client e-mail in versione Pro dietro la semplice visione di "spot" che non disturbano l'utilizzo dei suoi servizi. SurfExpress sarà  disponibile a breve dai principali siti di Download

Apple, nuovi distribuitori per un mercato che cresce

"E' l'incremento del mercato che ce lo chiede. Oggi la fetta di torta che possiamo offrire per la suddivisione è molto più grande di quella che avevamo a disposizione due anni fa". Sono proclami ottimistici quelli che Jeff Hansen, Apple senior director of U.S. channel sales and distribution, fa seguire all'annuncio che la società  ha individuato in Tech Data un terzo distributore per il mercato americano. Infatti dopo Ingram Micro e Pinacor, come già  riportato da Macity alla fine della scorsa settimana, in USA anche Tech Data ha cominciato a stoccare e rifornire i negozi con prodotti Apple. "Vogliamo mantenere la giusta velocità  - ha detto ancora Hansen - dell'afflusso dei prodotti nei canali. Aggiungere un nuovo distributore è il miglior modo per poter raggiungere questo scopo".

Record storico per AAPL

Nuovo record storico per il titolo Apple. Nella ottima giornata del Nasdaq AAPL ha chiuso vicinissima a quota 135$ (134 15/16)facendo segnare un rialzo del 9,71%. Nel corso della giornata il titolo di Apple ha anche superato i 138 dollari, che è il record assoluto per le azioni della società  di Cupertino.

Internet a banda larga, ma non così larga

Modem a cavo travolti dal troppo successo. Sta accadendo negli USA dove la larga banda per la navigazione in Internet corre il rischio di subire uno stop per l'inattesa richiesta dei clienti che sta superando ogni previsione, sia in termini di utenti che, soprattutto, in termini di banda richiesta. Il risultato è che la navigazione ad alta velocità  diventa in molti casi a bassa velocità  con scarsi o nulli benefici per chi ha fatto un investimento anche costoso in connessioni e harware.

Chi ci tutela dai tutelatori?

"Altroconsumo", la rivista degli associati al Comitato Consumatori Altroconsumo, in più occasioni ha dimostrato di peccare in leggerezza quando si tratta di difendere i consumatori dell'informatica. Da queste stesse pagine abbiamo già  notato luoghi comuni e leggende urbane passate come dati di fatto in recensioni e test, un errore davvero imperdonabile per chi avrebbe il dovere di aiutare ad acquistare con coscienza e lungimiranza al di là  del potere imposto dalla dominanza sul mercato. La rivista ci casca ancora nel numero 125 del Marzo 2000

Indagine europea: Microsoft prende tempo

Microsoft prende tempo e chiede alla Commissione Europea una dilazione nei tempi per la presentazione della documentazione sull'esposto antitrust che la vede protagonista anche nel vecchio continente. Lo conferma Michael Tscherny, il portavoce della commissione "La risposta alle nostre richieste - dice Tscherny - è arrivata sabato mattina per via elettronica. Tuttavia la società  ha chiesto una dilazione dei tempi fino al prossimo 15 aprile per fornire ulteriore documentazione e dettagli tecnici per questa prima replica". L'inchiesta preliminare è stata lanciata dalla commissione lo scorso febbraio con lo scopo di verificare se Windows 2000 è stato studiato per rafforare le posizioni dominanti e stabilire un nuovo monopolio in settori come quello dei server e del commercio elettronico. La commissione Europea ha concesso la dilazione dei tempi per la presentazione della documentazione supplementare.

Usb 2 debutta

USB 2 fa la sua prima comparsa sul mercato. A presentare per la prima volta il nuovo standard, evoluzione dell'attuale in uso nella maggior parte dei computer, non è una CPU ma un produttore di scanner. Si tratta di Microtech che ha annunciato nel corso del forum degli sviluppatori Intel un prodotto basato sulla tecnologia di NetChip.

CNN: servers Apple inviolabili

CNN si occupa degli attacchi degli hackers ai server dell'Esercito americano che hanno colpito le macchine basate su NT ma sono andati a vuoto su quelle basate su MacOs e WebSTAR. Il servizio giornalisto definisce "virtualmente invulnerabili" agli attacchi degli hacker le CPU di Apple

Usb hub da Keyspan

Keyspan (distribuita in Italia da Turnover di Napoli) ha annunciato una serie di nuovi hub USB multipiattaforma (Mac e Windows). Gli hub presentano 4 porte e plastiche in quattro differenti colori, la possibilità  di alimentare direttamente via alimentatore i dispositivi connessi o di indurre le periferiche a drenare corrente elettrica dal connettore USB. Il prezzo sul mercato americano è molto accattivante: solo 39$.

Windows 2001 per tutti, Microsoft furiosa

Microsoft è letteralmente furiosa per la comparsa su alcuni siti pirata di una copia illegalmente distribuita del successore di Windows 2000. Il sistema operativo, nome in codice Whistler, ha iniziato a diffondersi nella giornata di ieri ma in brevissimo tempo "è dilagato come un incendio in un sottobosco secco", stando ad alcune fonti giornalistiche. Mentre i responsabili di Redmond stanno cercando di capire come e dove potrebbe essersi prodotta la falla che ha presentato al pubblico un prodotto che non dovrebbe vedere la luce che alla metà  del prossimo anno, grazie a questa diffusione illegale in molti hanno avuto l'occasione di valutare che cosa sta bollendo in pentola nella società  delle finestre. La sorpresa, ma non troppo, forse, è che Windows 2001 sarà  sostanzialmente identico a Windows 2000. Nessuna novità  per l'interfaccia, poche quelle sottopelle. Tra le modifiche più rilevanti potrebbe esserci l'inclusione del browser di nuova generazione, nome in codice Mars. Qualcuno, come The Register, conclude da tutto ciò che nonostante i proclami in base Whistler non sarà  il primo Os unificato (consumer e professionale) di Microsoft.

Ad Alladin Weathertracker

Aladdin ha annunciato di avere rilevato la casa di produzione di software shareware Trexar Technologies, specializzata nella realizzazione di prodotti capaci di scaricare informazioni e notizie da Internet. Tra i prodotti di Trexar, che opera anche nel settore Windows, MacTuner un sintonizzare che consente di cercare e ascoltare radio, trasmittenti e stazioni TV su Internet MacHeadlines, che permette di leggere notizie in una banda di testo a scorrimento sullo schermo e il popolare WeatherTracker che presenta le condizioni del tempo "in diretta" per più di 8000 città  in tutto il mondo.

Card SCSI di Adaptec incompatibili con Pismo

Chi vuole avere una porta SCSI sul suo PowerBook FireWire non può contare, almeno per ora, sulla PowerDomain SlimSCSI 1480 di Adaptec. La card cui abbiamo fatto cenno due giorni fa come una soluzione possibile per chi desidera connettere periferiche tradizionale non è compatibile che con i Wall Street G3 e i Wall Street Lombard. Escluso, dunque, Pismo. LLo annuncia la setssa Adaptec che promette presto drivers che renderanno compatibili le schede con il nuovo hardware. Nel frattempo, pare, la soluzione più affidabile sono le schede di Ratoc, cui abbiamo fatto cenno nelle pillole questa mattina.