logomacitynet1200wide 1

VPC 3.0 con RedHat Linux

Connectix ha iniziato a distribuire la versione RedHat Linux di VPC. Lo ha annunciato la stessa società  con un comunicato che ha confermato le caratteristiche fondamentali del prodotto: crosso platforming reale, Red Hat Linux preinstallato, cambiamento da un ambiente all'altro con un semplice click, supporto Ethernet, nessuna necessità  di riformattare l'HD, supporto ai drivers e periferiche Mac direttamente da Linux. Il prezzo è di 99$. Connectix per l'occasione ha anche annunciato che a fine marzo comincerà  a distribuire anche una versione di VPC con Win2000.
logomacitynet1200wide 1

Soluzioni di telefonia da Emmesoft

Emmesoft, una società  specializzata in soluzioni di telefonia per Mac, organizza per domani, presso l'Hotel Quark di Milano (sala Orione, Via Lampedusa 11)martedi' 14 marzo un incontro riservato ad utenti finali, dealer ed operatori del settore per la presentazione delle sue soluzioni di IVR e voice-processing con Apple , il software PhonePro , il software MegaPhone con le ultime release disponibili, i nuovi driver modem (chipset Rockwell e Lucent) realizzati per il mercato italiano .
logomacitynet1200wide 1

Creative su Mac da fine aprile

MacOs Rumors conferma quanto scritto da queste pagine in occasione dello scorso MacWorld Exo di San Francisco: Creative inizierà  a distribuire i drivers per Mac delle sue schede audio Live! a partire dalla fine del prossimo mese. Inizialmente il software sarà  disponibile sui server del produttore americano, successivamente sarà  dato in bundle nella confezione. In questo modo, anche a livello internazionale, come ci hanno detto esplicitamente i rappresentanti di Creative, un utente Mac sarà  in grado di entrare in un negozio qualunque (non solo un negozio Mac) e acquistare una scheda che funzionerà  sulla sua macchina o grazie ai drivers scaricati da Internet o a quelli che troverà  nella confezione. Secondo MacOs Rumors ci sono possibilità  concrete anche di versioni OEM (preinstallate sulle macchine, dunque) di Live!, ma non prima della fine dell'anno e sui nuovi G4. In realtà  apparirebbe inusuale che Creative e Apple trovassero un accordo per collocare un prodotto di fascia consumer come questo su macchine che sono destinate al business. Live!, una scheda che produce effetti audio tridimensionali e fornisce il supporto ad impianti di diffusione stile home theatre, non può essere usato sugli iMac. Potrebbe però non essere da escludere un impiego direttamente sulla scheda madre UMA 2, in sostituzione della circuiteria audio attualmente in uso.
logomacitynet1200wide 1

RealPlayer 7 Gold

Real Networks ha rilasciato la versione Gold di RealPlayer 7. Grazie all'aggiornamento gli utenti possono ora ricevere un avviso quando sono disponibili nuove notizie sui canali che usano questa tecnologia di stream.
logomacitynet1200wide 1

La distribuzione di Easy Byte ad OpenGate

OpenGate rileva la linea di distribuzione di EasyByte. La nota società  romana, specializzata nella produzione di software gestionale per Mac, cede così ad uno dei maggiori protagonisti del mercato informatico italiano un ramo d'azienda che nel corso del 1999 aveva fatturato 24 miliardi di lire con un margine lordo di 1,4 miliardi e una struttura commerciale che impegna 3 persone. L'operazione non solo è parte della strategia di rafforzamente di OpenGate, che già  serve molti negozi sul territorio nazionale, ma è da vedere come una parte delle complesse manovre in atto nel settore della distribuzione di prodotti Apple che potrebbero portare a breve ad altre notizie di rilievo e ad un sostanziale mutamento del panorama commerciale.
logomacitynet1200wide 1

Apple sempre più interessata ai giochi

Apple è sempre più interessata all'universo dei giochi e in futuro farà  tutto quanto possibile per convincere gli sviluppatori a considerare il Mac come piattaforma ludica. Il proclama è contenuto in tre pagine web che sul sito di Apple spiegano gli sforzi compiuti negli ultimi mesi per supportare il mondo dei giochi. L'articolo, comparso in occasione della ormai conclusa Games Developer Conference, focalizza l'attenzione su alcune scelte strategiche, principalmente l'adozione di OpenGL, delle schede ATI RAGE 128 e dei sistemi di connessione ormai standard nel mondo PC come USB "Questo - sostiene Kathy Tafel, responsabile marketing manager del mercato consumer della società  - ha reso più facile sviluppare per Mac. Per questo sempre più produttori scelgono di rilasciare i loro giochi in multipiattaforma".
logomacitynet1200wide 1

Razer: la precisione è il mio mestiere

Un nuovo rivoluzionario mouse in arrivo per Mac. Si tratta di Razer Boomslang 2000, , prodotto dalla svedese Kà¤rna Technology, un dispositivo USB in grado, secondo il costruttore, di offrire un'esperienza assolurtamente rivoluzionaria per precisione e fluidità  di movimento. Basato su una tecnologia simile a quella di Intellimouse Explorer (niente più "pallina" per tenere traccia dello spostamento del dispositivo, ma una microtelecamera che rileva il flusso di raggi luminosi) Razer è destinato prevalentemente al mercato dei giochi, ma ha caratteristiche interessanti anche per gli utenti che intendono usare la periferica anche non per un uso ludico. Il mouse ha una forma anatomica, un design innivativo ed è dotato della ormai tradizionale rotella per lo scrolling.
logomacitynet1200wide 1

Airport sul 20% degli iBook

Apple sta avendo successo nel tentativo di diffondere l'uso di schede di rete senza fili, ma l'adozione dello standard "IEEE 802.11" procede a rilento da parte dell'industria. "La società  di Cupertino - dichiara a C/Net Katrina Dahlquist, un'analista di IDC - ha raggiunto una percentuale sulla base di installato di iBook del 20%. Tanti sono i portatili venduti con scheda Airport che risponde allo standard. Un dato discreto, ma generalmente l'adozione procede a rilento". Questo nonostante nel business ci siano oggi realtà  di primaria importanza: oltre ad Apple, Dell e Compaq (che però usa un differente standard). La situazione però potrebbe cambiare nei prossimi mesi quando anche IBM, e con lei terze parti, entreranno nel business del senza fili.
logomacitynet1200wide 1

Apple sempre più wireless

Nella strategia di Apple le tecnologie wireless occupano un posto sempre più importante, almeno stando alle recenti dichiarazioni di Poterman, il responsabile europeo per il settore Mobile di Apple e riportate da MacWorld UK.
Tra le strategie future, oltre ad i frutti di una lunga collaborazione con Nokia ed Ericsson, troviamo anche una tecnologia molto interessante per diverse applicazioni: Bluetooth. Vediamone pregi e difetti...
logomacitynet1200wide 1

Il PPC di Apple compie sei anni

I computer PPC di Apple compiono oggi sei anni Il 14 marzo del 1994, infatti, venne presentata la linea che avrebbe per sempre cambiato il volto del mondo Mac introducendo le prima macchine basate sul processore frutto dell'alleanza AIM: Apple, IBM e Motorola. Si trattava del glorioso PPC 601 introdotto in tre varianti: 60, 66 e 80 MHz e montato su tre altrettanti storici Mac: PPC 6100, 7100 e 8100. Sei anni sono appena l'età  per la prima elementare per un essere umano, ma per un computer rappresentano un'anzianità  da Matusalemme. Basta dare un'occhiata alle loro specifiche che confrontate con quelle dei Mac del giorno d'oggi appaiono quasi ridicole: da 8 a 24 MB di Ram, dischi da 210 a 500 MB. Si trattava però di macchine molto robuste, ingegnerizzate con grande sapienza e con margini di crescita amplissimi. La prova nel fatto che un 6100 (in variante 66 MHz con cache di secondo livello da 256 MB) svolge ancora con efficienza il suo compito come seconda macchina di chi scrive queste note. Aggiornato a 260 MHz G3 con un disco SCSI da 10 GB, CD-ROM 24x e 72 MB di Ram è ancora in grado di far mangiare la polvere a numerosi computer con le finestre svolazzanti (Grazie della segnalazione a Franco Tommasi)
logomacitynet1200wide 1

Scarsità  di monitor LCD

Ancora gravi problemi di produzione per i monitor LCD. Al momento, si legge in The Register, la domanda supera la capacità  di offerta del 20%. Questo significa che se anche i produttori stanno cercando di fare fronte alla situazione ben difficilmente si risolverà  a breve. Una recente indagine dimostra, per altro, che la domanda raddoppierà  da oggi al 2002 quando raggiungerà  i 700 milioni di pezzi ogni 12 mesi. All'origine dei problemi l'incapacità  di produrre non tanto i fogli di TFT quanto i chip che gestiscono i monitor stessi. NEC, il maggior produttore mondiale di questi circuiti, sta tentando di tamponare il dilagare dell'arretrato con trasferimento di ordini ad altre società  come Sanyo.
logomacitynet1200wide 1

Anche IBM dice addio al floppy

Anche IBM nella scia di iMac. Big Blue ha infatti presentato ieri una nuova linea di dispositivi consumer denominata NetVista che include, tra gli altri, computer, navigatori per Internet e in futuro numerosi altri prodotti hardware. Tutti saranno contraddistinti da una linea di design innovativa, colore nero e da sistemi di connessione moderni. Niente più porte ISA o seriali, ma USB. IBM è anche la prima società  legata al mondo Wintel a rompere un tabù ancora oggi molto in voga nel mondo delle Finestre, ovvero quello della presenza del lettore di dischetti. Il suo Stardust, un modello della linea NetVista destinato alle aziende, non avrà  il drive Floppy. Con Stardust sarà  sul mercato fin da subito anche un altro computer di fascia bassa denominato Luxor che sarà  finalizzato al networking casalingo e avrà  ben sette porte USB ma solo due slot PCI. Della linea faranno parte anche ben presto un computer per la navigazione in Internet (iCruiser) dotato di schermo a cristalli liquidi da 10 pollici, e un monitor flat. Una campagna da 100 milioni di dollari lancerà  a livello mondiale il marchio e i prodotti NetVista.
logomacitynet1200wide 1

UK: Apple regredisce nel settore portatili

Apple perde quote di mercato in Inghilterra nel settore dei portatili. La notizia viene diffusa da International Data Corporation che colloca la società  di Cupertino all'ottavo posto con il 2,6% del mercato per il 1999, un calo di mezzo punto rispeto al 1998 quando la società  della Mela aveva il 3,2%. Si tratta, a prima vista, di una novità  sorprendente visto quanto accuduto in altre parti del mondo e visto il rilascio di un prodotto come iBook. IDC sostiene però che i dati non sono così strani se si considera che il mercato inglese è distorto da un forte concorrente locale (Research Machines che conquista il primo posto) e che iBook è stato rilasciato solo molto tardi nel Regno Unito (e in Europa), ovvero alla fine di ottobre dello scorso anno.
logomacitynet1200wide 1

Nvidia: “Rilasceremo una scheda per il Mac”

Nvidia rilascerà  una versione della sua scheda che funzionerà  su Mac. L'indiscrezione è trapelata nel contesto della Games Developer Conference (GDC) che si è appena chiusa da San José e giunge da ua fonte che viene considerata vicina alla stessa Nvidia. A rafforzare la tesi che si tratti ormai più che di una semplice voce anche le dichiarazioni, sempre rese nel contesto della rassegna, da Rick Black, portavoce della società . "Il mondo Mac è ora uno spazio che ci interessa - ha detto Black - certamente avremo qualche cosa per la piattaforma entro la fine dell'anno"