Home Macity AggiornaMac Postal 2, il gioco più politicamente scorretto arriverà  sul Mac

Postal 2, il gioco più politicamente scorretto arriverà  sul Mac

Postal torna sul Mac. Il secondo episodio della franchigia resa popolare dalla grottesca violenza, dalle situazioni cariche di pesante ironia, linguaggio esplicito e segnata da un abbondantissimo spargimento di sangue, verrà  infatti portata sulla nostra piattaforma. L’annuncio è stato dato ufficialmente qualche giorno fa, quando è comparsa la richiesta di beta testers in grado di far girare il gioco e collaborare al suo rilascio.

Postal aveva lasciato il segno quando, ormai diversi anni fa, fece la sua prima comparsa su Mac. Si trattava di un gioco d’azione in grafica assonometrica dove il compito dell’utente era sostanzialmente quello di uccidere il maggior numero di persone usando varie armi, dalle più comuni alle più efferate e nei modi più cruenti.

Postal 2 (che tradotto in Italiano suona come “fuori di testa”), sottotitolo “Share the pain”, utilizza l’engine di Unreal Tournament ed è quindi graficamente molto diverso dal primo episodio. Resta identica la filosofia del gioco anche se il plot è decisamente più complesso. Il giocatore, che impersona un programmatore di computer licenziato e come tale disperato, ha il compito di sopravvivere a cinque giorni di follie nel corso dei quali si fanno i conti con bizzarre situazioni e strani personaggi con i quali si può interagire in vari modi, dal più violento possibile a quello pacifico. Inutile dire che le reazioni che avremo di fronte ai vari momenti del gioco determinano le situazione successive. A rendere davvero “particolare” il gioco (e sicuramente adatto ad un pubblico di una certa maturità ) ci sono situazioni come lo spargimento di sangue, la possibilità  di usare droghe e di “marcare il territorio” (ovvero urinare nei posti dove non si dovrebbe…) e un linguaggio decisamente “diretto”. L’intero gioco è segnato da un clima da “America estrema” con persone che sparano se si entra a casa senza permesso, serial killer, donne disposte a tutto, manici che possono uccidere senza motivo e senza preavviso e poliziotti che non ci pensano due volte per menare randellate a destra e manca. C’è persino una celebrità  (Gary Coleman, il ben noto Arnold di Harlem contro Manhattan) che firma autografi in un centro commerciale salvo poi imbracciare un fucile e fare una strage.

Le modalità  di gioco rispettano in pieno lo spirito del gioco. Si può giocare come “Insane” (“schizzato”) oppure con “They hate me” (la giustificazione che spesso avanza chi entra in un ufficio per fare una strage dei suoi colleghi). Ci sono armi di distruzioni di massa e si può persino fare un’escursione alle grotte di Tora Bora per incontrare Osama Bin Laden e non per stringergli la mano nè per assicurarlo semplicemente alla giustizia.

Postal, al momento del rilascio avvenuto negli USA nell’aprile del 2003, ha suscitato polemiche a non finire e anche i più disincantati dei recensori di giochi americani hanno avanzato qualche perplessità . Nonostante lo stile umoristico e la grafica volutamente poco realistica Postal offre più di un elemento di dibattito. Anche gli utenti Mac avranno modo di giudicare di persona.

La data del rilascio di Postal 2 non è stata ancora comunicata.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,821FollowerSegui