fbpx
Home iPhonia iPhone Apple ha aumentato il prezzo di iPhone di oltre il 56 per...

Apple ha aumentato il prezzo di iPhone di oltre il 56 per cento in sette anni

Con il passare degli anni l’impressione che Apple abbia sistematicamente aumentato il prezzo di iPhone è abbastanza tangibile, vista l’impennata di prezzi cui quasi regolarmente assistiamo dopo ogni presentazione di un iPhone di nuova generazione. Macitynet si è chiesto quanto esattamente siano aumentati i prezzi degli iPhone appena commercializzati per quanto riguarda il mercato Italiano, a partire dal primo iPhone commercializzato nel nostro Paese, iPhone 3G nel 2008, fino ad arrivare agli ultimi iPhone 6s in arrivo venerdì 25 settembre nei primi paesi.

Le risposte sono contenute nella tabella che potete trovare a fondo pagina, che mostra l’evoluzione dei prezzi rispetto ai vari tagli di memoria disponibili per gli iPhone commercializzati. I prezzi sono molto vari: il primo modello di iPhone 3G da 8 GB poteva essere acquistato al prezzo di “solo” 499 euro, il prezzo più basso in assoluto per un iPhone; all’altra estremità della tabella c’è il nuovo e ultimo iPhone 6s Plus da 128 GB, che costa oggi 1.109 euro, un aumento pari al 122 per cento.

Per fare un paragone più ponderato, abbiamo preso in esame il modello da 16 GB, l’unico modello disponibile per tutte le generazioni. In sette anni, dal 2008 al 2015, il modello di iPhone da 16 GB è passato dai 569 euro per iPhone 3G a 889 euro di iPhone 6s Plus, per un aumento complessivo del 56,24 per cento.

Singolarmente i ricarichi che hanno apportato il maggiore aumento si sono avuti fra iPhone 3Gs e iPhone 4 (9,10 per cento), fra iPhone 5 e iPhone 4s (9,60 per cento) e con l’introduzione delle versioni Plus, che hanno un prezzo del 13,11% e del 12,37% in più rispetto a iPhone 6 e iPhone 6s, qui però giustificato da un hardware che è differente.

Ricordiamo che nel corso degli anni anche il costo di produzione di iPhone è aumentato, passando dai circa 174 dollari di iPhone 3G ai 242 dollari di iPhone 6 Plus (probabilmente allineato a quello del nuovo iPhone 6s Plus), un aumento pari al 39,10 per cento. In conclusione, il prezzo è comunque aumentato più del costo di produzione.

Va anche detto che questi calcoli non tengono conto della variazione del dollaro. In linea generale comunque Apple ha sempre adeguato al rialzo il prezzo dei suoi smartphone quando rispetto all’anno precedente il dollaro ha subito importanti scarti guadagnando sul cambio. È successo, ad esempio, tra il 2008 (quando il dollaro era al minimo storico rispetto all’Euro e veleggiava a 1,60 per un Euro) e il 2009 e poi ancora tra il 2009 e il 2010 (quest’ultimo l’anno della prima crisi dell’Euro in conseguenza dei problemi di bilancio della Grecia). Anche quest’anno Apple ha ritoccato verso l’alto il prezzo di iPhone, seguendo un l’indebolimento dell’Euro che è passato da circa 1,25 a 1,12 circa per un Dollaro. Apple però non li ha però diminuiti quando, come tra il 2010 e il 2011 l’Euro si è rafforzato significativamente: a luglio del 2010 il cambio del Dollaro era intorno a 1,22 per un Euro, nell’ottobre del 2011 (lancio di iPhone 4s) si aggirava sui 1,40, eppure il prezzo dell’iPhone 4s rimase lo stesso dell’iPhone 4. Nei fatti l’iPhone ebbe un aumento di prezzo, quindi.

Prezzi iPhone nella storia

Offerte Speciali

BeatX, auricolari wireless parenti di AirPods: solo 71€

BeatsX, gli auricolari parenti di AirPods su Amazon costano solo 79€

I BeatsX, auricolari Bluetooth prodotte da Apple che si ricaricano con il cavo Lightning e condividono lo stesso chip di AirPods, sono in sconto su Amazon: solo 79€
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,436FansMi piace
95,281FollowerSegui