fbpx
Home MacProf DTP e Web Design QuarkXPress 2017, recensione dell’impaginatore alternativo

QuarkXPress 2017, recensione dell’impaginatore alternativo

[banner]…[/banner]

Transizione facilitata

Molti dei lettori che ci seguono si chiederanno, al di la delle funzioni di QuarkXPress 2017, l’effettiva difficoltà a passare da un flusso di lavoro basato su InDesign a uno su QuarkXPress.

C’è da pagare lo scotto dell’abitudine di un ambiente di lavoro che inevitabilmente cambia, ovviamente, ma c’è anche da considerare la compatibilità con il passato: se comunque serve avere InDesign per l’archivio, tanto varrebbe usarlo.

Per questo però QuarkXPress ha implementato una serie di strumenti di conversione molto efficaci: QuarkXPress non apre i documenti di InDesign, ma permette il copia e incolla da InDesign e QuarkXPress in modo molto intelligente, lasciando inalterati box di testo, contorni, link alle immagini e elementi dinamici.

Oltre a questo, con questa versione è stata aggiunta la funzione Converti in oggetto nativo: in pratica l’App permette di convertire oggetti vettoriali importanti (EPS, PDF, AI) in oggetti nativi QuarkXPress, utili per una modifica locale. Avete un PDF di un vecchio lavoro? Potete importarlo e, convertendone una parte, aggiornarlo e ristamparlo (o esportarlo in altro formato, come vedremo).

La funzione ha un che di magico e funziona perfettamente con oggetti vettoriali AI: abbiamo fatto qualche prova senza riscontrare difetti, ed è ovvio che un test completo di questo tipo necessiterebbe di mesi di prove, ma anche se ci fossero dei limiti, ricordiamo che la funzione non è necessaria in un flusso di lavoro corretto, ma molto utile per velocizzare fasi altrimenti noiose e complesse.

Una delle nuove funzioni più interessanti, i metodi di fusione

Tipograficamente parlando

La parte tipografica è sempre stata un fiore all’occhiello per QuarkXPress, e questa versione non fa differenza: è stata aggiunta la possibilità, anche in questo caso non esclusiva, per il contorno al testo, funzione prima possibile solo trasformando una finestra di testo in una finestra statica (operazione che QuarkXPress fa in modo eccellente).

È molto più interessante però la innovativa funzione di gestione del testo in colonne: è adesso possibile gestire una singola colonna oppure un testo in più colonne in modo dinamico.

Ad esempio, adesso il testo in una colonna può uscire e abbondare nella colonna a fianco (utile per i testi che hanno un titolo che abbonda e un testo che sta nelle colonne), in modo da poter usare una sola forma per tutto.

É stata migliorata anche la possibilità di gestire le linee tra le colonne, che adesso possono essere rese dinamicamente e senza per questo essere vincolate al testo o al box, ma con parametri ad hoc.

Infine, è stata migliorata l’importazione dei documenti di Word e il supporto delle note a pie di pagina.

Novità tipografiche: adesso è possibile sborsare un testo in una altra colonna senza per questo agire sui box

Offerte Speciali

Sconto Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione del rumore: solo 215,94€

Cyber Monday: Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione a 169,99 €

Su Amazon precipita il prezzo delle Beats Solo Pro; ora costano solo 199euro invece che 300 nel colore grigio.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,965FansMi piace
93,792FollowerSegui