fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Reazioni contrastanti alle novità  di Apple

Reazioni contrastanti alle novità  di Apple

Merrill Lynch definisce “scarse” le novità  presentate da Jobs e consiglia agli investitori di vendere le azioni Apple prima che subiscano un abbassamento, considerando l’erosione di mercato che l’azienda di Cupertino starebbe subendo e la difficoltà  di presentare prodotti differenziati in un mercato sempre più fatto da “commodity”.
Da notare che il rapporto di analisi, stilato da Steven Milunovich , è stato pubblicato alcune ore prima che Steve Jobs iniziasse il keynote. Ma l’effetto per molti siti di informazione online è stato lo stesso negativo

In generale su Internet si trova una grande enfasi soprattutto per la presentazione di un browser sviluppato internamente: quasi tutti i giornali online angloamericani sottolineano questa tra tutte le altre applicazioni viste sul palco del Moscone Center. Anche se in versione beta, Safari è già  disponibile per il download e le primissime impressioni di uso sono estremamente positive. Infoworld si chiede se Jobs non sia riuscito a mimetizzare una mossa difensiva (la fine dell’accordo con Microsoft relativo alla commercializzazione dei Mac con Internet Explorer pre-installato) con una coraggiosa mossa d’attacco.

Forte attenzione anche al Titanium da 17 pollici, che si presenta come una soluzione relativamente economica e completamente alternativa a una stazione fissa per molti siti di informazioni. Più in ombra, invece, il modello da 12 pollici, che ricalca le dimensioni dell’iBook pur avendo un processore G4 e lo stesso case in alluminio.

Google News riportava due ore dopo il termine del keynote la presenza di 68 news aggiornate su Apple. Una media elevata, considerando anche che l’azienda di Cupertino presenterà  solo il 15 gennaio i risultati economici del primo trimestre 2003 (sfalsato rispetto all’anno solare) sui quali c’è grande attesa. Nei giorni scorsi il titolo di Apple era stato indicato come “interessante” e “da comprare”, a parte il rapporto di Merrill Lynch.

Articolo precedenteKeynote via Satellite, ecco come
Articolo successivoJobs e i rumori in rete
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,443FansMi piace
95,317FollowerSegui