Recensione iPhone 6 Plus, un mese in tasca

Macitynet pubblica la sua recensione dell’iPhone 6 Plus dopo un mese di utilizzo intensivo. Si usa comodamente con una  sola mano? Quanto è comodo in tasca? L'usabilità migliora rispetto ad iPhone 6? Quanto è potente? Come cambia la vita con un iPhone da 5,5 pollici?

Prestazioni
Apple, come già in passato e per altri prodotti, per spingere il telefono marketing punta sempre molto sulle prestazioni dei suoi processori.  L’A8 sarebbe del 25% più veloce dell’A7 (ma alcuni benchmarks indipendenti lo collocano intorno ad un +20%), mentre la GPU arriva al 50% di performance in più. Si dovrebbe trattare, il condizionale deriva dal fatto che non abbiamo informazioni ufficiali, di un dual core da 1.4 GHz e 1 GB di Ram. Il core grafico dovrebbe essere della serie PowerVR 6XT (forse una GX6450) con una velocità stimata di 450 MHz. Ovviamente iPhone 6 Plus e iPhone 6, che usa lo stesso processore, è il telefono più veloce mai creato da Apple, e tra i dispositivi mobili è più lento, sulla carta, solo di iPad Air 2. Tutto questo tradotto in pratica significa che il confronto con iPhone 5 è impari; con iPhone 5s la differenza si sente, ma come sempre accade è inferiore a quella che si potrebbe immaginare quando si parla di benchmarks. In ogni caso quel che conta è che l’interfaccia e le applicazioni native sono molto fluide, eccellenti per moltissimi aspetti dalla responsività ai frames prodotti, il che ne fa un dispositivo molto piacevole da utilizzare.geekbenchiphone2014
Come per iPad Air 2, dalle prove che abbiamo fatto con applicazioni che richiedono abbastanza muscoli, come Asphalt 8, Modern Combat 5 e Infinity Blade III, possiamo dire che il framerate, specialmente nella applicazioni aggiornate per Metal e quelle che supportano la nuova risoluzione dello schermo, è buono. Per altri giochi la differenza con un iPhone 5s è impercettibile se inesistente. Questo dipende da diversi aspetti, dall’assenza di ottimizzazione per la tecnologia Metal, al fatto che lo schermo gestisce molti più pixel e per giunta l’hardware deve fare una operazione di upscaling sui giochi non aggiornati.

Un settore dove abbiamo notato un generale salto di qualità è nella navigazione. Usando il consueto set di pagine Internet (Repubblica, Macitynet, Trenitalia, Cnn, Apple, Expedia, Amazon, Corriere della Sera), abbiamo ottenuto risultati quasi pari a quelli del vecchio iPad Air: con una connessione Wi-Fi su Adsl 24 Mbps, abbiamo impiegato 40 secondi con l’iPad Air (36 secondi con l’iPad Air 2) e 42 secondi con iPad 6 Plus.sunspideriphone2014