fbpx
Home Macity Gallerie Foto e Video Recensione: nuovo iPod nano touch, il meglio del passato in un nuovo...

Recensione: nuovo iPod nano touch, il meglio del passato in un nuovo stile

Materiali e design
Dal punto di vista del design è difficile trovare difetti evidenti nei nuovi iPod nano. Si tratta di prodotti perfetti sia per la qualità dei materiali (alluminio e vetro) che per il livello di finitura. Si può forse discutere sulla scelta di alcuni colori e sul contrasto che offrono la cornice e la copertura dell’antenna Bluetooth, in plastica bianca: qualcuno li troverà interessanti e altri (come chi scrive) non particolarmente azzeccati, ma si tratta di dettagli sui quali il, giudizio si forma sul gusto. In ogni caso il modello nero non ha alcuna finitura in bianco e potrebbe essere, per questo, la scelta di chi desidera qualche cosa di più sobrio.

l’iPod nano è molto sottile, tanto sottile da essere meno spesso di un vecchio connettore dock (e questo da solo giustifica l’adozione di Lightning); nonostante l’incremento sensibile delle dimensioni dello schermo, è “solo” due volte più alto del precedente. Preso in mano appare incredibilmente leggero, d’altra parte pesa solo dieci grammi di più del precedente (30 contro 20), un guadagno che ben difficilmente può essere percepito senza l’uso di una bilancia.

ipod nano touch Il ritorno alla forma rettangolare, lunga e stretta, riporta il dispositivo al design originale che ha avuto nel giorno del debutto quando Jobs lo estrasse dalla tasca dei suoi jeans. Ergonomicamente lo troviamo pressoché perfetto, sicuramente più “impugnabile” e gestibile di ogni altra iterazione che questo prodotto ha avuto nel corso della sua storia, merito della forma che dell’uso, relativamente, abbondante, di tasti meccanici.

La principale novità è proprio l’arrivo di un nuovo bottone centrale in stile iOS che ci riporta sempre alla schermata iniziale, una innovazione la cui portata è rivoluzionaria se si fa un paragone con il modello precedente. Con il nano di sesta generazione era necessario strisciare il dito sullo schermo più e più volte; anche con il nano di settima generazione non mancano le occasioni e la necessità di passare il dito da destra verso sinistra o viceversa, ma il fatto di poter tornare all’inizio semplicemente facendo click cambia totalmente la fruibilità del dispositivo.

Molto utile anche il tasto a tre vie che troviamo sul lato sinistro; grazie ad esso possiamo non solo alzare e diminuire il volume, ma anche passare da una traccia all’altra e mettere in pausa i brani e questo senza ricorrere al tocco dello schermo. Chi usa l’iPod per accompagnare un allenamento in palestra o una corsa, oppure anche semplicemente per ascoltare musica in treno, si renderà immediatamente conto di quando questa funzione sia utile, specie in assenza di cuffie con filocomando (quelle incluse sono di nuova generazione, ma non hanno un sistema di controllo sul cavo).

Lo schermo
Lo schermo è da 2,5 pollici e passa da 240×240 pixel a 240×432 pixel con 202 pixel per pollice di densità. La risoluzione è rispettabile per un dispositivo che è un player musicale; sufficiente anche la qualità del display che restituisce immagini abbastanza incise dal punto di vista del contrasto e della definizione, anche se non ha certamente lo stesso angolo di visione di un dispositivo come iPhone e iPad nè la stessa fedeltà di colori, ma probabilmente pareggiare in qualità lo schermo di questi prodotti non era quello che aveva in mente Apple quanto ha progettato iPod nano di settima generazione. Quel che contava era aumentare lo spazio a favore della fruibilità del prodotto e dobbiamo dire che lo scopo è stato raggiunto: le icone delle “applicazioni” (virgolette d’obbligo perché non siamo di fronte a vere e proprie app) hanno ora molto più spazio; ne abbiamo sei invece che solo 4 e questo riduce parimenti la necessità di scorrere da uno schermo all’altro; più superficie dello schermo significa che gli elementi visibili sullo schermo quando si è in una playlist sono sette invece di tre del precedente nano. Infine abbiamo anche l’orologio in alto di ogni schermata; l’ora era sparita dalla versione precedente per mancanza di spazio.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

MacBook Pro M1 scontato a 1599 euro per la versione 512GB (uno solo disponibile)

Su Amazon per la prima volta va in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 110 euro sul listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,985FansMi piace
93,611FollowerSegui