fbpx
Home Recensioni Recensione SanDisk Connect Wireless Flash Drive, più memoria per iPhone, iPad,...

Recensione SanDisk Connect Wireless Flash Drive, più memoria per iPhone, iPad, Android

Come funziona
Per usare il SanDisk Connect Wireless Flash Drive con un dispositivo mobile dovremo scaricare l’applicazione iOS o Android. Nel nostro caso abbiamo, per ovvie ragioni, scaricato l’applicazione per iOS da App Store ricevendo immediatamente un’ottima impressione sia sotto il profilo estetico che funzionale. L’applicazione è totalmente in Italiano, ben costruita dal punto di vista grafico, pur nella sua semplicità, due cose non molto comuni nel mondo di questi dispositivi e che testimoniano una cura nella programmazione.

I contenuti nella chiavetta possono essere caricati in due modi: trasferendoli da computer per un utilizzo sul dispositivo mobile, oppure, al contrario, direttamente dal dispositivo mobile cui essa è collegata, per archiviazione sull’accessorio o per usarli su un computer.

Nel primo caso, probabilmente quello più comune, basta collegare alla porta USB la chiavetta e questa sarà montata sul desktop come se fosse un normale pen drive. Con un click accederemo al suo interno, trovando 4 cartelle: musica, video, documenti, foto che potremo usare per collocare i contenuti corrispondenti, ma nulla ci impedirà di crearne altre a nostra scelta. Una volta caricati i contenuti, dovremo scollegare la chiavetta, attivare il Wi-Fi sul dispositivo che ci interessa e selezionare tra le reti disponibili quella corrispondente al dispositivo SanDisk. Una volta collegati alla sua rete, lanceremo l’applicazione scaricata da App Store e avremo i contenuti disponibili.

Un secondo sistema per caricare contenuti nel Connect Drive, passa per il dispositivo stesso. Anche se questo sistema sarà meno comune, potrebbe essere utile per riversare, ad esempio, foto scattate con iPad o con iPhone dentro nella schedina MicroSD e da questa ad altri dispositivi di lettura (come ad esempio un tablet Android o un Mac che non è sincronizzato con iPad e iPhone) o magari per trasferire i documenti creati con app che abbiamo su iPhone, iPad o un cellulare Android ad un Mac o un PC.

Anche qui il sistema è abbastanza semplice: dovremo sostanzialmente selezionare la cartella del drive in cui collocare il documento, poi dire all’applicazione di caricare un file e ci verranno mostrati quelli disponibili. L’applicazione è in grado di caricare i documenti collocati in una cartella che si chiama “Salvata in iPhone” (o download se stiamo usando iPad) e dal rullino fotografico. La cartella “Salvata in iPhone” è l’unica accessibile al Connect Drive e quindi è qui che finiranno i documenti che andremo a creare con altre applicazioni. Nel nostro test, ad esempio, abbiamo creato un documento con Pages, l’abbiamo salvato in formato Word e successivamente l’abbiamo trasferito dentro alla chiavetta usando l’applicazione SanDisk. Da qui abbiamo potuto trasferirlo nel Mac. L’operazione potrebbe essere più semplice se avessimo usato iTunes oppure iCloud, ma usando il SanDisk Connect Wireless Flash Drive possiamo portare il documento ovunque, anche in PC senza iTunes. Il trasferimento dal rullino è anche più intuitivo: basta selezionare l’opzione e ci verranno proposte le immagini o i filmati che troviamo nel rullino da selezionare e da trasferire.

Buona, sempre parlando del funzionamento, la connettività Wi-Fi. Non ci siamo allontanati di cinquanta metri (che dovrebbe essere in campo aperto la massima distanza di connessione), ma la chiavetta funziona perfettamente ad una decina di metri dal dispositivo che potrebbe essere la distanza massima da cui potrebbe essere immaginabile che venga usato Connect Drive.

La durata della batteria viene indicata in 4 ore ; un test svolto con la riproduzione di un filmato su un iPad ha dimostrato che questo dato è abbastanza plausibile (abbiamo raggiunto un totale di circa 3 ore e 40 minuti), ma è possibile che mandando filmati a più dispositivi il tempo possa ridursi. In ogni caso con il Connect Wireless Flash Drive, al contrario di altri prodotti, è possibile attivare la rete anche quando il dispositivo è connesso ad una porta USB e quindi in ricarica, magari perchè lo stiamo usando in auto per far vedere un film ai bambini e l’abbiamo collegato  all’accendisigari della vettura.

Offerte Speciali

iPhone XR 64 GB 569 €, sconto da 170 €

iPhone XR 64 GB 569,99 €, sconto da 170 €

Su Amazon iPhone XR da 64 GB scende ad un prezzo da Black Friday: 569,99 euro per la versione in colore nero
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,660FansMi piace
94,035FollowerSegui