Schede di upgrading per iMac?

Newer Technology sarebbe al lavoro su una linea di aggiornamenti del processore degli iMac. Secondo AppleInsider, che cita fonti anonime, la società  avrebbe superato le difficoltà  poste dalla struttura "chiusa" degli iMac usando nuove schede figlie

sulle quali viene apposto un nuovo processore che dovrebbe raggiungere velocità  fino a 500 MHz. Al contrario di precedenti upgrades, però, in questo caso la procedura potrebbe essere più complessa e richiedere l’intervento di tecnici qualificati. NewerTech, addirittura, nonostante la sostituzione possa essere realizzata anche da un utente finale con una certa abilità  nella manipolazione di dispositivi elettronici, potrebbe richiedere obbligatoriamente l’intervento di un tecnico. Questo perchè le vecchie schede figlie potrebbero essere inviate alla società  di Wichita per essere rigenerate e vendute con i nuovi processori. Questo consentirebbe a NewerTech di abbattere considerevolmente i prezzi dell’aggiornamento che, allo stato attuale, non saranno certamente economici. Un’alternativa, sempre secondo AppleInsider, potrebbe essere un “mail in rebate”, ovvero uno sconto praticato a chi, dopo avere sostituito la scheda figlia, invii alla Newer Technology quella vecchia. Difficile comprendere come tutta questa complessa procedura finalizzata a rendere appetibile l’aggiornamento possa essere applicata a clienti che risiedono all’estero. Se, però, le difficoltà  dovessero essere risolte non c’è dubio che l’aggiornamento potrebbe diventare un elemento di fortissimo interesse per le centinaia di migliaia di utenti iMac prima serie sparsi in tutto il mondo (la nuova serie ha una scheda madre diversa). A 500 (o a 466 nella versione “base”) MHz con 1 MB di backside cache gli all in one di Apple troverebbero nuova vita e sarebbero capaci di far girare la maggior parte delle applicazioni d’oggi e di domani. Unico collo di bottiglia sarebbe la scheda di accelerazione on board, inadeguata ai giochi più recenti. Intanto all’orizzonte si prospetta, sempre da parte di NewerTechnology, un upgrade per i portatili Wall Street e Lombard. Anche i questo caso con la sostituzione della scheda figlia i Powerbook dovrebbero arrivare a velocità  di 500 MHz. Molto probabilmente, però, i computer dovranno essere spediti a NewTech per l’upgrade.