Segway passa dalle 2 alle 4 ruote con Centaur

Le nostre città  vogliono veramente abbattere l'inquinamento e migliorare la mobilità ? Segway in Italia si fa lentamente largo con sperimentazioni mirate e intanto annuncia sconti sul modello più leggero. Uno sguardo anche a Centaur: le ruote diventano quattro.

Circolare a Milano, Trieste o Palermo è come fumarsi quindici sigarette?

Lasciamo contestare ai sindaci indispettiti i dati del Dipartimento di Medicina del Lavoro dell’Ospedale civile di Sesto S. Giovanni, diretto dal professor Piermario Biava, ma l’evidenza è nei polmoni di tutti noi.

Non solo inquinamento ma traffico bloccato, impossibilità  a trovare parcheggi pure sotto casa propria, tasse elevatissime nemmeno abitassimo a Montecarlo, mezzi non inquinanti che tardano ad arrivare sul mercato e distributori di idrogeno aperti solo per reclame e poi immediatamente richiusi?

Questo scenario potrebbe essere dimenticato se i Segway HT (quell’oggetto elettrico una volta conosciuto come Ginger) si diffondessero, certo non aiutano le normative del codice della strada e, almeno in questo caso, non possiamo sentirci molto più discriminati degli USA, dove infatti persistono limitazioni (a lato alcuni Segway “p” fotografati lungo il fiume Mississippi, a St. Louis).

Ricordiamo che Segway è quell’azienda iper-tecnologica capitanata da Dean Kamen e che annovera tra gli investitori anche il CEO di Apple, Steve Jobs, oltre ad essere spalleggiata fin dall’inizio da Jeff Bezos di Amazon.

Ebbene è di queste ore un’iniziativa lodevolissima dell’importatore italiano di Segway (per i mercati business e consumer, premiato come miglior dealer europeo), valida per tutto il 2004, che offre il modello “p” al prezzo scontato di 4.188 euro IVA compresa, al posto del listino standard di 5.346 euro IVA compresa.

In USA su Amazon il Segway “p” oggi costa 4.000 dollari = 3.177 euro, mentre il modello “più robusto” denominato “i” costa 4.500 dollari = 3.574 euro (in Italia 5.988 euro IVA compresa), quelle americane sono cifre senza tasse e spedizione. Il modello “e” dedicato ai trasporti più pesanti fino a 34 kg e venduto solo a blocchi di 25 pezzi costa 6.150 euro IVA esclusa (in USA 5.500 dollari, senza tasse locali).

Il prezzo è certamente ancora alto, non per niente in USA i rivenditori possono anche affittarlo, ma se qualche amministratore locale volesse studiare contributi “ecologici”, tutti i papabili clienti potrebbero interessarsi a Segway senza guardare troppo al portafogli.

Qui sono visionabili alcuni video del funzionamento di Segway HT.

Ma Segway non si ferma ai modelli di HT, è di poche ore fa l’annuncio a Miami della fase di testing del nuovo prototipo denominato Centaur, con quattro ruote ma elevabile anche su due grazie alla tecnologia Dynamic Stabilization. Segway al momento non ha alcun piano concreto di trasformare Centaur in un vero prodotto per il mercato.

In Italia, in via sperimentale, i Segway HT sono guidabili su marciapiedi e piste ciclabili in queste citta: Ancona, Brescia, Cagliari, Ferrara, Jesolo, Osimo, Parma, Ravenna e prossimamente anche ad Ascoli Piceno, Bologna, Firenze, Genova, Livorno, Milano, Modena, Mantova, Napoli, Pisa, Reggio Emilia, Roma, Siena, Torino e Treviso.