fbpx
HomeMacityIn EvidenzaSpotlight e la logica booleana

Spotlight e la logica booleana

I fondamenti della ricerca si basano su sistemi differenti. Una delle logiche più semplici e potenti, utilizzata anche in programmazione ma – bisogna aggiungere – anche da tutti noi in molte operazioni quotidiane senza che ce ne rendiamo conto, è la logica booleana.

Grazie alle scoperte di alcuni appassionati utilizzatori del Mac negli Stati Uniti, vi spieghiamo brevemente come rendere ancora più potenti le ricerche all’interno di Tiger, utilizzando gli operatori booleani AND, OR e NOT. In questo modo, Spotlight permette di raffinare sia le ricerche all’interno del contenuto del disco rigido che, per esempio, quelle delle email all’interno di Mail, l’applicazione di Apple che nel visore di ricerca utilizza esattamente lo stesso criterio.

I tre operatori AND, OR e NOT corrispondono a espressioni italiane che potremmo tradurre con E’ ANCHE, OPPURE E’ e NON E’. Facciamo un esempio: mettiamo di avere i nomi di due persone, Francesca e Maria. Vogliamo cercare i documenti che contengono entrambi i nomi: utilizzeremo quindi l’operatore AND, cioè chiederemo al computer di cercare tutti i documenti che contengono le parole in questione, ovvero di darci un risultato positivo per ogni documento che contiene la parola Francesca e ANCHE la parola Maria.

Questa modalità  di ricerca è già  attiva in maniera intuitiva con Spotlight: infatti basta inserire uno spazio tra Francesca e Maria (scrivendo cioè francesca maria) e i risultati che arrivano contengono entrambe le parole “Francesca”, “Maria” in qualsiasi ordine. Per cercare esattamente le stesse due parole nell’ordine in cui le scriviamo, ricordiamo che basta fare (esattamente come con Google) una ricerca delle parole volute tra virgolette, cioè: "Francesca Maria".

Ma se vogliamo cercare i documenti che soddisfano la condizione (cioè sono “veri” quando) è presente Francesca e Maria ma anche quando è presente solo Francesca o solo Maria? Cioè, la condizione è: Francesca OPPURE Maria? Si ricorre all’OR (diverso da XOR, che prevede la sola condizione Francesca oppure Maria ma non Francesca E Maria), che in Spotlight si implementa con il segno della sbarretta verticale, quella che nel mondo Unix è conosciuta come “pipe” (serve a legare l’output di un programma come input di un altro successivo) e che nella tastiera italiana si trova in alto a sinistra. Attenzione, per utilizzarla bisogna evitare gli spazi, perché ogni spazio è considerato un AND.

Quindi, per cercare Francesca e/o Maria, si scrive – senza spazi – francesca|maria nella finestra di ricerca di Spotlight. Provate a cercare tra virgolette con lo spazio, senza virgolette con lo spazio e con | tra il primo e il secondo termine senza spazi, e vedrete risultati differenti…

Infine, l’ultimo operatore è quello che serve ad escludere un termine dalla ricerca. Mettiamo che Francesca e Maria compaiano spesso nei nostri documenti, alle volte insieme e alle volte da sole, ma a noi interessi cercare solo quelli in cui c’è Francesca ma non c’è Maria. In questo caso bisogna ricorrere al segno meno davanti al termine che si vuole escludere racchiuso tra parentesi e sempre senza spazi (altrimenti vengono considerati AND, ricordate?). Quindi, la ricerca sarebbe francesca(-maria)

Adesso, proviamo a prendere in considerazione anche Mario e Roberto. Se vogliamo cercare tutti i documenti in cui compaiano Mario e Roberto ma in cui non ci siano Francesca e Maria, dovremo scrivere (non è comodo, ma il risultato è sorprendente) qualcosa di questo genere:

mario|roberto(-francesca)(-maria)

Questo tipo di ricerca avviene solo sul contenuto dei documenti che hanno del testo, non su altri tipi di tag. Cioè non è possibile mischiare criteri diversi (data e testo, dimensione e risoluzione) e soprattutto non è possibile cercare musica o altri tipi di file che non abbiano quello che viene indicizzato da Spotlight come un campo generico di testo. Neanche il nome del file: se abbiamo sul computer più di un file di testo che si chiama “francesca maria” e al suo interno alcuni contengono la parola “casa” e altri no, e lo vogliamo cercare ad esempio col criterio francesca|maria(-casa) (cioè vogliamo escludere dalla ricerca i file che contengono la parola “casa”), non otterremo nessuno dei risultati che cerchiamo, perché gli operatori booleani agiscono solo sui dati appartenenti al campo testo.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial