TechTool Pro 7 e Checkmate, tenete in forma il Mac con 37 euro invece che 90 euro

Su StackSocial è in vendita un bundle speciale per tenere in forma il vostro Mac. Con Checkmate controllate il suo stato di salute, con TechTool 7 lo guarite, specialmente se ha problemi al disco fisso. Il pacchetto invece che costare 125$, circa 90 euro, costa per alcuni giorni solo 37 euro

Un set bundle per tenere sotto controllo il Mac e il disco fisso e intervenire per prevenire o riparare i guasti, a metà prezzo. Ecco che cosa vi offre oggi e per alcuni giorni StackSocial, vendendo a 50$ (circa 37 euro) Checkmate e TechTool Pro 7.

Checkmate ha la funzione di tenere sotto controllo la macchina. Una volta installato vi dimenticherete della sua esistenza, mentre lui non si dimenticherà di voi esaminando il funzionamento del Mac operando quando non vi dà fastidio. Ad esempio lancerà la scansione del disco mentre voi non lavorate, per non rallentarvi. Accanto a questo osserverà la struttura dei file, le condizioni della batteria e della Ram. Farà un test mentre avviate la macchina e sullo stato delle funzioni I/O. Tutte queste informazioni sono ricavate anche da applicazioni singole che però dovremo gestire separatamente. Checkmate raggruppa, invece, tutto in una unica interfaccia.

redesign_checkmate_mf

TechTool Pro 7 dovrebbe avere bisogno di meno prestazioni, visto che da anni è l’applicazione leader per fare fronte a problemi hardware della macchina e specialmente quelli che riguardano l’hard disk. TechTool Pro esamina, infatti, tutti i componenti hardware principali del sistema alla ricerca di malfunzionamenti e allo stesso tempo rilevando qualsiasi anomalia in grado di prevenire futuri guasti senza richiedere particolare esperienza, ma solo con un semplice click.

La funzione più “gettonata” di TechTool Pro è quella che riguarda il disco fisso: il software è in grado di fare diagnostica e riparazione dell’HD principale e delle unità collegate al Mac; nel caso vengano individuati problemi TechTool offre una sezione specifica di strumenti che permette di ricostruire la struttura dei dati del volume corrotto. Nei casi più difficili la sezione Data Recovery offre gli strumenti per tentare di recuperare dati e file dalle unità disco che risultano inaccessibili dal desktop del Mac, un recupero in extremis per spostare le informazioni più importanti da un disco ormai inutilizzabile a una unità più affidabile.

La versione 7 è stata riscritta per sfruttare appieno i 64 bit di OS X e a detta dello sviluppatore ora integra migliori routine per testare la memoria RAM. L’applicazione è già compatibile con OS X 10.9 “Mavericks” e i nuovi MacBook Air e, come sempre, consente di creare una partizione di avvio aggiuntiva d’emergenza (eDrive) sfruttabile per eseguire test, deframmentare i dischi e altro. Non mancano strumenti per “clonare” le partizioni, ottimizzare file e volumi, funzioni di data recovering, per il monitoraggio della rete e del sistema.

I due software se acquistati separatamente e senza la promozione, costerebbero 125$, circa 90 euro. Con StackSocial li pagherete fino a lunedì 14 luglio 50$, circa 37 euro.

Click qui per maggiori informazioni o comprare

techtool pro