fbpx
Home Hi-Tech Nuove Tecnologie Tempi duri per i produttori di upgrade

Tempi duri per i produttori di upgrade

“Che sta succedendo a questo settore, un tempo florido?” si chiede MacWeek con un articolo pubblicato ieri. “Si tratta di un mercato particolare – dice il giornale – ci sono, infatti, numerosi concorrenti che oltre che competere tra loro devono anche competere con Apple che preferisce vendere un nuovo Mac piuttosto che una scheda di aggiornamento. I produttori di schede, poi, acquistano tutti presso gli stessi fornitori, essenzialmente IBM e Motorola e tutti agli stessi prezzi (o quasi)”. Il risultato é che i margini di profittio si abbassano con grande rapidità  e quindi l’unica speranza è arrivare sul mercato con prodotti innovativi per primi; questo consente di applicare prezzi più alti. In alternativa bisona produrre dispositivi non comuni o per macchine non facili da aggiornare. Una strada ben percorsa da Sonnet e da XLR8 e che ultimamente, con la scheda di upgrading di iMac, sta cercando ci compiere anche NewerTech. Ci riuscirà  prima che i creditori richiedano la loro parte?

Offerte Speciali

iPad ricondizionati, scontati e in pronta consegna su Amazon

iPad ricondizionati, scontati e in pronta consegna su Amazon

Su Amazon trovate iPad ricondizionati, in condizioni pari al nuovo e garantiti un anno. In più sono in pronta consegna.
Articolo precedenteWWDC il 15 maggio
Articolo successivoConnectix: una VGS per l’Europa
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,341FansMi piace
94,920FollowerSegui