Tutta la cronaca del Keynote minuto per minuto.

La cronaca del Keynote di Steve Jobs con le novita' del Mac World di New York.

Ecco il nostro report sulla presentazione di Steve Jobs.

I nostri inviati sono in attesa dell’inizio del keynote, nella sala campeggia un poster con I (Apple – mela rossa) NY.
Monitor LCD pronti per le demo

Li mmagine di apertura riprendono il pubblico che si e’ appena accomodato in sala… o lo sta ancora facendo… la trasmissione attraverso ADSL e’ ottima grazie al collegamento diretto che abbiamo con Nextra (viaggiamo a 400 kbits al secondo) mentre qualche problema dovuto ai filtri settati per il G8 potrebbe esserci per chi naviga con Interbusiness.

Tra la folla abbiamo riconosciuto i nostri inviati in mezzo alla grande quantita’ di fotocamere e videocamere digitali

(le note dai nostri inviati collegati con Airport dall’interno della sala sono in blu)

La sala e’ strapiena con i giornalisti in posizione disagiata, sullo schermo campeggia la mela di i love new york, la musica di sottofondo e dei beach boys; tantissi,i VIP; moltissima gente in attesa fuori; sul palco un G4 con schermo apple 17 TFT; dieci moinitor 15 su un lato del palco; di fronte a noi Cohen di Mac Gamers con la X scolpita sulla testa; si aggirano molti managers Apple: Anderson; Schiller; Rubinstein ; Chitzen di Adobe

Ore 15 Entra Steve Jobs nella classica mise maglietta nera e Jeans…

Inizia a parlare degli Apple Store: saranno aperti 4 nuovi negozi ad Agosto tra cui quelli di Boston e Chicago, 25 Negozi nuovi entro l’anno.
Sul grande schermo scorre il filmato gia’ visto sul sito Apple con Jobs che presenta le catteristiche standard dei nuovi negozi Apple con tutti gli ambiti e i prodotti che ne articolano lo spazio espositivo.

Ora si parla di MacOS X e Jobs chiede alla folla quanti dei presenti usa gia’ il sistema ottenendo una risposta positiva: ma la buona notizia arriva dagli sviluppatori: ci sono gia’ 1000 applicazioni gia’ pronte, Jobs presenta quella che e’ una sorpresa 10 grandi applicazioni che girano su MacOS X: TEN on TEN

La prima e’ Microsoft Office.
In particolare Excel viene definita come la migliore versione di Excel mai uscita su qualsiasi piattaforma.
In realta’, afferma Microsoft, MacOS X non e’ solo Aqua ma molto, molto di piu’…

La seconda della serie e’ Adobe che presenta una nuova era per il publishing: il Network Publishing e Apple con MacOS X offre una importante possibilita’ per Adobe e i suoi clienti per espandere il proprio business.
L’incremento di prestazioni con MacOS X e’ veramente notevole e la prima applicazione ad essere dimostrata e’ Illustrator per MacOS X.
Una delle nuove feature e’ la possibilita’ di creare slices delle immagini vettoriali per poterle inserire in un sito web, un po’ come fanno gia’ programmi come Photoshop.

La terza entrata a sorpresa e’ quella di Quark che presenta una futura visione di Xpress mostrando come la rivista MacWorld sia composta con la propria applicazione: Quark afferma che la sua applicazione sta entrando in fase di beta per X.
Cin le pagine di MacWorld Quark mostra come sara’ facile costruire tabelle all’interno di Xpress e come sara’ facile gestire le immagini all’interno di esse.
Interessante anche la possibilita’ di eseguire un comando “print to web” in grado di preparare le pagine direttamente per la pubbliicazione su internet.

Segue poi Filemaker
e la notizia importante di un test drive di Virtual PC per MacOS X!
In pratica si potranno avere con processi concorrenti sia MacOS X che le varie versioni di Windows.
L’applicazione dimostrata e’ Autocad con una blueprint di un complicato disegno di un’automobile e il suo rendering.
Si puo’ provare Virtual PC per un test drive direttamente da sito di Connectix.

Inpressionate poi la dimostrazione di ViaVoice (purtroppo solo in inglese) che risponde alla voce dei tecnici di IBM con una velocita’ del parlato assolutamente naturale.
Il programma sara’ disponibile “later this year”.

Si passa alla dimostrazione di un gioco “carbonizzato” warcraft (il relatore e’ di una noia mortale)
meglio la seguente dimostrazione, sempre nel campo dei giochi, di Aspyre con simulazioni sportive come il gioco di Skateboarding.

Fa la sua comparsa sul palco Richard Kerris, ex presidente di Alias Wavefront che presenta ancora l’applicazione che ha contribuito a portare su Mac: Maya…

Ora Jobs annuncia MacOS X 10.1
che risponde alle richieste degli utenti: piu’ perfomance, nel rdimensionamento e nella risposta del finder.
DVD Playback, masterizzazione, supporto per fotocamere digitale, Stampa usb plug and play per USB, client SMB di base in grado di far accedere a qualunque server Windows (la qualcosa rende DAVE pressoche’ inutile)

La dimostrazione di Jobs della apertura delle finestre e delle applicazioni e’ pressoche’ instantanea con un solo salto nel dock.
La dimostrazione della velocita’ del Finder e’ parimenti impressionante con il ridimensionamento delle finestre velocissimo.
Sul menu superiore a destra ora compaiono delle icone che permettono di regolare il volume e gestire airport tra lealtre cose.

Parte la dimostrazione del DVD Player con Toy Story2. con un piccolo inghippo, l’applicazione si quitta da sola senza “inchiodare” il computer, Steve rilancia il Player che parte senza problemi.

Alcune interessanti modifiche anche su iTunes e disc burner che funziona finalmente anche su X.

Mac OS X sara’ disponibile da settembre gratuitamente per il download.

Steve Jobs presenta poi la classica griglia 2×2 da dove e’ scomparso il cubo.
Presenta di nuovo iBook e Titanium con le parole di alcuni articoli comparsi sulla stampa USA.

Poi si passa ai desktop
3 nuovi modelli di iMac
DA 500, 600 E 700 MHZ
a partire da 999 dollari.
il modello da 700 e 60 GB sara’ disponibile da Agosto
i colori saranno i classici Snow, Indigo e Graphite.

Quindi nessun nuovo iMac con LCD.

Ora si passa ai G4: 3 nuovi modelli QuickSilver con l’estetica simile a quella vista in anteprima su molti siti.
Il modello da 733 mhz diventa il modello base.
Gli altri modelli sono da 867 e doppio 800 con il nuovo case e tutti le caratteristiche dei vecchi modelli.
Il piu’ potente ha in dotazione un hard disk 80GB e un dual Display, il superdrive sara’ disponibile anche sul modello intermedio.

Il modello di base costera’ 1700 dollari.

Si procede poi ad una serie di benchmark a confronto tra un G4 a 867 Mhz ed un Pentium IV da 1.7 Ghz che ovviamente mostrano la superiorita’ delle macchine di Apple.

La dimostrazione prosegue con un dotto intervento di Jon Rubinstein sulle motivazioni delle prestazioni superiori dei G4 rispetto ai processori della concorrenza come Pentium 4, Itanium e Ultrasparc III, questo grazie all’efficienza intrinseca dell’architettura.

I due modelli di potenza minore sono disponibili da subito mentre il biprocessore sara’ disponibile da Agosto.
Segue poi il classico video con i pareri entusiasti degli utenti professionali dei G4 sia sulle CPU che sui nuovi monitor LCD gia’ in commercio da tempo.

Steve Jobs riprende la dimostrazione della fotocamera digitale (prima gettata sul pavimento perche’ non funzionante) con MacOS mostrando come sia facile la gestione automatica dello scaricamento delle fotografia e la loro integrazione all’interno del sistema.

L’ultimo argomento e’ iDVD…
Steve Jobs mostra l’impatto che ha avuto sul mercato la tecnologia DVD e l’importanza del software semplice da utilizzare per produrre in proprio DVD video.

La novita’ assoluta e’ iDVD2 che porta la applicazioni a nuove capacita’: menu in movimento, background musicali, encoding in background, e possibilita’ di gestire differenti livelli di compressione.
Arrivera’ in settembre con la nuova versione di Mac OS X e funzionera’ solo con Mac OS X.

Jobs si produce in una lunga dimostrazione delle nuove capacita’ del software che diventa molto piu’ malleabile e in grado di gestire menu e sfondi in movimento con colonne musicali in background.

La missione di Apple non e’ solo ai propri utenti le cose piu’ velocemente ma anche creare nuovi modi di creare.