Home News Una Mela a metà 

Una Mela a metà 

Apple ha ridotto i magazzini ma l’operazione non è stata indolore. Margini decisamente più bassi, perdite significative ma soprattutto molte meno macchine vendute.
Dai dati rilasciati nel corso della conferenza stampa ma che non erano parte delle dichiarazioni di Anderson emerge chiaramente che l’abbattimento delle vendite di prodotti Mac rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno è stato del 52%. Cupertino ha infatti distribuito 659.000 Mac contro i circa 1.3 milioni dello stesso quarto dell’anno passato. L’abbattimento è significativo e di fatto di quasi pari livello anche rispetto al trimestre precedente. Questo ultimo dato è certo inusuale, visto che il trimestre che termina a dicembre solitamente è il più ricco per Apple, ma non inatteso vista la situazione che la società  della Mela è stata costretta ad affrontare.
A parziale spiegazione di questo che resta in ogni caso un significativo abbattimento delle vendite, va segnalato che ai 659.000 Mac usciti da Cupertino si devono sommare nelle vendite un numero importante di macchine che giacevano nei magazzini dei rivenditori, anch’essi alle prese con la liquidazione delle scorte. Secondo i dati forniti da Apple i circa 2000 miliardi di fatturato corrispondono di fatto a 3200 miliardi in domanda da parte degli utenti.
Scorrendo i dati forniti da Apple uno dei dati che colpisce maggiormente è l’abbattimento delle vendite degli iBook. Il calo del gradimento da parte degli utenti per il portatile di fascia consumer è stato del 72%, un vero e proprio crollo che lascia pensare che in questo caso oltre che la crisi generalizzata potrebbe innestarsi su un invecchiamento del “concept” stesso del prodotto non più in grado di competere con la concorrenza e attirare l’attenzione dei consumatori. In realtà , probabilmente, è un po’ presto per cantare il de profundis per iBook. Lo scorso trimestre il portatile colorato ha infatti dovuto subire la spietata concorrenza interna dei PowerBook proposti a prezzi assolutamente paragonabili a quelli di iBook. Non a caso il portatile professionale, oggetto di tagli di listino e di sconti ha fatto segnare un abbattimento di “solo” il 42%, il minore di tutta la gamma.
iMac, nonostante un calo di ben il 56%, resta di gran lunga con 308.000 unità  la macchina più venduta di Apple.
Ultimo solo e solitario in fondo alla graduatoria troviamo il Cubo. Il computerotto di New York, nonostante gli sforzi e le promozioni, ha venduto solo 28.000 pezzi, poco più delle metà  dei PowerBooks, una conferma che la strada per trovargli una nicchia di consumo è ancora in salita.

Offerte Speciali

Tim Cook prevede difficoltà di approvvigionamento di iMac e iPad

Minimo storico iMac M1 GPU 8‑core 512 GB, 1771,99 Euro

Gli iMac M1 24 pollici sono i pronta spedizione su Amazon. Sconto sul modello da 512 GB; risparmiate quasi 180 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,977FollowerSegui