In volo per Las Vegas: cosa ci aspetta al CES 2014

Macitynet anche quest’anno sarà presente alla manifestazione consumer più importante di inizio anno: un evento che ogni anno cresce per numero di espositori e prodotti e coinvolge sempre più nuovi mondi nell’integrazione tra mondo digitale, internet, dispositivi intelligenti, comunicazione e vita di tutti i giorni. Tra novità annunciate e sorprese dell’ultimo momento al centro di tutto l’universo consumer c’e’ un solo protagonista: lo smartphone.

Mamme Tecnologiche
E parlando di ansia e di gestione della casa come si può tralasciare l’argomento della casalinga (o casalingo) hi-tech? Anche su questo tema ci saranno seminari ad hoc con l’accento sulla necessità (molto USA a dire il vero) di avere ogni aspetto della vita in casa sotto controllo: dalla temperatura del tacchino nel forno, al respiro o al sonno dei bimbi nella loro stanzetta, o attività home-social come i network per l’interscambio delle ricette o dei consigli per gli acquisti: non dimentichiamoci che questa è la patria dei coupon ed esiste una scienza esatta che studia le migliori interazioni tra i prodotti in sconto nei supermercati.

Casa Smart ma pure dialogante?
Nel corso della manifestazione vi mostreremo tantissime soluzioni di piccole e grandi aziende ma quel che noterete è che molte di queste sono parte di ecosistemi monomarca, isolati e non dialoganti tra loro: il gateway è praticamente il vostro smartphone o il vostro tablet e per gestire i vari dispositivi connessi dovrete passare da una applicazione all’altra. Al CES 2014 potrebbe arrivare una soluzione interessante per trovare un sistema di accesso comune a questa miriade di informazioni e apparecchi. LG e Samsung offrono da tempo delle smart appliances coordinate ma il risultato sul mercato è finora risultato trascurabile.

Automobilli intelligenti, autonome e iperconnesse
Anche qui non si tratta di novità asssolute ma di un percorso che le case automoblilistiche hanno intrapreso da tempo; ma qualche hanno fa venivano studiate soluzioni ad hoc con risultati discutibili: chi produce autoveicoli non ha la competenza globale per realizzare il migliore sistema di riconoscimento vocale, il migliore sistema di guida assistita o la migliore interfaccia multimediale e non può fare singoli contatti con le case discografiche per la musica in streaming: aziende come Audi, Mercedes, Chrisler, Ford si sono accorte che per avere risultati eccellenti devono allearsi con i migliori produttori dei singoli componenti che contribuiscono a creare una “Smart Car”: e cosi’ Audi annuncerà l’interazione con Android, altre case con Apple per sfruttare magari Siri, Traduttori, servizi musicali come Spotify e integrarli nel proprio ecosistema.
Vedremo in ogni caso l’espansione di un altro ambito: quello della guida assistita con cui le auto o i mezzi semoventi a terra somiglieranno sempre di più ai droni che con intenti più o meno bellicosi solcano i cieli dei teatri di guerra o di aree da sorvegliare. L’”intelligenza” di queste macchine-drone-robot viene sfruttata ormai da tempo anche nei sistemi di parcheggio automatico di veicoli commerciali ma al CES 2014 vedremo un notevole sviluppo delle tecnologie collegate.