Wi-Fi in giro per il mondo: New York City

Seconda puntata della nostra inchiesta sugli hot spot pubblici con Airport/ Wi-fi: NYC Wireless, un esempio da seguire!

Dopo gli aspetti generali veniamo ai test pratici con un esperienza statunitense, alla quale seguirà , domani, quella italiana.
Ci è capitato di testare personalmente a New York City (dove ci trovavamo per la copertura del Macworld Expo di luglio) , la qualità , la facilità  e la conseguente sensazione di libertà  che un hot spot pubblico può offrire in una delle molteplici location di NYC Wireless (nell’immagine tratta da un intervista rilasciata alla CNN, Terry Schmidt, lo sviluppatore del network).

Abbiamo scelto di rilassarci, un pomeriggio afoso, dietro alla Libreria Pubblica di New York City, presso il centralissimo Bryant Park, sulla Sesta Avenue all’incrocio con la 42esima Strada e, accomodandoci su un tavolino, non abbiamo dovuto far altro che accendere il nostro laptop (nel caso specifico un iBook), con già  collegata la scheda AirPort, e scegliere, dall’opportuno controllo (dalla striscia di controllo se Mac OS Classic o da Network/AirPort se Mac OS X), la rete “NYC Wireless” tra quelle disponibili.
Aperto un browser e chiamato un qualunque URL ci si è presentata la home page di benvenuto di NYC Wireless dove, senza dover fornire nominativo, password o tantomeno numero di carta di credito, è stato sufficiente accettare le condizioni e… navigare! Liberamente e pure a discreta velocità  (25-30 KB/s).
Anche per la posta elettronica nessun problema (abbiamo usato il nostro server con autenticazione SMTP), tutto parte ed arriva con regolarità , nel nostro esempio abbiamo registrato il passaggio da “wifi-a-162.bryantpark.nycwireless.net”.

Saremo riusciti a trasmettervi la sensazione che abbiamo provato nell’arrivare, nella città  più famosa del mondo, in un parco centrale, nell’area dove la vitalità  culturale viene condivisa con musica dal vivo… e come se non bastasse, dove c’è la libertà  di collegarsi al web senza spese e impicci di cavi per usufruirne a piacimento?

Probabilmente gli hot spot pubblici sono la nuova frontiera del nomade informatico che si muove sempre col suo device (laptop o palmare che sia) e che non può fare a meno del web, giornalmente.
Per una incompleta (perché nel frattempo FreeNetworks, alla quale NYC Wireless è affiliata da tempo, si stanno facendo largo) mappa degli hot spot pubblici nelle maggiori aree degli USA, segnaliamo il link di NYC Wireless.

Un’ottima indicazione per chi vuole viaggiare in USA e sul web senza limitazioni!