Home Hi-Tech Wireless WiMAX, in Italia parte la sperimentazione

WiMAX, in Italia parte la sperimentazione

Il WiMAX italiano accelera il passo. Nel contesto della revisione delle normative per il wireless, un complesso di modifiche alle leggi oggi vigenti finalizzate a migliorare l’€™assetto normativo nazionale in un ambito dove la Penisola arranca nel confronto con altri paesi, il ministro Stanca ha infatti disposto il via alla sperimentazione per il wireless urbano a partire dal primo luglio.

L’€™annuncio, che fa seguito alla decisione da parte del ministero della difesa di liberare le frequenze destinate a WiMAX, rappresenta un importante punto di svolta pratico nell’€™adozione di questa tecnologia che permette di superare il digital divide, ben presente nel nostro paese. Grazie a WiMAX sarà  infatti possibile distribuire connettività  a larga banda (fino a 70 Mbps) su un raggio di 50 chilometri dall’€™antenna, raggiungendo paesi e valli che, per valutazioni commerciali delle compagnie di telecomunicazione, sono completamente escluse dalla fruizione dell’€™Adsl e hanno scarse, per non dire nulle, possibilità  di poter usare i servizi Internet ad alta velocità .

La sperimentazione di WiMAX partirà  nelle regioni più svantaggiate per configurazione orografica e distribuzione della popolazione: Piemonte, Sardegna, Sicilia, Valle d’€™Aosta e Abruzzo. Previsti test anche nelle città  di Roma, Parma, Milano e Arezzo.

Al termine della sperimentazione, prevista per sei mesi, ci sarà  la concessione delle licenze. Il via al servizio commerciale, salvo imprevisto, dovrebbe essere dato nel 2006.

Se la tabella di marcia sarà  rispettata la creazione di un sistema infrastrutturale basato su WiMAX non dovrei tardare rispetto agli altri paesi europei. Il lancio commerciale di dispositivi compatibili con questa tecnologia è prevista entro fine anno, poco dopo l’€™approvazione definitiva dello standard dovrebbe giungere nelle prossime settimane. Le previsioni precedenti che fissavano per l’€™Italia un tempo di sperimentazione di due anni prima della concessione delle licenze, facevano temere un forte gap competitivo del nostro paese rispetto ad altre nazioni europee che contano su WiMAX come strumento fondamentale per eliminare i vincoli dell’€™ultimo miglio e incrementare in maniera esponenziale i servizi offerti da tecnologie come il Voice over IP.

Offerte Speciali

Apple Watch 6 Cellular 44mm al minimo storico: solo 449 euro

Apple Watch 6 al prezzo del Prime Day: risparmiate fino al 16%

Apple Apple Watch 6 Cellular scende al prezzo più basso, pari a quello del Prime Day. Ribasso fino al 16%
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,959FollowerSegui