Home Macity Voci dalla Rete Wozniak: Apple sbaglia in Europa

Wozniak: Apple sbaglia in Europa

Il mail del nostro amico e collaboratore è scaturito sulla scorta di alcune delle decisioni prese negli ultimi tempi e che hanno lasciato l’impressione che a fronte di qualche progresso (ad esempio la decisione di rilasciare contemporaneamente i sistemi operativi in molte lingue) ci sia stato anche qualche passo indietro. E’ il caso, sempre per citare un episodio piuttosto recente, del MacWorld Expo in cui sono stati lanciati come grandi novità  capaci di rivoluzionare la vita degli utenti Mac nuovi servizi Internet. Eppure, nonostante questo rilievo, a distanza di settimane dal loro annuncio, iCards, iTools, iReview restano in gran parte in Inglese, riducendone l’appetibilità  per quella grande fetta di pubblico che non parla bene l’inglese.
Accanto a ciò non sono da dimenticare le fiere cancellate, l’accentramento dei settori marketing, la progressiva “americanizzazione” del mondo Mac Europeo dovuto forse a ragioni di economia di scala ma anche, c’è il sospetto, ad una scarsa conoscenza e forse anche considerazione di quanto accade al di fuori degli USA
“Non pensi – chiede al proposito Fabio a Wozniak – che Apple in molti casi dimostri di non rendersi conto che c’è un mondo a sinistra di San Francisco e a destra di New York? Perchè Apple focalizza tutta la sua attenzione sul mercato americano e si dedica al resto solo se ha qualche minuto di tempo di cui non sa che fare?”.
“Apple – risponde il Woz – ha problemi a gestire il marketing in aree all’esterno di quelle cui abbiamo una minore presenza o una solida base di utenti fedeli. Questo è la conseguenza di una base di installato troppo piccola”. Per cambiare questa situazione, aggiunge Wozniak, ci sono zone dove le cose potrebbero andare meglio “basterebbe avere le persone giuste inserite nel contesto locale e società  giuste con cui lavorare”.
Apple, in ogni caso, per il passato non aveva scelta: “Ci sono buone ragioni – sostiene Wozniak – di concentrare le proprie forze sui mercati più facili quando le cose non vanno bene. Sbagliato insistere in questa prospettiva quando le cose, come oggi, vanno meglio”. Quali soluzioni allora? Wozniak non ne ha di pronte anche se l’esempio del Giappone dimostra che le risorse se ben impigate non vanno sprecate.
“Penso che in futuro Apple dovrebbe prendere esempio da quanto accade in Giappone. Lì le cose vanno bene perchè è stato fatto un ottimo lavoro. Per l’Europa non so che cosa dire. Non conosco nulla di specifico al proposito, nè sul mercato nè dal suo management negli ultimi anni”.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,937FansMi piace
93,806FollowerSegui