HomeiOSiPhone AccessoriAirTag rintraccia una automobile rubata

AirTag rintraccia una automobile rubata

Non è la prima volta che un AirTag è in grado di sventare il furto di un mezzo di trasporto personale, ma la vicenda raccontata da Thinkscotty su Reddit è del tutto particolare perché il trovatutto di Apple gli ha permesso di ritrovare la sua auto rubata nonostante il ladro l’avesse individuato e rimosso dal veicolo.

Parliamo di una Subaru Forester del 2010 che, alle ore 22:17 di Chicago di qualche giorno fa, si trovava nel parcheggio in cui veniva lasciata abitudinariamente e, intorno alle ore 3:00 del giorno successivo (sì, per sua stessa ammissione è un nottambulo), era sparita. Resosi conto che gli era stata rubata, si è recato dalla polizia per sporgere denuncia sperando di poterla recuperare, anche se gli agenti di polizia non sono sembrati ottimisti al riguardo.

La svolta arriva nelle ore successive quando, dopo aver metabolizzato quanto accaduto, si è ricordato che aveva messo un AirTag di scorta nella custodia degli occhiali da Sole lasciata all’interno del porta-oggetti della vettura. «Avevo comprato una confezione di quattro AirTag e ho pensato che uno di questi avrei potuto usarlo per ritrovare l’auto qualora fosse stato necessario. Circolano letteralmente milioni di iPhone qui a Chicago, quindi ho pensato che le probabilità di ricevere un ping fossero abbastanza alte».

airtag auto rubata

E così infatti è stato. Dieci minuti dopo aver contrassegnato AirTag come smarrito, ha ricevuto una notifica che gli segnalava la posizione in un parcheggio della catena Walmart in un sobborgo della città: così ha chiamato la polizia spiegando la situazione, tuttavia quando gli agenti sono giunti sul posto non sono comunque riusciti a individuare il veicolo.

A quel punto l’utente, iPhone alla mano, ha attivato la funzione che consente di individuare la posizione precisa del dispositivo che in pochi minuti gli ha consentito di recuperarlo: si trovava sotto un’auto parcheggiata, a dimostrazione che il ladro, riconosciuto l’oggetto, ha pensato bene di disfarsene. Per il proprietario del veicolo sembrava ormai perduta ogni speranza, per il ladro invece il furto era ormai stato portato a termine quasi con successo: quasi, perché proprio in quest’ultimo frangente ha commesso un errore che gli è stato fatale.

airtag auto
 

 

E’ infatti dopo aver aspettato un po’ e aver perso quasi del tutto le speranze, che un abbattuto Thinkscotty si preparava per tornare a casa, quando ha notato un’automobile a lui familiare che stava rientrando nel parcheggio. A questo punto tempistiche e riflessi sono stati determinanti: senza dare nell’occhio ha così chiamato immediatamente la polizia, che è tornata rapidamente sul posto riuscendo a trattenere la persona che si trovava all’interno del veicolo.

Si conclude così una storia quasi a lieto fine: ancora una volta, quasi, perché in questa manciata di ore – racconta – il veicolo è stato praticamente distrutto. «Puzzava di sigarette ed erba, e c’erano dei mozziconi di sigaretta dappertutto. In meno di 7 ore la mia macchina sembrava l’auto di un ricettatore, e non esagero. C’erano diverse borse contenenti telefoni, tablet, orologi rubati e una tonnellata di spazzatura». Se non altro una cosa l’abbiamo imparata tutti, il protagonista di questa vicenda in primis: «AirTag funziona anche per rintracciare l’auto. Senza di esso non l’avrei mai trovata, ma forse sarei riuscito a ritrovarla prima se l’avessi nascosto meglio». Non c’è dubbio Thinkscotty, non c’è dubbio.

La recensione di AirTag è in questo articolo di macitynet.

Offerte Speciali

CyberMonday arrivano gli iPhone 13 Pro in pronta spedizione

iPhone 13 Pro Max, sconto da 125 euro su Amazon anche a rate senza garanzie ed interessi

Su Amazon il top degli iPhone 13 Pro, il 13 Pro Max da 1 TB scende al minimo. Risparmiate 125€
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,935FollowerSegui