Attentato di Nizza, Twitter e Facebook si mobilitano

Dopo il sanguinoso attentato di Nizza i social network iniziano a mobilitarsi per aiutare le persone a informare amici e parenti e a ritrovare i dispersi

attentato nizza

A seguito dell’ennesimo terribile attentato di Nizza, 84 i morti al momento, i social network hanno iniziato a mobilitarsi per aiutare le persone a ritrovare amici e parenti dispersi o a informare del loro stato di salute.

Facebook ha attivato il suo famoso Safety Check, una pagina dedicata per poter informare con pochissimi click i propri amici di Facebook che si sta bene.

Se qualcuno dei nostri lettore si trovasse a Nizza al momento e volesse segnalare di stare bene, può collegarsi a questo link diretto e segnalare il suo stato, o eventualmente lo stato di un amico o parente presso Nizza per il quale si ha la certezza sia scampato all’atto terroristico. Il sistema in automatico sarà in grado di riconoscere se qualcuno dei vostri amici si trova nella zona.

facebook safety check

Nel frattempo su Twitter invece sono iniziati a sorgere diversi account che permettono di retwittare le immagini o i dettagli di alcuni dispersi: da ieri sera mancano all’appello ancora persone, potenziali vittime dell’attacco terroristico.

I due account Recherche Nice e Sos Nice hanno iniziato a diffondere le foto dei dispersi e delle persone di cui non si hanno più avuto notizie dopo l’evento criminoso. In alcuni casi la diffusione di queste immagini ha già aiutato a rintracciare informazioni preziose su quanto accaduto alla gente che si trovava nel luogo.