Anche Samsung vuole la sua auto a guida autonoma: esperimenti al via in Corea

Nella patria di Samsung approvate test delle auto a guida autonoma. Nuove norme permetteranno all'azienda sudcoreana di collaudare su strada sue vetture a guida autonoma.

Logo Samsung

Il ministero del Territorio sudcoreano ha approvato il test delle auto a guida autonoma che Samsung Electronics sta sviluppando con tecnologie di deep-learning (apprendimento automatico).

L’approvazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, spiega The Korea Herald, permetterà a Samsung di collaudare su strada le vetture a guida autonoma.

Samsung Electronics ha intenzione di sviluppare sensori di alta gamma e moduli computerizzati con supporto dell’intelligenza artificiale e tecnologie di deep-learning per migliorare le capacità delle auto a guida autonoma anche in impegnative condizioni meteorologiche.

Dal febbraio dello scorso anno il ministero del Territorio ha concesso circa venti autorizzazioni nel settore dei veicoli autonomi. La prima autorizzazione di questo tipo è stata concessa a Hyundai Motor, il reparto della multinazionale attiva nelle costruzioni automobilistiche.

Il ministero ha parlato della necessità di semplificare le norme sulla guida autonoma per rafforzare la crescita dell’industria del settore. Tra le novità delle nuove norme la riduzione da due a uno nel numero di passeggeri obbligatori su questo tipo di veicoli. Le norme spianano la strada anche alla produzione di auto senza volanti e pedali.

“Le auto a guida autonoma”, ha spiegato il Ministro, “richiedono la concertazione di varie tecnologie di punta per le automobili, e nei settori dell’intelligenza artificiale e dell’informazione e della comunicazione”, spiegando che continuerà a profondere sforzi al fine di stabilire la nascita di un ambiente favorevole per la crescita del settore.