iPhone 5: Phil Schiller spiega perché non sono stati integrati NFC e ricarica wireless

"Non è chiaro se NFC sia la soluzione di ogni problema": in una breve intervista rilasciata dopo la presentazione di ieri, Phil Schiller spiega perché Apple ha deciso di non integrare la tecnologia NFC e la ricarica senza fili della batteria, inoltre il dirigente di Cupertino illustra la necessità di introdurre il nuovo connettore Lightning più piccolo e compatto.

logomacitynet1200wide 1

“Non è chiaro se NFC sia la soluzione ad ogni problema attuale” e ancora “Passbook fa il genere di cose che i clienti hanno bisogno oggi”. Sono queste alcune delle dichiarazioni rilasciate da Phil Schiller, senior vice president Worldwide marketing di Apple, a margine della presentazione di iPhone 5 e dei nuovi iPod avvenuta ieri sera. Schiller ha spiegato le ragioni dell’assenza di NFC e ricarica senza fili, per poi motivare le ragioni dell’adozione del nuovo mini dock battezzato Lightning.

Nella breve intervista rilasciata a AllThingsD il top dirigenti di Cupertino spiega perché Apple ha deciso di non integrare un chip NFC da tempo atteso in iPhone e già integrato in diversi smartphone e tablet della concorrenza, tra cui i dispositivi Galaxy di Samsung.

Con Passbook integrato in iOS 6 gli utenti potranno gestire agevolmente l’acquisto e l’esibizione di biglietti, abbonamenti, coupon e carte di imbarco per i voli di alcune tra le principali compagnie aeree. Tutte queste funzioni vengono gestite in modo intelligente dal nuovo software della Mela, anche se nel nuovo iPhone 5 non è integrato un chip NFC. Per quanto riguarda invece la ricarica senza fili, anche questa sembra non risolvere il problema alla radice nella visione di Apple.

“Dover creare un altro dispositivo che deve essere collegato alla presa a parete, per la maggior parte delle situazioni, è in realtà più complicato”. Schiller nota infatti che i sistemi di ricarica wireless attuali richiedono comunque ancora l’inserimento di una presa a parete, così la convenienza di questa soluzione non è completamente chiara. Viceversa, spiega il dirigente Apple, il collegamento tramite cavo e tecnologia USB permette di effettuare ricariche da prese della corrente, da computer e anche sugli aerei.

Negli USA ma anche altrove sono già emerse le prime critiche nei confronti di Apple sull’adozione di un nuovo connettore mini-dock che costringe gli utenti a sostituire cavi e accessori, o quanto meno ad acquistare il nuovo adattatore. A questo riguardo Schiller spiega che non sarebbe stato possibile costruire prodotti così sottili come il nuovo iPhone 5 e i nuovi iPod senza cambiare il collegamento impiegato da Apple fin dal 2003. Ciò detto il dirigente ha dichiarato che Apple non ha scelto questa soluzione con leggerezza: “Questo è il nuovo connettore per molti anni a venire”, assicurando così l’impegno di Apple di mantenere in uso il nuovo Lighning per lungo tempo, così come è avvenuto per il precedente, storico Dock.
passbook iphone 5 macity