iPhone 5 fuori produzione per seguire il modello iPad?

Secondo un giornale coreano Apple avrebbe deciso di mandare fuori produzione iPhone 5. La decisione da una parte sorprende, ma dall'altra non troppo. Il modello sarebbe quello seguito al lancio di iPad 4.

iPhone 5 fuori produzione per seguire il modello iPad?

iPhone 5 fuori produzione. Secondo Etnews, un giornale coreano, non ci sarebbero molti dubbi al proposito, al punto che da Cupertino sarebbe già partito l’ordine di sospendere l’assemblaggio dell’attuale modello. L’obbiettivo, dice il Etnews, menzionato da MacRumors, è fare spazio alla versione 5S.

Notizia sorprendente? Da una certo punto di vista sì, ma se ci si guarda intorno non lo è troppo.

Da una parte, infatti, fino ad oggi quando si tratta di telefoni, Apple ha sempre mantenuto in produzione il vecchio modello al lancio del nuovo e la decisione di cancellare l’iPhone 5 sarebbe sicuramente una novità senza precedenti ma solo se si parla, appunto, di iPhone. In realtà se si guarda al mondo iPad l’evento è già accaduto: con il lancio di iPad 4 è stato cancellato il modello 3 e mantenuto in vita il modello 2 e questa potrebbe essere la stessa decisione che Apple sta per assumere con l’addio ad iPhone 5. In questo scenario,

L’Etnews sostiene che la decisione avrebbe a che fare con il nuovo tipo di display di iPhone 5S che sarebbe In-Cell la cui produzione sarebbe inadatta per bassi volumi. Se restasse in produzione iPhone 5 insomma, è il ragionamento del giornale coreano, Apple correrebbe il rischio di non riuscire a raggiungere le quantità necessarie di componenti per rendere economica la sua produzione. In realtà è molto più probabile, ammesso che la voce sia corretta, che dietro ci siano ragioni di marketing e la necessità di scalare razionalmente i prodotti sul piano del prezzo e delle funzioni, come dimostra quel che è accaduto con la gamma iPad.

ipad 5 fuori produzione

Una volta cancellato iPad 3 (quindi il corrispettivo di iPhone 5) ma non iPad 2 (l’iPhone 4S) Apple ha rilasciato iPad mini che si è andato a posizionare, anche se non di molto, ad un prezzo inferiore a quello di iPad 2. Questo ha permesso ad Apple di creare una gamma più leggibile: al top il modello di maggior prestigio e funzioni al top, a quota 500 euro; 100 euro più sotto il modello di due generazioni precedenti (iPad 2), piuttosto diverso da iPad 4, certo più distinguibile di quanto non sarebbe stato il modello 3, come distinguibile sarebbe iPhone 4S da iPhone 5S, e poco più giù l’iPad mini un prodotto radicalmente differente dai due prodotti top, che si rivolge ad un pubblico più attento al costo.

Inutile dire che il ruolo dell’iPad mini nell’assetto che immagina Etnews, potrebbe essere svolto dall’iPhone Low Cost