Recensione LifeProof Nüüd e Frē, le custodie anti-tutto per iPhone 7

Macitynet prova LifeProof Nüüd e Frē per iPhone 7, due custodie appositamente progettate per proteggere lo smartphone alle condizioni più estreme tra neve, spiaggia, piscina e pioggia

Nel momento stesso in cui sono arrivate in redazione le custodie LifeProof Nüüd e Frē per iPhone 7 il primo pensiero è stato sulla ragione per cui avremmo dovuto proteggere dall’acqua un telefono che, per la prima volta nel caso degli smartphone di Apple, nasce già con questa caratteristica senza bisogno di accessori.

Entrambe queste cover esistono da anni (ve ne abbiamo parlato nel 2013 nel corso dei primi test sui modelli – qui e qui – fatti su misura degli iPhone di quei giorni) e avevano certamente molto più senso visto che in quei giorni gli smartphone non erano impermeabili ma c’era comunque la voglia di portarseli al mare o in piscina per essere sempre connessi.

LifeProof iPhone 7

Perché comprare una custodia LifeProof

Con iPhone 7 ci è sembrato quasi un accessorio “ridondante” oltre al fatto che per via della sua importante struttura, progettata per migliorare anche la resistenza ad urti e cadute, la custodia aumenta peso e spessore allo smartphone, il cui design viene per altro quasi completamente oscurato. Insomma, si perdono maneggevolezza e fascino: ma se poteva avere più senso ai tempi di iPhone 6/6s anche oggi, nel caso di iPhone 7 e 7 Plus, si avrà comunque a che fare con una protezione in più.

Probabilmente chi si rivolge a queste custodie oggi lo fa per raddoppiarne le difese: d’altronde, nel caso di immersioni, l’acqua deve prima infiltrarsi all’interno della custodia e solo allora, nel caso ci riuscisse, si ritroverebbe davanti un iPhone capace di difendersi da solo ancora un po’.

LifeProof iPhone 7

Somiglianze e differenze

La differenza principale tra i due modelli, Nüüd e Frē, sta nella protezione frontale. La custodia Nüüd, come suggerisce il nome, è “nuda”, non offre cioè nessuna copertura per lo schermo , che sarà quindi completamente esposto a graffi e schizzi d’acqua. Nella cover Frē c’è invece una sottile pellicola che riveste completamente la superficie anteriore.

LifeProof iPhone 7

Entrambe però proteggono il Touch ID con una sottile pellicola – al tocco si flette e sembra quasi che si possa sfondare con una piccola pressione, in realtà è resistentissima – che assicura una interazione non dissimile da quella del sensore “nudo e crudo” (senza quindi intoppi o rallentamenti nella scansione e riconoscimento delle impronte digitali), così come sono protetti da una pellicola – altrettanto trasparente ma più robusta – lo speaker , la fotocamera frontale e i sensori . Anche qui, la protezione non influisce sul funzionamento del telefono: non cambia la qualità né si riduce il volume della capsula auricolare, così come lavorano bene sensori e fotocamera.

La stessa protezione si riflette anche sul dorso in prossimità di fotocamera posteriore e Flash LED , mentre la presa Lightning è accompagnata da un coperchio con interno in gomma progettato per tenere lontana anche la minima infiltrazione di acqua nella porta.

LifeProof iPhone 7

Leggermente diverso invece il sistema di protezione di microfono e altoparlante disposti sul fondo dello smartphone. Nel caso della cover Frē le aperture sul fondo sono visibili ma coperte da una protezione in plastica trasparente: il sistema infatti incanala l’audio e lo porta su due griglie poste invece frontalmente. E’ apparentemente più elegante invece la soluzione adottata nella custodia Nüüd, dove oltre a una pellicola visibile in controluce – la stessa adottata per il Touch ID – si intravede una griglia che simula quella delle rispettive aperture. In entrambi i casi le griglie sono comunque molto facili da pulire in caso ci finisca della polvere o dello sporco.

LifeProof iPhone 7

Tornando a parlare per un attimo del dorso delle custodie, è differente anche la protezione adottata per il foro del microfono utilizzato dal sistema operativo per potenziare l’audio nelle riprese video o per monitorare i rumori esterni durante una telefonata. Sulla cover Frē non è prevista alcuna apertura, mentre nel modello Nüüd la società ha optato per una copertura in gomma.

Stessa soluzione infine per i tasti Standby e Volume , tutti e tre coperti da replica dei pulsanti in gomma. Nella custodia Frē per il tasto Mute c’è una soluzione simile che durante l’uso ci è sembrata però più scomoda – perché la gomma è molto dura – dello switch in plastica presente nella cover Nüüd, difficile da ruotare se si hanno le mani grandi, ma molto più immediato nell’utilizzo quotidiano.

Protezione ed estetica

Complessivamente offrono lo stesso grado di protezione dalle infiltrazioni d’acqua (fino a 2 metri per 1 ora, contro 1 metro per 30 minuti della protezione “nativa” di iPhone 7) e la stessa resistenza ad urti e cadute (fino a 2 metri di altezza), ma sono esteticamente diverse. Frē ha un design molto più squadrato, con bordi piatti e stondati alle estremità che, a voler fare un paragone, richiamano pressapoco le linee di iPhone 4/5; inoltre davanti come dietro è completamente nera ad eccezione di una finestra che lascia intravedere il logo Apple. Nüüd ha invece i bordi convessi come il design degli iPhone 6/7 e, mentre davanti il policarbonato che la riveste è nero e satinato, la metà posteriore è completamente in plastica liscia e trasparente: tutto il dorso dell’iPhone è quindi ben visibile.

LifeProof iPhone 7

La nostra prova

Partendo dal presupposto che non abbiamo avuto l’opportunità di immergerci con l’iPhone in mano fino a 2 metri di profondità, né siamo stati così masochisti da lasciar deliberatamente cadere il telefono dalla tasca dei pantaloni, ci fidiamo che questa custodia aggiunga effettivamente protezione ad eventuali danni dettati da un urto o un’infiltrazione d’acqua e vi descriviamo invece il nostro approccio nell’utilizzo quotidiano.

Innanzitutto l’interazione coi tasti è molto buona. La gomma è sufficientemente morbida da permettere di pigiare i tasti senza sforzo: come accennato in precedenza risulta invece più difficoltosa la gestione del tasto Mute nel modello Frē, la cui gomma è piuttosto rigida. Migliore, a nostro avviso, lo switch in plastica della custodia Nüüd. E’ perfettamente funzionale la sottilissima pellicola che protegge il Touch ID così come, nel caso del modello Frē, funziona bene la pellicola protettiva del display , che non influisce – negativamente parlando – nell’utilizzo del touchscreen o delle funzionalità 3D Touch del display, mentre crea qualche riflesso di luce in più quando lo si utilizza all’aperto sotto i raggi diretti del sole.

La presa del telefono è ottima con entrambe le custodie: con Frē la forma squadrata aiuta moltissimo mentre nel modello Nüüd c’è comunque una cornice gommata che aumenta l’aderenza anche con le mani completamente bagnate. L’ingombro della cover Nüüd è leggermente superiore in quanto i bordi tondeggianti rendono lo smartphone complessivamente più largo di circa mezzo centimetro.

Non cambia la qualità audio quando ascoltiamo la musica con gli altoparlanti integrati del telefono: anche se sono comunque protetti l’audio che ne risulta è comunque chiaro e pulito, così come non ci sono problemi nell’utilizzo dello smartphone durante una telefonata. Sia con una che con l’altra il nostro interlocutore – che non era a conoscenza del nostro test – ha riferito di sentire la nostra voce “forte e chiara”.

L’apertura per l’ingresso Lightning è sufficientemente ampia per poter funzionare praticamente con qualsiasi cavo Lightning che abbiamo in casa, anche quelli dotati di un connettore più grande e ingombrante rispetto a quello del cavo originale Apple. Da questo punto di vista può essere problematico lo spessore della custodia, incompatibile ad esempio con gran parte dei dock in commercio ma anche scomoda per poter utilizzare accessori di terze parti come chiavette USB-Lightning e simili.

Un altro problema che si deve tenere in considerazione è l’impossibilità di utilizzare pellicole in vetro temperato . Per le nostre prove abbiamo dovuto rimuovere quella che usiamo abitualmente perché lo spessore, seppur minimo, rende impossibile la corretta chiusura di entrambe le custodie. Nel caso della cover Nüüd ciò significa che se non affiancherete ad iPhone almeno una pellicola classica, lo schermo sarà completamente esposto ai graffi.

LifeProof iPhone 7

Conclusioni

Sconsigliamo l’acquisto di una delle due custodie Lifeproof per proteggere lo smartphone nella vita di tutti i giorni: sono cover specialistiche che, per pesi ed ingombro, si utilizzano solo in occasioni particolari, come una scampagnata, una giornata al mare o un’avventura tra i boschi.

La versione Frē, per via della sua totale protezione per mezzo della pellicola frontale, può essere una valida soluzione anche per chi utilizza lo smartphone in cantieri o in luoghi molto polverosi, mentre il modello Nüüd (consigliamo di utilizzare comunque una pellicola classica per proteggere lo schermo dai graffi) è forse più indicata per chi punta principalmente alla protezione da urti e cadute.

Prezzo al pubblico

Le custodie di Lifeproof sono in vendita su Accessory Line. Il modello Frē costa 80 euro mentre la cover Nüüd costa 89,99 euro. Entrambe le custodie sono in vendita anche su Amazon. Lifeproof Frē costa 73 euro mentre Lifeproof Nüüd è in vendita per 79 euro. Ci sono anche entrambe le versioni per iPhone 7 Plus così come quelle per altri modelli di iPhone. Per dare uno sguardo all’intera vetrina cliccate qui.