Razer va oltre l’immaginabile: Project Valerie è un laptop con triplo display 4K

Project Valerie è il nuovo super laptop Windows di Razer, caratterizzato da ben tre display 4K. Un computer fuori dagli schemi, che farà felici sia i giocatori quanto i professionisti video e progettazione 3D

Razer, marchio leader nella produzione di periferiche professionali per giocatori, di cui noi di Macitynet ci siamo occupati varie volte data la compatibilità anche con macOS/OSX, ha nella propria linea di prodotti anche dei computer portatili con Windows. Proprio su uno di questi, nome in codice Project Valerie, è stato presentato oggi al CES 2017: si tratta di un modello molto particolare, un computer portatile che integra al suo interno ben tre display 17.3″ da 4K (per un totale di 12K), che una volta aperti sono in grado di visualizzare una unica schermata di ben 11.520 x 2.160 pixel (più di due iMac da 27″ retina affiancati).

valerie3
Importante la forma del nuovo Laptop di Razer, con ben tre display da 4K (due retrattili)

Cotanta potenza è permessa grazie alla scheda video NVIDIA GeForce GTX 1080, con supporto nativo a NVIDIA Surround View, che permette l’immersività all’interno di un ambiente spaziale dato appunto dai tre display.

La caratteristica del triplo display, oltre ai giochi, diventa una caratteristica utile anche nel mondo professionale, soprattutto in ambito editing audio e video o nel mondo della progettazione 3D. Poter utilizzare ben tre display, tipicamente quello centrale per il progetto vero e proprio, uno dei laterali per le palette e l’altro per l’anteprima in tempo reale, oppure uno stato intermedio.

valerie1
Un dettaglio del meccanismo di chiusura

Ancora non si sa molto di questo computer, dato che Razer ha svelato l’anteprima al CES di Las Vegas: dal video e dalle foto ufficiali possiamo vedere come il meccanismo dei tre display riesce, in modo del tutto autonomo, a chiudersi all’interno del case, limitando l’ingombro a quello di un normale Laptop da 17″. Il materiale costruttivo in lega di alluminio poi dovrebbe garantire un peso relativamente importante, e anche lo spessore, grazie all’incavo per i display, non dovrebbe superare quello dei più comuni laptop da gioco in commercio, attestandosi più o meno al doppio di un Razer Blade (che è appena più spesso dei nuovi MacBook Pro).

Non solo giochi: Project Valerie sarà interessante anche dal punto di vista della produttività

Ulteriori informazioni saranno disponibili a breve nel sito Razer: difficile oggi fare una stima sull’effettiva commerciabilità del prodotto (che noi di Macitynet non tarderemo a sottolineare) ma crediamo che non dovremmo attendere molto, tipicamente tra l’estate e settembre.