Librem 5, l’unico ibrido telefono-computer sicuro al mondo

Purism annuncia di voler costruire l’apparecchio tutto Linux e crittato che fa da smartphone e da Pc

Siamo felici di dare questa notizia perché, come si suol dire, in questo modo forniamo anche la corda e il sapone a chi annuncia in modo roboante di aver fatto tutto lui. Poi vedremo se è vero o se si è impiccato da solo. Perché la sicurezza è una cosa seria e la macchina che non possa essere violata non si può dichiarare a priori (è un teorema dimostrato che bug e security non possano essere matematicamente azzerati) quindi vedremo. Per adesso, massima fiducia e vediamo di cosa si tratta.

Ecco qui: Purism, l’azienda a fini sociali che ha progettato e realizzato alcuni strumenti software e hardware orientati al rispetto della privacy ha annunciato di aver progettato il primo smartphone open platform crittato e completamente sicuro, che gli utenti potranno usare per proteggere la propria identità digitale in un mondo sempre più sicuro.

Librem 5

Dopo 18 mesi di ricerca e sviluppo, con test hardware, specifiche sempre più di alto livello e software di eccellena, quelli di Purism sono sicuri di essere arrivati a cogliere il bersaglio. Adesso hanno lanciato una campagna sul proprio sito (non si fidano ovviamente neanche delle piattaforme come Kickstarter) che ha superato gli obiettivi (più di due milioni di dollari del milione e mezzo previsto) e quindi la produzione ha avuto disco verde. Librem 5 vedrà la luce.

Si tratta del “primo telefono veramente nativo per l’epoca mobile” con standard aperti e sistema orientato all’interoperabilità, basato su Debian (una delle più importanti distribuzioni Linux) e software free/libre, open source e Gnu. Una “Free/Libre and Open Source software and a GNU+Linux Operating System designed to create an“ open development utopia”, come l’hanno sobriamente definita gli sviluppatori, che va molto oltre i consueti giardini recintati degli altri produttori. La sicurezza è ovviamente solo il pre-requisito. Dentro, si scopre, ci sarà molto di più.

Librem 5

Il “telefono che non ti traccia” non va con Android di Google, non va con iOs di Apple, ma va con PureOS, che funziona di default con numerosi pacchetti applicativi Gnu-Linux. Schermo da 5 pollici, crittografia end to end, security focus by design, connessione 2G/3G/4G, GSM, UMTS ed LTE, la Cpu è separata dalla baseband, e poi c’è un Hardware Kill Switch per la fotocamera, il microfone, il WiFi/Bluetooth e la Baseband. L’unico telefono che quando è spento è veramente spento.

Librem 5

Il telefono, previsto per il gennaio 2019 (sì, 2019, non 2018: prima arriverà a 299 dollari il developer kit) costerà circa 599 dollari e si potrà connettere a monitor da 24 pollici e tastiera e mouse (per 1399 dollari incluso il telefono, che diventano 1699 se il monitor è da 30 pollici). Purism, “il purista”, è nato tre anni fa per costruire laptotp sicuri per tutti, dai bambini di casa fino agli executive di grandi aziende con problemi di riservatezza. PureOS ha già tante applicazioni e software che adesso Purism lavora perché siano disponibili anche per il telefono capace di trasformarsi, con un cavetto si presume HDMI, in una microscopica scocca di computer fisso, a cui agganciare monitor, mouse e tastiera.