fbpx
Home Macity Mac OS X Sketch via da Mac App Store: «poca flessibilità e troppe limitazioni»

Sketch via da Mac App Store: «poca flessibilità e troppe limitazioni»

Sketch lascia Mac App Store.  La popolare applicazione per designer apprezzata da molti utenti di Apple è stata formalmente ritirata per cause che lo stesso sviluppatore, Bohemian Coding, spiega in un post sul blog ufficiale

Secondo l’azienda ci sono una serie di ragioni che spingono ad abbandonare la piattaforma di vendita «molte delle quali prese individualmente non causerebbero enorme preoccupazione. Tuttavia, se raggruppate, il loro peso complessivo rende difficile giustificare l’investimento: le App Review continuano a richiedere almeno una settimana, ci sono limitazioni tecniche stabilite dalle linee guida di Mac App Store (il sandboxing e così via) che limitano alcune delle caratteristiche che vogliamo apportare a Sketch, e l’aggiornamento dei prezzi rimane non disponibile”.

Sviluppatori abbandonano Mac App Store
Il messaggio che gli utenti Sketch di Mac App Store vedranno apparire

E’ interessante notare come non siano citate le commissioni che Apple decide di trattenersi contestualmente all’acquisto, il 30%,  ma piuttosto le limitazioni tecniche imposte da Apple e la mancanza della flessibilità necessaria agli sviluppatori. Non vengono neppure citati altri problemi menzionati da altri sviluppatori tra cui: la possibilità di offrire versioni demo, non presenti su Mac App Store, e l’obbligo di offrire versioni “perpetue”, aggiornate gratuitamente in eterno, oppure di abbandonare vecchie versioni in favore di nuove, mentre resta del tutto assente la possibilità di dare versioni aggiornate con un modesto sovrapprezzo a chi ha acquistato in precedenza.

L’upgrading a pagamento è uno dei modi che gli sviluppatori hanno per monetizzare il loro lavoro. Nel modello di Apple lo sviluppatore è costretto ad ingrandire costantemente e in maniera rilevante la propria base di installato. Solo così diventa possibile sostenere i costi di aggiornamento gratuiti per chi ha già vecchie versioni, il che è molto complicato, specialmente per applicazioni di nicchia come possono essere molte delle applicazioni che vengono vendute su Mac App Store. In alternativa si devono convincere i vecchi clienti a ricomprare da zero nuove versioni aggiornate allo stesso prezzo che pagherà un eventuale nuovo cliente.

Rispetto al fratello maggiore App Store, il Mac App Store non è mai riuscito ad imporsi in maniera definitiva, anche perchè ci sono moltissimi modi di distribuire software ai clienti finali, mentre  non esiste alcuna possibilità di installare applicazioni su iOS fuori da App Store.

Sketch non è l’unica applicazione ad aver deciso di prendere le distanze dal Mac App Store; altre app fra cui ad esempio Coda o BBEdit hanno scelto di ritirarsi, mentre molti altri sviluppatori nemmeno hanno aderito.

Per quanto riguarda i clienti di Sketch, lo sviluppatore fa sapere che chi ha scaricato il programma da Mac App Store può continuare ad usarlo fino a quando non deciderà di cambiare computer, ma non riceverà assistenza. In alternativa potrà richiedere un codice di licenza a Bohemian Coding segnalando il suo indirizzo email e potrà registrare l’applicazione.

 

Offerte Speciali

Amazon spacca il prezzo di iPad Pro: sconto del 23%

Su Amazon piovono sconti per gli iPad Pro e iPad Air. Ribassi storici, con taglio al listino fino al 23% per i modelli Pro. Prezzi interessanti anche per gli iPad Air
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,419FansMi piace
95,273FollowerSegui