fbpx
Home MacProf Digital Audio e Midi Recensione The One Piano Light: la tastiera smart insegna a suonare con...

Recensione The One Piano Light: la tastiera smart insegna a suonare con iPad, iPhone e Android

I più anziani dei nostri lettori o almeno quelli a cui piace curiosare nelle collezioni di antiquariato-modernariato ne avranno sicuramente vista una.

Era la classica pianola con cui qualche vostro lontano parente cercava di seguire degli spartiti “misti” con ll pentagramma e l’indicazione di accordi e le partiture del Largo di Haendel, dell’Ave Maria di Schubert o di Gounod, insomma dei brani più orecchiabili e facilmente eseguibili della musica classica.

Recensione Xiaomi The One Piano: la tastiera smart che insegna a suonare con iPad, iPhone e AndroidQuando ci è stato proposto di recensire questo strumento ci è tornata in mente la vecchia pianola sui cui uno zio appassionato di musica trovava un momento di svago nelle serate del fine settimana: uno strumento per imparare a suonare limitato però dal numero delle voci e nella capacità espressiva nonostante fosse autonomo e amplificato. 

The One Piano Light è invece, anche se di dimensioni ridotte e “soli” 61 tasti molto potente e versatile tanto da avere interfaccia midi, ingresso microfonico, pedale, in e out, uscita cuffia per le esercitazioni e pure alimentazione a batteria. 

Ma la caratteristica principale che la rende unica è la possibilità di funzionare come strumento per l’apprendimento grazie alla combinazione con una o più app che potete far girare su iPhone, iPad e telefoni android anche di una certa età visto che il sistema operativo di base è ancora iOS 9.x e questo permette, se vi comprate il cavetto giusto, di utilizzarlo con adirittura un iPad 2. Noi lo abbiamo provato con tutta una serie di iPhone, iPad e telefoni android di tutte le età senza alcun problema. 

Recensione Xiaomi The One Piano: la tastiera smart che insegna a suonare con iPad, iPhone e Android

Lo smartphone e il tablet hanno nell’insieme la capacità di diventare l’interfaccia di controllo della tastiera grazie al cavo USB-B che ha tre diverse versioni con USB-C, USB-micro e Lightning dall’altro capo. Purtroppo la versione con 30 Pin va comprata a parte a 39 dollari.

La confezione che abbiamo provato arrivava dalla Cina con un manuale pieno di ideogrammi ma fortunatamente tutto il software e le istruzioni sono disponibili online sul sito di The One Smart Piano dove è possibile trovare documentazione, forum e spartiti e sopratutto il link a due app: una chiamata The ONE dedicata ai più grandi ed una pensata per i più piccini.

Entrambe si avvalgono di una caratteristica particolare di questa tastiera e delle altre più professionali dello stesso produttore: i tasti si illuminano di rosso in corrispondenza delle note da suonare quando caricare le basi opportunamente predisposte.

Recensione Xiaomi The One Piano: la tastiera smart che insegna a suonare con iPad, iPhone e Android

Gli spartiti da scaricare sono tantissimi e ovviamente quelli per l’apprendimento di primo livello sono completamente gratuiti ma non mancano i metodi di base per l’apprendimento come Clementi e Hoffman e sono gratuiti e grazie alla possibilità di impostare sia la mano destra che la sinistra alternativamente possono aiutare chi parte proprio da zero senza dover ricorrere ad un maestro: tutti i progressi vengono registrati come in un gioco viste le diverse modalità di rappresentane dei pezzi che possono essere visualizzati sia su uno spartito che attraverso una serie di note che “cadono” sulla tastiera e che dovete suonare con la corretta diteggiatura.

La modalità che mischia lo spartito musicale, la tastiera e la guida luminosa è tra le più interessanti visto che aiuta anche nell’apprendimento della lettura del rigo musicale.

Il design, i comandi, la connettività 

Nelle immmagini qui sotto vedete la tasteria appena estratta dalla confezione: le immagini della galleria sono commentate.

Le specifiche

– Tastiera a 61 tasti
– Polifonia 128 note
– Suoni: 417 timbri, 9 set percussione, 603 suoni di batteria, 256 suoni GM2 oppure 20 preset di suoni quando usato senza smartphone o tablet.
– 61 tasti con retroilluminazione rossa
– Ingresso per pedale Sustain
– Gestibile con iOS 9 o superiore e iPad 2/4, New Pad, iPad mini1/2/3/4, iPad Air1/2, iPad Pro o superiore
– gestibile con iPhone 5s/6/6 plus/6s/6s plus/7/7 plus/8/X
– gestibile con Android 4.4+ con USB Host/OTG
– Presa cuffia jack da 1/8’”
– Presa microfono jack da 1/4″
– Ingresso ausiliario jack da 1/4″
– Uscita ausiliaria jack da 1/4″

L’interfaccia Smart

Visto che non esiste un display sulla tastiera dovremo basarci su uno smartphone o tablet ma la buona notizia è che grazie all’assortimento di cavi e alla compatibilità del software potete usare anche un vecchio dispositivo.
Come detto c’e’ pure un ingresso microfonici per sessioni di karaoke, peccato che il volume del microfono non sia regolabile singolarmente e che abbia un effetto riverbero fisso che non siamo riusciti in alcun modo a modificare.

Come detto però il punto forte sono le app e la possibilità di gestire sia gli spartiti che le voci interne da assegnare anche con un doppio layer ed un punto di split a piacere.

Vediamo sotto l’interfaccia che troviamo su uno smartphone: in questo caso si tratta di un Android ma su iPhone le immagini sarebbero le stesse.

Su iPad è ancora più comodo

Questa è invece l’interfaccia su iPad che sfrutta il grande schermo e sicuramente aiuta nella lettura degli spartiti in modalità standard. Ottimo anche l’accesso alle regolazioni delle voci.
In più grazie all’interfaccia MFI standard e alla gestione della MIDI potete attivare la modalità KeyboardX che trasforma la tastiera in una periferica midi di GarageBand e altre app di iPhone e iPad. Purtroppo non ci sono ruote di modulazione e controlli di tono ma potete usare quelli virtuali almeno nei sint disponibili all’interno di GarageBand.

Studio e divertimento

Visto la disponibilità di spartiti, video, tutorial e giochi è chiaro che il sistema è sicuramente molto interessante e se riuscite ad interpretare nella fase iniziale l’interfaccia in inglese potrete procedere concentrandovi sullo studio della musica. Qui sotto un video ufficiale vi mostra tutte le fasi.

Ma The ONE light non è comodo solo per studiare: potete usarlo per serate karaoke in mobilità grazie alle batterie incorporate e all’ingresso microfonico e sopratutto alla capacità della tastiera di amplificare direttamente il suono dello smartphone o tablet collegato.

 

Conclusioni

Una volta superato l’impatto iniziale dell’interfaccia in inglese delle app ci si rende conto del potenziale didattico del sistema che può essere sfruttato da grandi e piccini magari per saggiare la propria inclinazione alla musica o semplicemente per divertirsi in totale libertà.

Le lezioni partono da canzoni molto basilari per arrivare anche ad esercizi mediamente complessi e previsti all’interno dei classici metodi di apprendimento del pianoforte. La tastiera non è pesata e non ha funzioni di controllo particolari ma ha un tocco gradevole e tasti a corsa lunga con dinamica regolabile.

L’insieme delle voci anche in modalità multilayer ne fa un gradevole strumento di accompagnamento e, grazie anche alla moltitudine di voci di Garageband e di applicazioni terze può acceder ad un numero infinito di voci.

Le voci di base che si ottegono premendo il tasto a destra ciclicamente non sono malvagie ma si apprezzano di più con una applicazione esterna. Purtroppo bisogna andare “a memoria” per ricordarsi la sequenza se non c’è uno smartphone o tablet colllegato.

Complessivamente si tratta di uno strumento versatile e divertente.

Pro

Autoamplificato, autoalimentato, ingresso microfonico, buona gamma di voci disponibili e spartiti per tutte le esigenze. Design eccellente e ottima versatilità, ottima interazione con iPad e iPhone.

Contro 

L’ingresso microfonico non è regolabile per volume e tipo di riverbero, la funzione di illuminazione non è gestibile con basi midi esterne.

Prezzo al pubblico

The One Light costa attualmente 323 Euro con spedizione inclusa su Gearbest.

Offerte Speciali

Airpods Pro al minimo prezzo storico: sconto da 45 euro

Verso il Cyber Monday: tornano gli Airpods Pro a 199,99 €, AirPods 2 a 125,89 euro

Su Amazon gli Airpods Pro scendono di prezzo. Le comprate a prezzo scontato e spedizione immediata a 199,99 euro invece che 279 euro anche grazie ad uno sconto nel carrello.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,964FansMi piace
93,790FollowerSegui