Offerta Renault per il noleggio dell’auto elettrica combinato all’acquisto di case ecosostenibili

Associare la mobilità sostenibile all’habitat eco-cittadino. Un’offerta esclusiva propone il noleggio a lungo termine di Renault ZOE a 90 euro al mese a chi acquista un’unità abitativa “Feel Wood" a Villepreux (Francia).

Renault lancia il noleggio associato all’acquisto di unità abitative eco-cittadine

Il Gruppo Renault e l’immobiliare Kaufman & Broad, hanno lanciato un’offerta che associa il noleggio di Renault ZOE a tariffe agevolate all’acquisto di un’unità abitativa del programma immobiliare “Feel Wood” à Villepreux, nel dipartimento degli Yvelines nella regione dell’Île-de-France.

“Feel Wood” +  un nuovo complesso immobiliare progettato con un approccio eco-cittadino che comprende habitat, ricorso alle energie rinnovabili e mobilità, valorizza l’eco-responsabilità e una visione globale della carbon footprint degli utenti che integra habitat e mobilità.

Questo programma prevde un’offerta di noleggio a lungo termine di ZOE elettriche proposte a paticolari condizioni a tutti i futuri acquirenti che aderiscono al programma “Feel Wood”, con l’obiettivo di far evolvere i comportamenti consentendo ai singoli di adottare atteggiamenti più eco-cittadini per città più sostenibili.

Renault lancia il noleggio associato all’acquisto di unità abitative eco-cittadine

Il noleggio a lungo termine di Renault ZOE, nella versione Life per 37 mesi, comprende:

  • Un canone mensile di 90 euro che include il noleggio della batteria con garanzia a vita, con un risparmio di 60 euro al mes
  • Un primo noleggio di 1.000 euro, previa detrazione del bonus ecologico di 6.000 euro e del contributo di Kaufman & Broad per un totale di 5.000 euro

Per facilitare l’utilizzo quotidiano, tutti i posti auto e i garage delle abitazioni saranno dotati di colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Integrato nel paesaggio della Plaine de Versailles, “Feel Wood” è un complesso che si compone di 12 case individuali di 3 o 4 locali con struttura in legno e di un condominio di 20 appartamenti da 2 a 5 locali. Questo complesso immobiliare è stato progettato per essere certificato Energy-plus-house. Le unità abitative produrranno più energia di quanta non ne consumino, soprattutto grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici su tutti i tetti che consentiranno di alimentare i radiatori, lo scaldabagno termodinamico e l’illuminazione della casa.

Utilizzato per la struttura delle unità abitative, il legno offrirà un miglior isolamento termico e favorirà una migliore qualità dell’aria ambiente, soprattutto grazie alla regolazione dell’umidità. Il legno, che è al 100% rinnovabile e riciclabile, consente di ottenere un bilancio del carbonio positivo per un habitat più responsabile.

Per prolungare l’impegno responsabile e limitare le emissioni inquinanti, il programma immobiliare realizza anche diversi dispositivi che contribuiscono ad una maggiore sostenibilità dell’urbanistica come:

  • l’illuminazione naturale delle aree comuni per limitare il consumo di elettricità;
  • l’installazione di ascensori produttori di energia;
  • il recupero delle acque pluviali;
  • la creazione di zone di compostaggio collettive e individuali;
  • La valorizzazione delle scale al centro delle parti comuni per incoraggiare gli abitanti a usarle maggiormente

“Questa prima applicazione concreta”, spiega Gilles Normand, Direttore della Divisione Veicoli Elettrici, “dimostra l’importanza di andar oltre al semplice veicolo per costruire soluzioni accessibili e facili da vivere intorno al veicolo elettrico”. Nordine Hachemi, CEO di Kaufman & Broad, specializzata nello sviluppo urbano e nella progettazione, riferice: “Siamo molto orgogliosi di presentare questo nuovo complesso condominiale con struttura in legno, materiale del futuro per un’edilizia responsabile e città meno inquinanti”, evidenxiando la partnership con il Gruppo Renault, che consente di proporre veicoli elettrici a prezzi convenienti; “oggi più che mai ci lanciamo in una riflessione globale sull’urbanistica eco-cittadina”.