Jack audio SI, MagSafe NO: due misteri dei nuovi MacBook Pro

I nuovi Macbook Pro, per certi aspetti, portano Apple a fare un passo indietro e presentano un elemento che su iPhone 7 è già stato eliminato. Viceversa eliminano un connettore molto apprezzato dagli utenti

videocamera MacBook Pro 2016
[banner]…[/banner]

Il keynote Apple del 27 ottobre Hello Again, che ha dato i natali ai nuovi Macbook Pro con e senza Touch Bar, ha anche rivelato due misteri firmati Cupertino: il jack audio e MagSafe. Il primo è stato cancellato da iPhone 7 ma resiste sui nuovi portatili, invece il secondo seppur apprezzato da anni dagli utenti è stato purtroppo rimosso.

La presenza del jack audio risulta strana perché solitamente Apple non torna mai indietro sui propri passi, e abbandonare il connettore jack su Macbook Pro poteva risultare più facile anche se meno impellente rispetto ad iPhone.

macbook pro

Sui nuovi notebook, infatti, le porte USB-C avrebbero consentito facilmente il collegamento di cuffie con filo, tramite uno standard certamente più diffuso di quello Lightning proprietario di Cupertino. La mossa eviterà certamente problemi a quella parte di utenza che non vuole utilizzare altoparlanti o cuffie bluetooth e, soprattutto, per chi ha investito somme consistenti per dispositivi audio di qualità muniti di jack audio. Viceversa la presenza di questo connettore potrebbe fare infuriare chi ha appena acquistato un iPhone 7 e in abbinamento nuove cuffie o auricolari Lightning.

Non è chiaro se Apple abbia intenzione di fornire in futuro un adattatore da USB-C a Lightning, per utilizzare le cuffie con questo connettore su Macbook Pro con jack da 3,5mm, ma anche in caso contrario non ci sarà da preoccuparsi: quasi certamente ci penseranno produttori terzi a fornire soluzioni al problema.

Qui il connettore magsafe e' rimasto identico e lo confrontiamo con il magsafe 2

È poi praticamente certo che molti utenti che acquisteranno i nuovi MacBook Pro sentiranno la mancanza della protezione offerta da MagSafe che per anni ha impedito rovinose cadute grazie al sistema di aggancio e sgancio magnetico. Qualche costruttore ha già proposto accessori per dotare una porta USB C standard di funzioni in stile MagSafe, un piccolo dongle da fissare allo chassis, ma la soluzione non è “pulita” e conveniente come l’integrazione di serie del costruttore.

Per gli utenti storici, abituati e anche vezzeggiati dalla storica uniformità di piattaforma dell’universo Apple, inclusa quella di porte e connettori, queste piccole grandi variazioni a seconda del dispositivo e dei modelli ispireranno, nel migliore dei casi, un pizzico di nostalgia per il passato. Invece nei casi più gravi sollevaranno qualche dubbio sulla visione d’insieme e di ecosistema della società che per anni ha dettato legge nel mercato IT ed elettronica di consumo.