Wi-Fi 802.11ac, al via la sperimentazione

In Giappone mostrato il prototipo di un sistema di trasmissione dati wireless basato sul futuro standard "IEEE 802.11ac. Completamento previsto tra la fine del 2012 e l'inizio del 2013: offre la possibilità di raggiungere un throughput di 1 Gbps.

La giapponese NTT (Nippon Telegraph and Telephone Corporation) ha eseguito la dimostrazione di quello che potrebbe diventare un futuro standard per le comunicazioni wireless. Denominato 802.11ac, questo potrebbe entro il 2012 sostituire l’802.11n e consentire di raggiungere un throughput di 1 Gbps. La dimostrazione è avvenuta nel corso del Wireless Technology Park (WTP) che si è svolto a Yokohama: i tecnici della società hanno mostrato la possibilità di trasmettere dati in wireless con un throughput effettivo di 120 Mbps con tre utenti differenti contemporaneamente.

La banda di frequenze utilizzate è quella intorno ai 5GHz e la tecnologia è tecnicamente basata sui sistemi MIMO. NTT sfrutta sei antenne per la trasmissione e tre per la ricezione. Se la velocità resa possibile da NTT sembra già elevatissima, c’è già chi sta guardando oltre, e precisamente alle frequenze non licenziate al di fuori dei 5Ghz, promettendo di moltiplicare per dieci il throughput degli attuali standard WiFi. 

[A cura di Mauro Notarianni]