Willow: il tiralatte smart che aiuta davvero le mamme 2.0

Willow è il tiralatte hi-tech che affronta davvero il problema della raccolta del latte materno e rappresenta una soluzione innovativa, veloce e semplice che rivoluzionerà la vita quotidiana delle neo mamme.

willow

Willow è un prodotto rivoluzionario, che cambierà la vita di tantissime mamme: un tiralatte che è molto più di uno strumento da nursery, ma un vero e proprio dispositivo indossabile, intelligente, veloce e semplice, che evita tutte le problematiche legate alla raccolta del latte materno.

Come è fatto e come funziona

Willow è una coppa per la raccolta del latte e insieme un tiralatte, senza tubi esterni, senza fili, senza bottiglie per la raccolta del latte da sterilizzare. La coppa si può inserire nel reggiseno, segue i movimenti del corpo e può essere indossata anche per tutto il giorno.

All’interno della coppa, che è composta essenzialmente da due elementi (la coppa esterna e il tiralatte flessibile) viene inserito un sacchetto per la raccolta del latte materno (BPA free, adatto anche ad essere messo nel congelatore).

Willow va caricato e poi indossato: provvederà in autonomia alla raccolta del latte, quando necessario nel momento in cui lo si indossa, e la sua attività potrà essere monitorata con un’app.

Per una mamma questo significa non dover trovare per forza un luogo privato e un momento di privacy per occuparsi della raccolta del latte materno e avere un’opportunità in più per offrire al proprio bimbo il latte materno anche se si deve lavorare, se si hanno altri impegni a casa, se raccogliere il latte manualmente è difficile, se si hanno altri bambini di cui occuparsi.

La prima vera soluzione hi-tech di sempre

Per una neomamma la parola tiralatte è sinonimo esclusivamente di una parola che non dovrebbe avere nulla a che fare con la maternità: ansia. Chi per scelta o per necessità ha dovuto avvicinarsi al prototipo tradizionale del tiralatte sa benissimo che non c’è nulla di più scomodo, fastidioso, difficile, imbarazzante e stancante che dover utilizzare il tiralatte e di doverlo fare in particolare quando ci si trova a lavoro durante le pause oppure a casa nell’unica mezz’ora di sonno che il bebè si concede e concede alla mamma. Per non parlare poi di chi si deve sottoporre a questa tortura ogni due o tre ore, per favorire la montata lattea, per andare incontro alle necessità del bimbo prematuro che aspetta in un’incubatrice, per evitare le mastiti o per fare delle scorte per quando il bimbo andrà al nido o rimarrà con i nonni.

Insomma, un problema che non è semplice da affrontare, che spesso è l’origine dell’abbandono dell’allattamento materno. Fino ad ora non era stata proposta ancora una soluzione diversa rispetto a cannucce, pompette, contenitori e altri aggeggi che se non fosse per i materiali con cui sono prodotti potrebbero essere strumenti medievali. Per aiutare le mamme all’arrivo del bebè ingegneri e sviluppatori si sono concentrati su seggiolini smart, su ciucci – termometro, calzine o braccialetti rivela battito, ma per l’allattamento non si era ancora fatto avanti nessuno.  Ad un passo dalla rassegnazione (almeno per le mamme fiduciose e attente alle novità dell’era digitale che facilitano almeno un po’ la routine casalinga), dopo qualche tentativo di tiralatte con qualche accessorio smart abbinato, è arrivato al CES 2017 il primo prodotto rivoluzionario: Willow, un dispositivo davvero hi-tech che può aiutare in modo significativo le donne in uno dei momenti più delicati e meravigliosi della propria vita.

Il tiralatte Willow sarà presto disponibile nello shop online dell’azienda a partire da questo link. Non è ancora disponibile il prezzo del prodotto. Chi fosse interessato può chiedere di ricevere una mail non appena il prodotto sarà disponibile.