L’antitrust ferma Amazon e Apple: stop all’obbligo di esclusività per Audible

Con il placet della Commissione Ue e l'Ufficio federale anti-cartelli tedesco, Apple e Amazon hanno deciso di mettere fine agli obblighi di esclusività sulla fornitura e distribuzione degli audiolibri su iTunes.

Audible

D’accordo con la Commissione Ue e il tedesco Ufficio federale anti-cartelli, Apple e Amazon hanno deciso di mettere fine agli obblighi di esclusività sulla fornitura e distribuzione degli audiolibri su iTunes tra Audible (sussidiaria di Amazon) e la Mela.

Stando a quanto riporta Reuters, la mossa mette fine alle questioni relative all’antitrust avanzate dal governo tedesco e dovrebbe permettere di stimolare maggiormente la concorrenza in Europa, un accordo che era stato in atto sin da oltre un decennio.

L’accordo tra Amazon/Audible e Apple per la rimozione degli obblighi di esclusività significa in pratica Audible potrà fornire i suoi audiolibri anche a piattaforme terze, che Apple potrà sfruttare fornitori alternativi, e che gli editori e gli aggregatori di contenuti potranno accordarsi per la distribuzione direttamente con la Mela. Per gli utenti iTunes significa maggiore scelta per gli audiolibri e, potenzialmente, prezzi più bassi.

Oltre che da iTunes, gli audiobook di Audible sono disponibili mediante l’app omonima per iOS (si scarica gratis dall’App Store). A luglio di quest’anno Audible offre una grande selezione di contenuti audio: libri, bestseller, corsi di lingua, thriller, libri di viaggio e per ragazzi, ecc. permettendo di ascoltare i contenuti in qualunque momento e luogo. L’iscrizione è gratuita per i primi 30 giorni e si rinnova automaticamente per 9,99 euro.