Amazon diventa una banca: i prestiti Amazon in arrivo in Italia

[banner]…[/banner]

Continuano ad espandersi i campi d’affari in cui opera Amazon: entro fine anno i prestiti Amazon per imprenditori e società di piccole e medie dimensioni saranno disponibili in altri 8 paesi, Italia inclusa. Il servizio Amazon Lending è attivo dal 2012 ma solo negli Stati Uniti e in Giappone, ora Peter Faricy, responsabile Amazon Marketplace anticipa a Reuters l’estensione geografica del servizio finanziario per prestiti.

Istituti di credito ed esperti di valutazione rischi legati ai prestiti nel settore bancario giudicano i prestiti Amazon un’operazione rischiosa perché il colosso dell’e-commerce non sarebbe a conoscenza dei dati reali relativi ai settori e ai mercati in cui operano imprenditori e piccole società. Come da sempre avviene Amazon non comunica lo spaccato dei dati per ogni singola attività della multinazionale ma dichiara che l’operazione è già stata un successo in USA e Giappone e che il colosso è ormai pronto per il lancio non solo in Italia ma anche in Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Canada, Cina e India.

Amazon smorza le critiche sulla rischiosità delle proprie operazioni finanziarie provenienti dal settore bancario tradizionale, precisando che l’offerta di prestiti Amazon non è estesa a chiunque ma solo per imprenditori e piccole società che possiedono requisiti particolari, individuati tramite algoritmi sviluppati ad hoc. In pratica i prestiti Amazon vengono proposti solo su invito e solo ai soggetti che secondo i sistemi Amazon sono più in grado di sfruttare i vantaggi di un finanziamento a breve termine, tenendo in considerazione, tra l’altro, la frequenza di esaurimento scorte, la popolarità dei prodotti proposti e i cicli di inventario, tutti dati presenti sui sistemi Amazon Marketplace su cui funzionano i negozi online delle società in questione.

I prestiti Amazon in USA vanno da un minimo di 1.000 dollari fino a un massimo di 600mila dollari per una durata che arriva fino a 3-6 mesi. Il tasso di interesse richiesto compreso tra il 6% e il 14% è giudicato in linea con quello offerto dalle banche e dalla principali carte di credito. Invece tra i vantaggi sottolineati da chi ha già usato i prestiti Amazon viene citata l’estrema semplificazione delle tempistiche e della burocrazia che, almeno in USA, permette a imprenditori e società di piccole e medie dimensioni che operano su Amazon Marketplace di ottenere un prestito in solamente 5 giorni dalla richiesta. Il colosso dell’e-commerce non ha annunciato una data precisa per il lancio di Amazon Lending in Italia e negli altri paesi.
amazon icon jeff bezos 700